image_pdfimage_print

Di CAPP ALLON – 4 Luglio 2020

Mentre i media occidentali sono ancora ossessionati dall’ondata di caldo nella Siberia settentrionale – che volge ormai al termine – ciò che non riescono a spiegare, o addirittura a riconoscere, è la miriade di grandi e anomale zone fredde a ovest e sud.

L’attività solare storicamente bassa sta indebolendo il flusso del jet stream, un fiume di aria in rapido movimento che viaggia a circa 10 km di altezza deviando il flusso più meridionale (ondulato).

Pubblicità

Questo fenomeno sta influenzando tutte le configurazioni meteorologiche in tutto il pianeta ed è responsabile di periodi lunghi del tempo insolitamente caldo/secco in alcune vaste zone e condizioni insolitamente fredde/umide in altre.

Quindi, mentre la Siberia settentrionale ha indubbiamente sperimentato un prolungato periodo di caldo negli ultimi tempi, a ovest (vedi qui) e a sud, hanno regnato basse temperature e bufere di neve estive.

E continua a dominare:

I pastori nella Contea di Tekes, nella Regione Autonoma di Uigura nello Xinjiang della Cina nord-occidentale, hanno subito pesanti perdite questa settimana dopo una tormenta estiva che ha congelato a morte oltre 500 animali da bestiame in tutta la contea:

L’inaspettata esplosione di freddo invernale ha anche interrotto il traffico nella Contea Autonoma di Nilka nella Prefettura Autonoma del Kazakistan. Più di 400 turisti su 130 veicoli sono rimasti bloccati sul Monte Tangbra o sull’autostrada Dushanzi-Kuche, che attraversa il Monte Tianshan dalla sua estremità meridionale a quella settentrionale.

Questa è la realtà del clima in continua evoluzione sulla Terra.

Ma il MSM si rifiuta di riconoscere il quadro completo e sono sempre e solo interessati alle storie di calore e siccità che possono poi torcere per sostenere la loro catastrofica teoria antropogenica del riscaldamento globale.

Tuttavia, le prove continuano a costruire indicando che i TEMPI FREDDI stanno effettivamente tornando, prove che includono attività solare storicamente bassa ,  raggi cosmici che nuclizzano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale .

Anche la NASA sembra concordare, se leggi tra le righe, con le loro previsioni per questo prossimo ciclo solare (25) vedendolo come “il più debole degli ultimi 200 anni”, con l’agenzia che mette in relazione i precedenti arresti solari con periodi prolungati di raffreddamento globale qui.

Preparati di conseguenzaimpara i fatti, trasferisciti se necessario e fai crescere il tuo sapere.

Fonte: ELECTROVERSE

Pubblicità