image_pdfimage_print

Di Julie Celestial – 21 Gennaio 2021

Circa 2.300 abitazioni sono state evacuate durante la notte di giovedì 21 gennaio 2021, tra le diffuse inondazioni e le forti nevicate in alcune zone del Regno Unito portate dalla tempesta Christoph. La tempesta ha provocato oltre 200 allarmi per potenziali alluvioni, 5 dei quali gravi, e ha spinto il fiume Dee al suo livello più alto da quando è stato installato un indicatore dell’acqua nel 1996.

La tempesta Christoph ha portato piogge abbondanti e talvolta record in alcune zone del Regno Unito negli ultimi 2 giorni, secondo i dati forniti dal Met Office britannico.

Pubblicità

I dati provvisori mostrano che Honister, in Cumbria, ha ricevuto 123,8 mm (4,87 pollici) di pioggia martedì 19 gennaio, un nuovo record giornaliero di precipitazioni per questo inverno e il 2021. Tuttavia, è stato ben al di sotto del record di precipitazioni giornaliere di gennaio di tutti i tempi dell’Inghilterra. 180,4 mm (7,1 pollici) registrato nel 2005. 

I dati ancora provvisori mostrano che anche il 19° giorno di gennaio è stato il più piovoso dal 1954 a Rochdale, dove sono stati registrati 46,8 millimetri (1,84 pollici) di pioggia, così come a Preston 43,6 millimetri (1,71 pollici)) e Stonyhurst, Lancashire 43,8 millimetri (1.72 pollici)).

Il 19 e il 20 gennaio, zone del Cleveland, nel North Yorkshire, hanno ricevuto precipitazioni superiori alla media di gennaio.

Le piogge abbondanti hanno già provocato numerosi incidenti gravi in ​​Inghilterra e Galles. Molti fiumi sono a livelli pericolosamente alti, secondo l’Agenzia per l’ambiente.

Le inondazioni diffuse hanno costretto all’evacuazione circa 2.300 abitazioni nelle aree di Didsbury e Northenden a Manchester, mentre sono stati colpiti anche i residenti di Ruthin e Bangor-on-Dee, nel Galles del nord, e Maghull, Merseyside. 

Il consigliere Steven Harvey, presidente del Consiglio della comunità di Bangor-on-Dee, ha affermato che i servizi di emergenza hanno lavorato duramente durante la notte per evacuare i residenti quando il fiume Dee ha raggiunto il livello più alto da quando è stato installato un indicatore del livello dell’acqua 25 anni fa.

“Alle persone è stato consigliato di lasciare le loro abitazioni vicino al fiume durante la notte”, ha detto Harvey.

Fari Iravani, residente a Didsbury, ha dichiarato a BBC News: “Stiamo cercando di resistere il più a lungo possibile, e speriamo passi il tutto velocemente. Se la pioggia e la tempesta continueranno a imperversare sarà un vero problema”.

Iravani ha anche evidenziato le difficoltà di evacuazione in mezzo a una pandemia. “Siamo nel bel mezzo di una pandemia, dove andiamo? Non possiamo imporci agli altri”, ha affermato.

A partire dalle 06:00 LT del 21 gennaio, sono in vigore gli allarmi a causa di possibili gravi inondazioni” per il fiume Mersey a East Didsbury, il fiume Mersey a West Didsbury e Northenden, il fiume Bollin e Agden Brook a Little Bollington (a sud di Dunham Massey) e il fiume Bollin a Heatley (tra Dunham Massey e Lymm).

Dafydd Vaughan, residente nel nord del Galles, ha dichiarato a Sky News che la situazione nell’area era “incredibile” e “bizzarra”, con la neve che ha aggravato la situazione delle inondazioni.

“La maggior parte delle strade di collina sono impraticabili a causa della neve e la maggior parte delle strade di terra a più bassa quota sono impraticabili a causa delle inondazioni”.

Anche se sono stati posati sacchi di sabbia per controllare le inondazioni, le acque si erano già infiltrate in alcune abitazioni, ha aggiunto Vaughan.

“Ci sono proprietà allagate in questo momento e ci sono i servizi di emergenza, i vigili del fuoco stanno pompando l’acqua fuori da quella zona riversandola nel fiume”.

“Sembra che le operazioni abbiano successo, ma quando la prossima alta marea arriverà verso le cinque potremmo assistere di nuovo a una situazione simile”.

Secondo Lee Rawlinson dell’Agenzia per l’ambiente, i bacini alluvionali sul fiume Mersey a Didsbury hanno protetto durante la notte le proprietà delle persone nell’area.

“La parte superiore del fiume arrivava a pochi centimetri dalla sommità della riva del fiume, ma le nostre precauzioni sono servite e hanno svolto il loro compito mantenendo sicure le abitazioni. Ma siamo andati molto vicino.”

Nel frattempo, la polizia di Cleveland ha avvertito di interruzioni e ritardi nella zona di Redcar dopo che il maltempo ha portato alla chiusura di numerose strade. Diversi incidenti sono stati segnalati sulla M5 vicino a Bristol, incluso un incidente che ha coinvolto cinque auto e un camion che si è ribaltato a causa del ghiaccio.

L’agenzia ha emesso più di 190 allarmi di inondazioni in tutta l’Inghilterra e 3 in Galles, cinque dei quali sono gravi e un avviso color ambra per la neve continua a cadere nel sud-est della Scozia. 

“I livelli dei fiumi eccezionalmente alti causati dalla pioggia della notte scorsa potrebbero continuare a minacciare oggi zone del nord-ovest dell’Inghilterra e potrebbero anche portare allagamenti nelle zone dello Yorkshire oggi e venerdì, con il rischio di danni agli edifici in alcune comunità”, ha riferito Craig Woolhouse, Flood Duty Manager presso l’Agenzia per l’ambiente.

“C’è anche la possibilità di inondazioni localizzate nel terreno e nelle strade verso zone del sud dell’Inghilterra sabato a causa di ulteriori piogge. Invitiamo le persone a stare lontano dai fiumi in piena e a non guidare nelle zone allagate – spesso è più profonda di quanto possa sembrare e solo 30 cm (1 piede) di acqua corrente sono sufficienti per far galleggiare l’auto.”

“L’aria più fredda è ora stabilita in tutto il Regno Unito mentre la tempesta Christoph si allontana nel Mare del Nord, mentre i venti di burrasca avranno un impatto sul nord-est del paese”, ha riferito Paul Gundersen, capo meteorologo del Met Office.

Si prevede che il freddo continuerà per tutto il fine settimana e la prossima settimana con alcuni periodi di sole e rovesci di tipo invernale, principalmente a nord e nord-ovest.

La metà meridionale del Regno Unito rischia di essere più instabile a causa di alcuni periodi di pioggia e probabilmente anche di neve.

Featured image credit: @richard_hudds/Twitter

Fonte: The Watchers

Pubblicità