image_pdfimage_print

Di Tony Heller – 28 Gennaio 2019

La NASA presenta in modo prominente questo grafico per la “temperatura globale” che mostra un andamento molto stretto tra diversi set di dati di diverse agenzie governative dal 1880.

NASA: Climate Change and Global Warming

Pubblicità

Ora vi mostrerò le prove per cui l’unico modo in cui ciò potrebbe accadere è attraverso la collusione tra le agenzie. Non ci sono abbastanza dati disponibili per generare un record di temperatura globale a lungo termine coerente, tanto meno avere un accordo ravvicinato da parte di agenzie indipendenti.

Nel 1978, il New York Times riferì che c’erano troppi pochi dati di temperatura dall’emisfero australe per trarre conclusioni attendibili.

Un team internazionale di esperti trova la tendenza al raffreddamento di 30 anni nell’emisfero settentrionale

New York Times, 5 gennaio 1978

Il rapporto, è stato stilato dagli esperti tedeschi, giapponesi e americani, apparso nel numero del 15 dicembre su Nature, rivista britannica. I risultati indicano che dal 1950 al 1975 il raffreddamento, per decennio, della maggior parte degli indici climatici nell’emisfero settentrionale era compreso tra 0,1 e 0,2 gradi Celsius, risultando approssimativamente tra 0,2 e 0,4 gradi Fahrenheit.

I dati dell’emisfero australe, in particolare a sud della latitudine 30° sud, sono così esigui che non sono possibili conclusioni attendibili, afferma il rapporto. Il 30° parallelo di latitudine sud passa attraverso il Sudafrica, il Cile e l’Australia meridionale. La tendenza al raffreddamento sembra estendersi almeno in parte nell’emisfero australe, ma ci sono state indicazioni di riscaldamento ad alte latitudini meridionali.

https://www.nytimes.com/1978/01/05/archives/international-team-of-specialists-finds-no-end-in-sight-to-30year.html


Nel 1981, James Hansen della NASA riportò la stessa cosa. Ci sono pochi dati storici dall’emisfero australe e dagli oceani.

Climate Impact of Increasing Atmospheric Carbon Dioxide | Science

In questa e-mail di Climategate del 2009, Phil Jones di CRU riferiva che c’erano pochissimi dati sulle navi in ​​vaste aree dell’emisfero australe e che i dati storici in quelle regioni erano “per lo più inventati”.

di2.nu/foia/foia2011/mail/2729.txt

Le mappe della NOAA mostrano che in quel periodo vi erano pochissimi dati di rilevamenti da termometro di qualità al di fuori degli Stati Uniti nell’anno 1900.

A Critical Review of Global Surface Temperature Data Products by Ross McKitrick :: SSRN

Stessa storia nel 1920. Pochissimi dati di qualità al di fuori degli Stati Uniti, Europa occidentale, Giappone e parti dell’Australia.

station-counts-1891-1920-temp.png (825×638)

Ci sono ancora grandi aree di dati mancanti, rappresentati dal colore grigio nella mappa NOAA sottostante.

201809.gif (1052×743)

Tuttavia, la mancanza di dati non impedisce alla NOAA di dichiarare caldo record in luoghi senza dati da misurazioni con termometro.

Fake Data – The Basis Of Climate Science | The Deplorable Climate Science Blog

Gli Stati Uniti hanno l’unico set di temperature di lungo termine di alta qualità che copre una vasta area del mondo e il record di temperatura degli Stati Uniti è massivamente alterato – trasformando 90 anni di raffreddamento in riscaldamento.

NOAA US Data Tampering Update | The Deplorable Climate Science Blog

Nessun scienziato legittimo potrebbe modificare dati come questo. Se hanno delle teorie su possibili problemi con i dati, il modo corretto per gestirli è mettere le barre di errore sul grafico – non alterare i dati e presentarli come se fossero i dati effettivi da termometro. Questa è frode, non scienza. Tra il 1999 e il 2016, la NASA ha completamente modificato la forma del grafico della temperatura degli Stati Uniti per trasformare i settant’anni di raffreddamento in riscaldamento.

