image_pdfimage_print

Di Nathan Worcester – 23 Novembre 2021

Da un’intervista esclusiva, la scienziata Valentina Zharkova ha dichiarato a The Epoch Times che il suo studio del 2015 che prevedeva l’inizio di un grande minimo solare tra il 2020 e il 2053 è stato confermato, spingendola ad avvertire che le temperature potrebbero presto scendere rapidamente.

I grandi minimi solari durano per più cicli solari, durante i quali il sole produce meno energia e l’attività delle macchie solari è bassa. Durante un precedente grande minimo solare, il minimo di Maunder tra il 1645 e il 1715, i ghiacciai si espansero e il Tamigi in Inghilterra si congelò frequentemente.

Pubblicità

“La temperatura durante l’attuale grande minimo solare sarà leggermente superiore a quella durante il minimo di Maunder, e questo grande minimo solare sarà più breve”, ha previsto la Zharkova.

Nella loro pubblicazione del 2015, la Zharkova e i suoi colleghi hanno derivato una coppia di componenti principali dal campo magnetico di fondo solare. Hanno collegato questi componenti a una coppia di onde magnetiche originate da diversi strati del sole.

Attraverso un’analisi più approfondita, il team ha estrapolato quelle onde indietro nel tempo, producendo risultati che corrispondevano strettamente all’attività delle macchie solari negli 800 anni precedenti. Ha usato la stessa metodologia per prevedere un grande minimo solare nei prossimi decenni.

Come prova del grande minimo solare, la Zharkova ha citato i dati delle macchie solari dell’Osservatorio Reale del Belgio insieme alle recenti basse temperature e agli estremi climatici, tra cui l’inverno più freddo mai registrato al Polo Sud e il clima insolitamente freddo e nevoso del Texas all’inizio del 2021.

Da parte sua, la NASA ha dichiarato nel 2019 che “le previsioni per il prossimo ciclo solare dicono che sarà il più debole degli ultimi 200 anni”, il che è coerente con il periodo minimo di Dalton di bassa attività delle macchie solari e temperature globali relativamente basse che vanno approssimativamente dal 1790 al 1830.

Tuttavia, l’agenzia ha affermato che un grande minimo solare, se dovesse verificarsi, “servirebbe solo a compensare alcuni anni di riscaldamento causato dalle attività umane”.

La Zharkova, al contrario, ha sostenuto che un grande minimo solare potrebbe ridurre le temperature globali fino a 1 grado Celsius.

Ha anche detto a The Epoch Times che i costi dell’anidride carbonica atmosferica potrebbero essere in qualche modo sopravvalutati, sottolineando che il suo aumento si è verificato nello stesso momento in cui le aspettative di vita globali sono raddoppiate.

Uno studio recente ha suggerito che l’aumento dell’anidride carbonica atmosferica è stato responsabile fino al 40% dei miglioramenti nei raccolti chiave degli Stati Uniti dal 1940.

La Zharkova ritiene che i governi dell’emisfero settentrionale dovrebbero preparare i loro cittadini a un brusco calo delle temperature nei prossimi decenni.

Eppure, per ora, i governi di tutto il mondo si sono posizionati per affrontare il riscaldamento globale antropogenico, come evidenziato dal recente vertice COP26 a Glasgow, in Scozia.

L’attuale record di temperatura è stato oggetto di controversie. Varie fonti, tra cui i dati satellitari raccolti dall’Università dell’Alabama a Huntsville, dall’Unione Europea e da altre agenzie, hanno mostrato temperature globali insolitamente elevate negli ultimi decenni, che molti scienziati ritengono siano coerenti con il riscaldamento globale guidato dall’attività umana. Altre fonti criticano alcuni di questi dati, concludendo che le conclusioni sul riscaldamento globale antropogenico sono false, sopravvalutate o fuorvianti.

La Zharkova pensa che almeno alcune delle persone coinvolte nella promozione del riscaldamento globale siano consapevoli della possibilità di raffreddamento terrestre nel prossimo futuro.

“Vogliono guadagnare i loro soldi – le tasse, o qualsiasi cosa ottengano dalla tecnologia verde – il prima possibile, perché saranno esposti molto rapidamente”, ha affermato.

Fonte : The Epoch Times

Pubblicità