image_pdfimage_print

Di TW 1 Luglio 2019

L’ultimo studio di Valentina Zharkova conferma l’arrivo di un prossimo Grand Solar Minimum dal titolo “Oscillazioni della linea di base del campo magnetico solare e irradiazione solare su una scala temporale millenaria” ed è stato accettato per la pubblicazione su Nature. Il suo Team prevede l’arrivo del prossimo Grand Solar Minimum, simile al Maunder Minimum, che avrà inizio nel 2020 e durerà fino al 2055. Ancora un Grande Minimo Solare arriverà nuovamente nel 2370 – 2415.

Con la pubblicazione di questo documento, la Zharkova chiarisce le sue nuove scoperte sul Super Grande Minimo Solare.

Quando GWPF ha rilasciato la sua presentazione ci sono state alcune speculazioni riguardo alle “diapositive sfuocate” che facevano riferimento ai prossimi cicli del Super Grande Minimo. Le diapositive erano confuse a causa di un processo di revisione dei dati. Ora dai dati resi di nuovo disponibili, capiamo che l’ultimo Super Grande Minimo Solare si è verificato all’inizio del Minimo di Maunder.

I calcoli del suo Team si accordano con le tempistiche del Minimo di Maunder (1645-1715), del Minimo di Wolf (1300-1350), del Minimo di Oort (1000-1050), del Minimo Omerico (800-900 aC); anche il periodo Caldo Medievale (900-1200), il periodo Caldo Romano (400-150 aC) e così via vengono riconosciuti con grande precisione.

Attualmente, nel ciclo dei Super Cicli del Grande Minimo, il campo magnetico di base e l’irradiazione solare stanno aumentando per raggiungere il massimo nel 2600, dopodiché il campo magnetico di base diminuirà per altri 1000 anni. Perché è così significativo? Mostra chiaramente periodi caldi e freddi come parte di questi complessi cicli naturali. Il nostro pianeta e il Sole si muovono in un complesso schema orbitale che a sua volta influenza il nostro clima.

L’IPCC ha riportato che 1,5 ° C (2,7 ° F) potrebbero essere raggiunti in meno di 11 anni e il modello di Valentina che utilizza il modello SIM (Solar Inertial Motion) prevede una tendenza al riscaldamento. Tuttavia, il suo Team prevede un aumento della temperatura terrestre di circa 0,5 ° C (0,9 ° F) per 100 anni.

Il prossimo grande minimo solare previsto, simile al Maunder Minimum, che inizierà nel 2020 e durerà fino al 2055, è un enorme motivo di preoccupazione. Stiamo già assistendo a un aumento di figure meteorologiche instabili, a grandi inondazioni prolungate, massicci fallimenti di colture e oscillazioni improvvise e selvagge della temperatura (sia verso l’alto che verso il basso) tra altri eventi estremi, tra cui eruzioni vulcaniche di alto livello, suggerendo che arriverà il momento che dovremo adattarci.

Il Minimo di Maunder, noto anche come “minimo prolungato delle macchie solari”, è il nome usato per il periodo tra il 1645 e il 1715 durante il quale le macchie solari divennero estremamente rare. Questo periodo è coinciso grosso modo con la parte centrale della Piccola Era Glaciale, durante la quale l’Europa e il Nord America hanno avuto temperature più fredde della media.

Sia la NASA che il NOAA stanno prevedendo un’attività solare molto bassa durante il prossimo ciclo solare (Solar Cycle 25), infatti, tramite i loro studi, sarebbe la più bassa da 200 anni.

Il NOAA ha rilasciato una previsione preliminare più modesta il 5 aprile 2019, analogamente alle previsioni della NASA di Kitiashvili che affermano che il ciclo 25 sarà simile per dimensioni al ciclo 24 o leggermente inferiore.

Il NOAA si aspetta che il massimo delle macchie solari si verifichi non prima dell’anno 2023 e non oltre il 2026 (Predizione di Kitiashvili 2024-2025), con un numero minimo di macchie solari di picco di 95 e un massimo di 130 (la Predizione di Kitiashvili è molto BASSA 50).

Inoltre, il NOAA prevede che la fine del ciclo 24 e l’inizio del ciclo 25 si verifichi non prima del luglio 2019 e non oltre settembre 2020. Il gruppo spera di pubblicare una previsione finale dettagliata per il ciclo 25 entro la fine del 2019.

Guardando il grafico indipendente del ricercatore solare David Birch, è chiaro che siamo già vicini ai livelli del Minimo di Dalton.

Image credit: David Birch

Il nuovo paper di Valentina:

  • “Oscillazioni della linea di base del campo magnetico solare e irradiazione solare su una scala temporale millenaria” – VV Zharkova, SJ Shepherd, SI Zharkov e E. Popova – Rapporti scientifici sulla natura – https://doi.org/10.1038/s41598-019-45584 -3

Abstract

Le recenti oscillazioni a lungo termine del campo magnetico di fondo solare associate alle onde a doppia dinamo generate negli strati interni ed esterni del Sole indicano che l’attività solare si sta dirigendo nei prossimi tre decenni (2019-2055) a un minimo moderno simile al Minimo di Maunder. D’altra parte, una ricostruzione dell’irradiamento solare totale suggerisce che dal momento del Minimo di Maunder c’è un aumento dell’irraggiamento solare totale (TSI) media del ciclo di un valore di circa 1-1,5 Wm -2 strettamente correlato con un aumento della temperatura terrestre di base (media). Per comprendere queste due tendenze opposte, abbiamo calcolato la curva sommaria a doppia dinamo delle variazioni del campo magnetico indietro di centomila anni, consentendoci di confermare forti oscillazioni dell’attività solare in regolari (11 anni) e di recente segnalate grandi (350-400 anni) cicli solari causati da azioni della doppia dinamo solare. Inoltre, le oscillazioni della linea di base (zero-line) del campo magnetico con un periodo di 1950 ± 95 anni (un grande super ciclo) vengono scoperte applicando un filtro di media corrente per sopprimere le oscillazioni su larga scala di cicli di 11 anni. L’ultimo minimo delle oscillazioni della linea di base è stato trovato in coincidenza con il grande minimo solare (Minimo di Maunder) avvenuto prima dell’inizio del ciclo super-grande corrente. Da allora, la magnitudine di base è aumentata lentamente verso il suo massimo nel 2600 per essere seguita dalla sua diminuzione e l’arrivo di un minimo nel ~ 3700. Queste oscillazioni del campo magnetico solare di base si trovano associate a un movimento inerziale solare a lungo termine attorno al baricentro del sistema solare e strettamente legate ad un aumento dell’irraggiamento solare e della temperatura terrestre negli ultimi due secoli. Si prevede che questa tendenza continui nei prossimi sei secoli e che possa portare ad un ulteriore aumento naturale della temperatura terrestre di oltre 2,5 ° C entro il 2600.

***

Per favore, dedica del tempo a guardare questa discussione facile da decifrare con Valentina Zharkova sul canale Grand Solar Minimum su Youtube:

Assicurati di controllare anche David DuByne, il nuovo libro di Bill & Richard Porter – Climate Revolution. Questo libro ha oltre 200 pagine che trattano in profondità l’argomento di The Grand Solar Minimum.

Fonte: The Watckers