NASA 1999   NASA 2016

Per quanto riguarda le temperature globali, negli ultimi 20 anni la NASA ha modificato radicalmente il proprio record di temperatura superficiale e ha raddoppiato il riscaldamento pre-2000. Come possono quattro diverse agenzie indipendenti inventare quattro grafici molto simili, quando la NASA non è nemmeno d’accordo con i dati stessi di 20 anni fa?

Spreadsheet     Data

I grafici della temperatura superficiale della NASA hanno completamente cancellato il raffreddamento post-1940 visto nei grafici NCAR del 1974.

NCAR 1974      NASA 2018

Questa rimozione del “blip del 1940” è stata apportata intenzionalmente. Gli scienziati del clima hanno apertamente discusso il loro desiderio di liberarsi dal calore degli anni ’40.

di2.nu/foia/1254108338.txt

Ma i documenti storici mostrano che il periodo intorno al 1940 fu molto caldo – con i ghiacciai che si sciolsero rapidamente in Groenlandia, nel Nord America e in Europa.

17 Dec 1939, Page 15 – Harrisburg Sunday Courier

18 Feb 1952 – POLAR ICE THAW INCREASING

Questo calore degli anni ’30 e ’40 si trasformò rapidamente in raffreddamento, che è stato in gran parte cancellato negli attuali grafici della temperatura della NASA.

January 30, 1961 – NYTimes

U.S. and Soviet Press Studies of a Colder Arctic – The New York Times

12 Jun 1975, Page 10 – The Ogden Standard-Examiner at Newspapers.com

TIME Magazine Archive Article — Another Ice Age? — Jun. 24, 1974

Un recente incontro di esperti sul clima a Bonn, nella Germania occidentale, è arrivata alla conclusione unanime che il cambiamento dei modelli meteorologici globali rappresenta una grave minaccia per l’agricoltura, che potrebbe portare a gravi carestie e alla fame di massa.

Climate Changes Endanger World’s Food Output – The New York Times

Wayback Machine

12 Jun 1974, Page 20 – at Newspapers.com

21 Jul 1974, 13 – The Des Moines Register at Newspapers.com

25 Nov 1981, 13 – Chicago Tribune at Newspapers.com

OIL SPILLS CALLED PERIL TO CLIMATE – The New York Times

Climatologists Are Warned North Pole Might Melt – The New York Times

Youngstown Vindicator – Google News Archive Search

16 Apr 1970, 18 – The Boston Globe at Newspapers.com

02 Jun 1975, Page 76 – Chicago Tribune at Newspapers.com

09 Mar 1980, 4 – The Dispatch at Newspapers.com

https://www.sciencenews.org/sites/default/files/8983

15 Apr 1973, 59 – The Post-Crescent at Newspapers.com

11 Oct 1975, Page 41 – Daily Independent Journal at Newspapers.com

14 Apr 1973, Page 8 – Iowa City Press-Citizen

THE ROLE OF NOAA’S CLIMATE PREDICTION CENTER IN THE DEVELOPMENT OF CLIMATE SERVICES

The Genesis Strategy – The New York Times

29 Jan 1974, 5 – The Guardian at Newspapers.com

The National Geographic Archive | November 1976 | page 1

TimesMachine: December 29, 1974 – NYTimes.com

21 Jul 1974, 13 – The Des Moines Register at Newspapers.com

‎www.denisdutton.com/newsweek_coolingworld.pdf

Ho lavorato con i dati della temperatura globale e so che è possibile produrre qualsiasi grafico di temperatura globale ad hoc come si desidera selezionando il giusto set di stazioni. Ci sono quantità grossolanamente inadeguate di dati storici e attuali per produrre un significativo grafico della temperatura a lungo termine per la Terra. Gran parte dei dati è falsa, per loro stessa ammissione.

I migliori dati di temperatura impostati (di gran lunga) sono i dati degli Stati Uniti, che sono stati modificati dalla NOAA e NASA negli ultimi 20 anni per trasformare 90 anni di raffreddamento in riscaldamento. Anche le temperature globali sono state massicciamente modificate negli ultimi 45 anni. E gli scienziati del clima si sono uniti per rimuovere il blip degli anni ’40.

Non c’è alcun modo immaginabile in cui questo grafico possa essere prodotto senza molta collusione tra le quattro agenzie “indipendenti”.

Fonte: Real Climate Science

Pubblicità