image_pdfimage_print

Di Geir Aaslid – 2 Aprile 2022

Diamo i dati della temperatura da rilevazione satellitare UAH dal Dr. Roy Spencer per il mese di marzo. La deviazione della temperatura globale misurata dal satellite dalla temperatura media (TLT) per marzo si corregge leggermente fino a 0,15° C rispetto al mese precedente, nel sesto anno di raffreddamento globale. L’interruzione del riscaldamento globale significativo è ancora presente. Ci riferiamo al mese di gennaio (2019) per informazioni su come l’UN Climate Panel ridefinisce il calcolo climatico. Per informazioni sul fenomeno meteorologico ENSO (El Niño e La Niña), vedere Notizie sul clima120.

UAH i dati sulla temperatura dalla troposfera

UAH sta per “University of Alabama Huntsville”, che pubblica gli scostamenti mensili dalla temperatura media globale per il periodo di riferimento 1991-2020. Questo è uno dei cinque set di dati globali per la temperatura e da molti considerato il set di dati di più alta qualità. Marzo 2022 corregge fino a (0,15° C) dal mese precedente (- 0,01° C).

Pubblicità
  • l’emisfero settentrionale è risultato leggermente con la temperatura in aumento, 0,27° C, da 0,01° C del mese scorso.
  • L’emisfero australe è restato quasi invariato a 0,02° C, da -0,02° C del mese scorso.
  • I tropici sono risultati leggermente in aumento a -0,08° C, da -0,24° C del mese scorso.
  • USA48 è risultato leggermente in rialzo a 0,21° C, da -0,05° C del mese scorso.
  • L’Artico in forte aumento a 0,74° C, da -0,31° C del mese scorso.
  • L’Australia sale a 0,02° C, da -0,50° C del mese scorso.

I dati provengono dalla troposfera inferiore (puoi vedere la temperatura UAH per ogni mese dal 1979 qui), ma chi è interessato può trovare dati UAH anche per la troposfera media, la tropopausa e la stratosfera inferiore.

Avvisi ENSO

ENSO sta per “El Niño Southern Oscillation” e consiste in due fasi della corrente oceanica più significativa del nostro pianeta, un fenomeno meteorologico nell’Oceano Pacifico che fornisce lo scambio di calore tra l’oceano e l’atmosfera; El Niño (deviazione superiore a 0,5 C) dove l’acqua superficiale calda cede calore all’atmosfera con la convezione del vapore acqueo e La Niña (deviazione inferiore a -0,5 C) dove l’acqua superficiale più fredda contribuisce ad abbassare la temperatura atmosferica. È la radiazione solare e il calore geotermico dal basso che contribuiscono alla variazione della temperatura del mare, e non la CO2. Il fenomeno ENSO non influisce in modo permanente sulla temperatura globale e di solito vediamo un ritorno alla temperatura normale nel tempo. Tuttavia, l’industria del clima vende le ondate di calore come il riscaldamento artificiale provocato dai combustibili fossili, mentre tutte le ondate di freddo vengono affrontate con il silenzio o descritte come condizioni meteorologiche estreme.

Questa previsione suggerisce una stagione continua di  La Niña  per il resto del 2022.

Il NOAA negli Stati Uniti modella il suo ultimo stato ENSO per SST (temperatura della superficie del mare), nella figura di una recente analisi (28 marzo) una stagione La Niña continuata per tutta la primavera (53% di probabilità da giugno ad agosto) nell’emisfero settentrionale, con 40-50 % di possibilità di un proseguimento  della stagione de La Niña o di un ritorno alle condizioni neutre dopo agosto.

Fonte: klimarealistene

Pubblicità