image_pdfimage_print

Del DR. TIM BALL – 13 Settembre 2018

L’errore CO2 è la radice della più grande truffa nella storia della Terra e ha già escluso nazioni e cittadini da trilioni di dollari, arricchendo notevolmente gli autori. Alla fine, il loro obiettivo è la tecnocrazia globale (alias sviluppo sostenibile), che afferra e sequestra tutte le risorse del nostro pianeta in una fiducia collettiva da loro gestita. ⁃ Editor TN

L’affermazione del Gruppo Intergovernativo sui Cambiamenti Climatici (IPCC) del riscaldamento globale causato dall’uomo (AGW) si basa sul presupposto che un aumento della CO2 atmosferica provoca un aumento della temperatura globale. L’affermazione dell’IPCC è ciò che la scienza chiama una teoria, un’ipotesi o, in inglese semplicemente, speculation. Ogni teoria si basa su una serie di ipotesi. Il metodo scientifico standard è sfidare la teoria cercando di confutarla. Karl Popper scrisse di questo approccio in un articolo del 1963, Science as Falsification. Douglas Yates disse:

Pubblicità

“Nessuna teoria scientifica raggiunge l’accettazione pubblica fino a quando non sarà stata screditata a fondo”.

Thomas Huxley ha fatto un’osservazione simile.

“Il promotore della conoscenza naturale rifiuta assolutamente di riconoscere l’autorità, in quanto tale. Per lui, lo scetticismo è il più alto dei doveri; fede cieca l’unico peccato imperdonabile.”

In altre parole, tutti gli scienziati devono essere scettici, il che rende una beffa l’accusa che coloro che hanno messo in discussione l’AGW, sono “scettici” sul riscaldamento globale. Michael Shermer fornisce una probabile spiegazione dell’efficacia della carica.

“Gli scienziati sono scettici. È un peccato che la parola “scettico” abbia assunto altre connotazioni nella cultura che coinvolgono nichilismo e cinismo. Davvero, nel suo significato puro e originale, è solo un’indagine ponderata.”

Il metodo scientifico non è stato utilizzato con la teoria dell’AGW. In realtà, si è verificato l’esatto contrario, hanno cercato di dimostrare la teoria. È un tapis roulant garantito per farti leggere, travisare, abusare e scegliere selettivamente dati e prove. Questo è esattamente ciò che l’IPCC ha fatto e ha continuato a fare.

Una teoria viene utilizzata per produrre risultati. I risultati non sono errati, sono esatti solo come le ipotesi su cui si basano. Ad esempio, Einstein usò la sua teoria della relatività per produrre la formula più famosa al mondo; e = mc 2. Non puoi dimostrarlo matematicamente in modo errato perché è il prodotto finale delle ipotesi che ha fatto. Per testarlo e confutarlo, si sfida uno o tutti i presupposti. Uno di questi è rappresentato dalla lettera “c” nella formula, che presume che nulla possa viaggiare più veloce della velocità della luce. Gli scienziati che sfidano la teoria sono alla ricerca di qualcosa che si muova più velocemente della velocità della luce.

Il presupposto più importante alla base della teoria dell’AGW è che un aumento della CO2 atmosferica globale provocherà un aumento della temperatura globale annuale media. Il problema è che in ogni record di temperatura e CO2, la temperatura cambia per prima. Pensa a quello che sto dicendo. L’ipotesi di base su cui l’intera teoria secondo cui l’attività umana sta causando il riscaldamento globale o il cambiamento climatico è errata. Le domande sono: come si è sviluppata e come persistono le false assunzioni?

La risposta è che l’IPCC aveva bisogno dell’ipotesi come base per la loro affermazione che gli umani stavano causando un catastrofico riscaldamento globale per un’agenda politica. Hanno fatto quello che fanno tutti gli accademici e hanno trovato una persona che ha dato la precedenza storica alla loro teoria. In questo caso, fu opera di Svante Arrhenius. Il problema è che non ha detto quello che sostengono. L’articolo del 2009 di Anthony Watts ha identificato molte delle difficoltà nel fare affidamento a Arrhenius. The Friends of Science aggiunsero conferma quando tradussero un lavoro più oscuro di Arrhenius del 1906. Scrissero,

Negli anni seguenti si sono svolte molte discussioni tra i colleghi, uno dei punti principali è l’effetto simile del vapore acqueo nell’atmosfera che faceva parte della cifra totale. Alcuni hanno respinto qualsiasi effetto della CO2. Non c’era un modo efficace per determinare con precisione questa divisione, ma nel 1906 Arrhenius modificò la sua opinione su come un aumento del biossido di carbonio avrebbe influito sul clima.

