image_pdfimage_print

Di Teo Blaškovic – 14 Aprile 2022

Il modello di previsione Aurora viene eseguito alle 17:50 UTC del 14 aprile 2022

Un’espulsione di massa coronale (CME) è stata generata da un grande filamento alle 05:21 UTC dell’11 aprile 2022 e ha raggiunto la Terra intorno alla mezzanotte UTC del 14 aprile. Questo ha innescato una tempesta geomagnetica moderata di tipo G2.

Nelle 24 ore precedenti e fino alle 12:30 UTC del 14 aprile, l’ambiente eolico solare monitorato dal satellite DSCOVR ha mostrato un’influenza continua della CME di ieri prima dell’arrivo dell’alone della CME dell’11 aprile intorno alla mezzanotte UTC del 14 aprile. 1

Pubblicità

L’intensità del campo totale ha raggiunto il picco a 11 nT e la componente Bz ha subito numerose deviazioni verso sud dopo l’arrivo di questa CME.

Fino a questo momento è stata osservata una deviazione massima verso sud di -8 nT.

La velocità del vento solare è scesa a circa 420 km/s, per poi aumentare nuovamente con l’arrivo dell’attuale CME

RTSW 14 aprile 2022

Il flusso di elettroni di 2 MeV ha raggiunto livelli elevati con un flusso di picco di 1 420 pfu alle 13:50 UTC del 13 aprile, mentre il flusso di protoni di 10 MeV è rimasto ai livelli di fondo.

Il campo geomagnetico è rimasto a livelli per lo più calmi fino all’arrivo dell’11 aprile.

L’indice K geomagnetico di livello 4 è stato raggiunto alle 06:54 UTC del 14 aprile, seguito dall’indice K di 5 (G1 – Tempesta geomagnetica minore) alle 11:59 UTC e dall’indice K di 6 (G2 – Tempesta geomagnetica moderata) alle 16:30 UTC.

Impatti del potenziale della tempesta geomagnetica di classe G2:

Area di impatto principalmente intorno i poli, 55 gradi di latitudine geomagnetica.
Correnti indotte – Possono verificarsi interruzioni della rete elettrica. I sistemi di alimentazione ad alta latitudine potrebbero subire allarmi di tensione.
Veicolo spaziale – Potrebbero verificarsi irregolarità nell’orientamento del satellite; è possibile una maggiore resistenza sui satelliti in bassa orbita terrestre.
Radio – La propagazione radio HF (alta frequenza) può sbiadire alle latitudini più elevate.
Aurora – L’aurora può essere vista da New York al Wisconsin fino allo stato di Washington.

G1 – È probabile che un temporale geomagnetico minore persista fino al 15 aprile con effetti in corso dal CME, insieme all’arrivo di un flusso ad alta velocità del foro coronale di polarità positiva (CH HSS).

Per il 16 aprile sono attesi periodi principalmente instabili e attivi a causa dei continui effetti della CH HSS.

In termini di attività di brillamento solare, tutta l’azione è attualmente sul lato opposto del Sole prodotta da una vasta e complessa regione di macchie solari che si prevede diverrà visibile dalla Terra in circa 5 giorni.

Riferimenti:

1 Discussione sulle previsioni emessa: 14 aprile 2022 1230 UTC – Preparato dal Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti, NOAA, Space Weather Prediction Center

Credit immagine in evidenza: NOAA/SWPC

Fonte: The watchers

Pubblicità