9 maggio 2014 - 20:30 pm Pubblicato da
image_pdfimage_print

Gli equilibri naturali che governano il nostro clima da secoli potrebbero essere saltati.
Mi riferisco in particolare al ramo nord della corrente atlantica e cioe’ alla cosidetta corrente del golfo.
Da mesi il NOAA ha oscurato il sito che monitora costantemente la CDG e non ne conosciamo affatto i motivi.
Pertanto non sappiamo piu’ nulla sul suo regolare funzionamento e forse non e’ un caso…
Diamo un’occhiata pero’ alle SST atlantiche.
sst_anom
Da notare le pesantissime anomalie negative nel nord ovest atlantico ( fino a -5,3c) e nel golfo del messico,che e’ il punto di partenza della CDG.
Le aree dove sono presenti tali anomalie sono strategiche e possono farci pensare che la corrente non funzioni in modo regolare o non funzioni affatto!!!.In parte tali anomalie possono essere giustificate :questo perche’ siamo in regime di ENSO+ o NINO e in tale situazione il getto pacifico si abbassa passando attraverso in golfo del messico,mentre l’altro getto e cioe’ quello polare attraversa i confini tra Canada e USA.
209479main_elnino1_080128_HI
Dico in parte perche’ si tratta di un NINO molto debole (+0,44).Tale valore e’ talmente basso che viene classificato ancora come neutrale;inoltre nemmeno in fase di NINO strong abbiamo visto anomalie nord atlantiche cosi’ marcate.
Alla latitudine del 45″ parallelo nord il mare nei pressi delle coste orientali americane e’ praticamente quasi congelato.(Stiamo parlando di una latidudine che corrisponde alla pianura padana!!!!)
Intanto l’indice AMO si sta’ appesantendo con velocita’ estrema e dopo decenni di fase positiva e’ passato da inizio 2014 in fase negativa.
Nord atlantico piu’ freddo e questa e’ una buona notizia che giochera’ un ruolo essenziale nell’estensione della banchisa artica nei prossimi mesi/anni.
globalsst_nowcast_anim30d
Nel frattempo il vortice polare ha deciso di abbandonare il continente americano per posizionarsi in atlantico.
gfsnh-1-66
Ottima dislocazione.Ora si trova proprio nel punto in cui e’ mancato per tutta la stagione invernale con le conseguenze che ben abbiamo conosciuto nella passata stagione fredda.
Il VP potrebbe (dico potrebbe) rovinarci la primavera,ma il punto essenziale e’ che il disgelo artico subira’ temporaneamente un’arresto e non e’ detto che si verifichi pure un parziale recupero,visto che sono presenti isoterme a 1500mt che raggiungono i -20c (un vero record per il periodo) e con queste temperature i ghiacci marini di sicuro non scongelano.

Tante,troppe incongruenze e sopratutto tanti punti di domanda che ci poniamo noi di Attivita’ Solare e che spero vi poniate pure voi amici lettori.
Da anni la scienza e i media parlano di un possibile stop della CDG,con tutte le conseguenze che ne deriverebbero.
Siamo arrivati al cosidetto punto di non ritorno?
Il prossimo inverno come sara’ in l’Europa?
Attenzione perche’ una spinta ulteriore potrebbe arrivare pure dalla bassa attivita solare abbinata alla quasi biennale oscillazione (QBO) negativa prevista entro l’autunno prossimo.Un mix di ingredienti davvero esplosivi.
Non ci resta che attendere e monitorare,,,

GIORGIO MALAVOLTA

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
(Ancora nessun voto)
Loading...