Il problema di Arrhenius che confonde un effetto del vapore acqueo per un effetto CO2 non è nuovo. La novità è che il crescente livello di evidenza empirica che l’effetto di riscaldamento della CO2, noto come sensibilità climatica, è zero. Ciò significa che i colleghi di Arrhenius che “hanno  respinto qualsiasi effetto della CO2″ sono corretti. In breve, la CO2 non è un gas serra.

L’IPCC attraverso la definizione di cambiamento climatico fornita dalla Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC) è stata in grado di predeterminare i loro risultati. 

Un cambiamento di clima che è attribuito direttamente o indirettamente all’attività umana che altera la composizione dell’atmosfera globale e che si aggiunge alla variabilità del clima naturale osservata per periodi di tempo considerevoli.

Ciò ha permesso loro di esaminare solo le cause umane, eliminando così quasi tutte le altre variabili del clima e dei cambiamenti climatici. Non è possibile identificare la parte umana se non si conosce o non si capisce la parte naturale, cioè senza i cambiamenti antropici. L’IPCC lo ha riconosciuto nel 2007 quando le persone hanno iniziato a porre domande sulla ristrettezza del loro lavoro. Hanno offerto quello che molte persone pensavano di usare e che avrebbe dovuto usare. Ingannevolmente, è apparso solo come nota a piè di pagina nel riassunto dei responsabili politici (SPM) del 2007, quindi era rivolto ai politici. Egli hanno riferito:

“I cambiamenti climatici nell’uso dell’IPCC si riferiscono a qualsiasi cambiamento nel tempo, dovuto alla variabilità naturale o all’attività umana. Questo utilizzo differisce da quello della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, in cui i cambiamenti climatici si riferiscono a un cambiamento del clima che è attribuito direttamente o indirettamente all’attività umana che altera la composizione dell’atmosfera globale e che si aggiunge alla variabilità climatica naturale osservato in periodi di tempo comparabili.”

Pochi all’epoca sfidavano il presupposto dell’IPCC che un aumento della CO2 causasse un aumento della temperatura globale. L’IPCC ha affermato che era vero perché quando hanno aumentato la CO2 nei loro modelli di computer, il risultato è stato un aumento della temperatura. Certo, perché il computer era programmato perché ciò accadesse. Questi modelli di computer sono l’unico posto al mondo in cui un aumento di CO2 precede e provoca un cambiamento di temperatura. Questo probabilmente spiega perché le loro previsioni sono sempre errate.

Un esempio di come la definizione ha consentito all’IPCC di concentrarsi sulla CO2 è quella di considerare i principali gas serra per nome e percentuale del totale. Sono vapore acqueo (H20) 95%, anidride carbonica (CO2) 4% e metano (CH4) 0,036%. L’IPCC è stato in grado di trascurare il vapore acqueo (95%) ammettendo che gli umani ne producono alcuni, ma la quantità è insignificante rispetto al volume atmosferico totale di vapore acqueo. La porzione umana di CO2 nell’atmosfera è circa il 3,4% della CO2 totale (Figura 1) Per dirla in prospettiva, circa una variazione del 2% nel vapore acqueo travolge completamente la porzione umana di CO2. Ciò è del tutto possibile perché il vapore acqueo è il gas più variabile nell’atmosfera, da regione a regione e nel tempo.

Figura 1

Nel 1999, dopo la produzione di due Rapporti IPCC nel 1990 e nel 1995, ipotizzando che un aumento di CO2 causasse un aumento della temperatura, apparve il primo record significativo nel nucleo di ghiaccio antartico a lungo terminePetit, Raynaud e Lorius sono stati presentati come la migliore rappresentazione dei livelli di temperatura, CO2 e deuterio per oltre 420.000 anni. Sembrava che la temperatura e la CO2 aumentassero e diminuissero di sintonia, quindi l’IPCC e altri presumevano che ciò dimostrasse che la CO2 stava causando variazioni di temperatura. Ricordo Lorius che avvertiva di non affrettarsi a giudicare e dire che non vi era alcuna indicazione di tale connessione.

Euan Mearns ha osservato nella sua solida valutazione che gli autori credevano che l’aumento di temperatura precedesse l’aumento di CO2.

