2 aprile 2017 - 20:00 pm Pubblicato da

Tre moderati brillamenti solari di classe M4.4, M5.3 e M2.3 sono scaturiti dalla regione attiva 2644 (beta) tra ieri 1° aprile e oggi 2 aprile 2017. L’evento di classe M4.4 è iniziato alle 21:35, ha raggiunto la massima potenza alle 21:48 per terminare alle 22:05 UTC. E’ stato il primo brillamento solare di classe M dal 29 novembre 2016 e il più potente dal M5.5 avvenuto il 23 Luglio 2016.

Una emissione di tipo Radio IV è stata registrata alle 21:50 UTC. Le emissioni di Tipo IV si verificano in associazione a importanti eruzioni solari e sono tipicamente associati a forti emissioni di massa coronale (CME) con tempeste di radiazioni solari. Tuttavia, la nube di plasma emessa sembra essere diretta a nord-ovest e lontano dalla traiettoria del nostro pianeta.

 

Brillamento solare M4.4 del 1° aprile 2017. Credit: NASA SDO/AIA

brillamento solare M4.4 il 1 aprile 2017 - SDO AIA 304

Brillamento solare M4.4 del 1° aprile 2017. Credit: NASA SDO/AIA

CME prodotto da M4.4 brillamento solare il 1 aprile, 2017

La CME prodotta dal brillamento solare M4.4 dell 1° aprile 2017. Credit: ESA/NASA SOHO/LASCO C3

M4.4 solar flare on April 1, 2017 - DRAP

Brillamento solare M4.4 del 1° aprile 2017 – D-RAP. Credit: NOAA/SWPC

 

Altri due brillamenti solari di classe M sono esplosi dalla Regione 2644 nella giornata di oggi 2 aprile. Il primo, un M5.3, ha avuto inizio alle 07:50 UTC, per raggiungere la massima potenza alle 08:02 UTC e terminando alle 08:13 UTC. Il secondo, un M2.3, ha avuto inizio alle 12:52 UTC, per raggiungere la sua massima potenza alle 13:00 UTC e terminando alle 13:11 UTC. 

Una emissione di tipo IV è stata registrata alle 08:00 UTC, che indica una forte espulsione di massa coronale e una conseguente tempesta di radiazioni solari. Un tipo di emissione Radio II (velocità stimata di 628 km/s) è stato registrato alle 08:07 UTC. Emissioni di Tipo II si verificano in associazione a eruzioni solari e indicano in genere un’espulsione di massa coronale associato ad un evento di brillamento.

La posizione di questa regione non favorisce CME dirette verso la Terra.

brillamento solare M5.3 il 1 aprile 2017 - flusso di raggi X

brillamento solare M5.3 il 1 aprile 2017 - SDO AIA 131

Brillamento solare M5.3 del 2 aprile 2017. Credit: NASA SDO/AIA

brillamento solare M5.3 il 1 aprile 2017 - SDO AIA 304

Brillamento solare M5.3 del 2 aprile 2017. Credit: NASA SDO/AIA

brillamento solare M5.3 il 1 aprile 2017 - DRAP

Brillamento solare M5.3 del 2 aprile 2017 – D-RAP. Credit: NOAA/SWPC

Le macchie solari

Attualmente vi sono 4 regioni attive numerate sul sole, visibili dalla Terra

Le macchie solari su 2 aprile 2017

Le macchie solari del 2 aprile 2017. Credit: NASA/SDO

2644 – Beta

2645 – Beta-Gamma

2647 – Beta

2648 – Beta

La Regione 2644 (beta) ha sviluppato altri punti aggiuntivi a nord e a ovest della sua grande macchia, dove sembra provenire il brillamento M4.4.

La Regione 2645 (beta-gamma) ha continuato a mostrare una crescita dell’area, ma è rimasta relativamente tranquilla nelle ultime 24 ore, producendo solo attività di classe C. La nuova area 2648 è ruotata sul disco visibile ma ha prodotto soltanto un paio di brillamenti deboli di classe B.

Foto di presentazione: CME prodotto da M4.4 brillamento solare il 1 ° aprile, 2017. Credit: NASA/SDO AIA 304

Fonte: The Watchers

 

Attività Solare

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
(Ancora nessun voto)
Loading...