20 giugno 2017 - 12:00 pm Pubblicato da
image_pdfimage_print

Le temperature nella regione polare, come possiamo vedere dal grafico messo gentilmente a disposizione dall’ente meteorologico danese DMI, sono risultate per la maggior parte del tempo sotto la media o in media nelle ultime 6 settimane.

Questo il motivo principale della forte frenata che ha subito lo scioglimento dei ghiacci presenti nella zona artica che in questa stagione avviene in modo fisiologico.

A sua volta il raffreddamento della zona artica e dovuto ad un minore irraggiamento solare (bassa attività solare del ciclo 24) conseguenza della minor quantità di EUV (ultravioletti) assorbita dall’atmosfera e ad un conseguente raffreddamento delle acque oceaniche circostanti.

http://ocean.dmi.dk/arctic/meant80n.uk.php

 

Sopra le proiezioni per il mese di luglio delle anomalie delle temperature (SSTA) delle acque degli oceani, con vistose anomalie negative ai poli. Credit: NASA 

 

Ma come al solito nulla è stato detto o scritto dagli scienziati climatici o dai servizi di informazione di parte.

E aggiungo che chiaramente se ne guardano bene dal farlo.

Come farebbero a giustificare il fatto di farvi pagare una tassa senza poter giustificare un mondo che dipingono continuamente verso la catastrofe inevitabile a causa vostra?

Continuiamo a monitorare la situazione riferendovi quello che accade in realtà, senza catastrofismi inutili.

Enzo
Attività Solare

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
(26 voti, media: 4,46 su 5)
Loading...