Nel loro articolo fondamentale sul Vostok Ice Core, Petit et al (1999) [1] notano che la CO2 è in ritardo di alcune migliaia di anni durante l’insorgenza delle glaciazioni, ma non offrono alcuna spiegazione. Osservano inoltre che CH4 e CO2 non sono perfettamente allineati tra loro ma non offrono alcuna spiegazione. Il significato di queste osservazioni viene quindi ignorato. All’inizio delle glaciazioni, la temperatura scende ai valori glaciali prima che la CO2 inizi a scendere, suggerendo che la CO2 ha poca influenza sulla modulazione della temperatura in questi momenti.

Lorius ha riconfermato la sua posizione in un articolo del 2007.

“Il nostro nucleo di ghiaccio [Antartide orientale, Cupola C] non mostra alcuna indicazione che i gas a effetto serra abbiano svolto un ruolo chiave in tale accoppiamento [con forzante radiativa]”

Nonostante ciò, coloro che promuovono le affermazioni dell’IPCC hanno ignorato le prove empiriche. Sono riusciti a ignorare i fatti e lo hanno fatto fino ad oggi. Joanne Nova spiega parte del motivo per cui sono stati in grado di ingannare la maggior parte nel suo articolo, “Il ritardo della CO2 è di 800 anni rispetto la temperatura – rappresentato graficamente” quando ha scritto confermando la preoccupazione di Lorius.

“È impossibile vedere un ritardo di secoli su un grafico che copre mezzo milione di anni, quindi ho recuperato i dati dalle fonti originali …”

Nova ha concluso dopo l’espansione e l’esame più approfondito dei dati che,

La linea di fondo è che l’aumento delle temperature causa l’aumento dei livelli di carbonio. Il carbonio può ancora influenzare le temperature, ma questi nuclei di ghiaccio sono neutrali. Se entrambi i fattori causassero un aumento significativo l’uno dell’altro, il feedback positivo diventerebbe esponenziale. Vedremmo un effetto serra in fuga. Non è successoAlcuni altri fattori sono più importanti dell’anidride carbonica o il ruolo del carbonio è minore.

Al Gore sapeva che i dati sul core del ghiaccio mostravano prima i cambiamenti di temperatura. Nel suo film di propaganda, An Inconvenient Truth, ha separato il grafico della temperatura e della CO2 abbastanza da rendere più difficile il confronto tra i due grafici. Quindi distrasse dall’istrionismo di Hollywood salendo su un carrello elevatore fino alla lettura distorta del 20° secolo.

Thomas Huxley disse:

“La grande tragedia della scienza – l’uccisione di una bella ipotesi da un fatto brutto.” 

Il fatto brutto più recente è stato che dopo il 1998 i livelli di CO2 hanno continuato ad aumentare ma le temperature globali hanno smesso di aumentare. Altri fatti brutti includevano il ritorno di inverni freddi e nevosi che creavano un problema di pubbliche relazioni entro il 2004. Apparvero cartoni animati (Figura 2.)

figura 2

Le persone che controllavano l’inganno dell’AGW erano consapevoli di ciò che stava accadendo. Le e-mail del 2004 trapelate dall’Università dell’East Anglia ne hanno rivelato la preoccupazione. Nick al Minns/Tyndall Center, che ha gestito la pubblicità per la storia del clima, ha detto:

“Nella mia esperienza, il congelamento del riscaldamento globale è già un problema di pubbliche relazioni con i media”. 

L’esperto di clima svedese sull’IPCC Bo Kjellen ha risposto,

“Concordo con Nick sul fatto che i cambiamenti climatici potrebbero essere un’etichettatura migliore del riscaldamento globale.”

La disconnessione tra i livelli di CO2 atmosferica e le temperature globali è continuata dopo il 1998. Il livello di cecità deliberata di quella che divenne nota come “pausa” o iato divenne ridicolo (Figura 3).

Figura 3

L’ipotesi che un aumento di CO2 causi un aumento della temperatura è stata erroneamente affermata nella scienza originale da Arrhenius. Ha erroneamente attribuito il riscaldamento causato dal vapore acqueo (H2O) alla CO2. Tutte le prove da allora confermano l’errore. Ciò significa che la CO2 non è un gas serra. C’è un effetto serra ed è dovuto al vapore acqueo.  L’intera affermazione che la CO e in particolare la CO2 antropica è assolutamente sbagliata, eppure questi cosiddetti scienziati hanno convinto il mondo a sprecare miliardi di miliardi per ridurre la CO2. Se vuoi parlare di collusione, considera il fumetto in Figura 4.

Figura 4

Fonte: Technocracy

Pubblicità