image_pdfimage_print

Di Capp Allon – 27 Novembre 2018 

“Una delle più grandi tempeste di novembre mai registrate ha scaricato fino a 13 pollici (33 cm) di neve nell’area di Chicago da domenica a lunedì” riferisce il Chicago Tribune.

La tempesta, che da sola ha reso questo novembre il sesto più nevoso nella storia di Chicago, si è incastrata alla perfezione col traffico giornaliero.

Inoltre ha portato a:

Costringere la cancellazione di oltre 1.200 voli.

Forzare la chiusura di centinaia di scuole.

Oltre 340.000 case e aziende senza energia elettrica.

Ma AGW, significava meno neve, giusto? Questo è quello che ci è stato sempre detto, vero?

Bene, stiamo osservando l’ennesimo cambiamento raccontato mentre la realtà cambia ed è altra cosa: il primo è stato il re-branding del Global Warming con Climate Change, e l’ultimo ritrovato è che un mondo in riscaldamento significa che adesso dovremmo aspettarci più nevicate, non meno. Ah però!

È vero, a quanto pare il nostro pianeta dal previsto forno sarà ora testimone di temperature fredde, tempeste e neve dall’inizio della stagione.

Io queste le chiamo cazzate.

E ti chiamo deficiente se stai acquistando questa trippa, perché è così ovvio che tutto ciò è causato dal sole.

Infatti, come funziona il meccanismo lo conosciamo ormai da decenni, come spiega questo articolo di Science News del 1975:

È tutto ciclico.

E mentre la nostra stella continua il suo declino del prossimo Grand Solar Minimum, un pianeta in raffreddamento diventerà sempre più evidente e sempre più difficile da nascondere per le Nazioni Unite.

Ma senza dubbio gli daranno un altro colpo, dopo tutto lo hanno fatto per decenni.

Nel 1989 l’ONU se ne uscì con questo: “intere nazioni potrebbero essere spazzate via dalla faccia della terra innalzando il livello del mare se la tendenza al riscaldamento globale non fosse invertita entro il 2000.

“I governi hanno una finestra di opportunità di 10 anni per risolvere l’effetto serra prima che vada oltre il controllo umano.

“Mentre il riscaldamento scioglierà la calotta polare, i livelli dell’oceano aumenteranno fino a tre piedi, abbastanza per coprire le Maldive e le altre nazioni costiere”.

Quanti sono stati i terribili punti di svolta e le scadenze dal 1989, e quanti altri hanno bisogno di essere osservati prima che le popolazioni si sveglino?

È una frode epica.

Il sole si sta di nuovo spegnendo.

Preparati per tempi freddi.

Gran Solar Minimum

Fonte: Elettroverse