Di Chris Frey – 7 Gennaio 2024

Prefazione: Nel primo bollettino sul freddo del nuovo anno, questa volta l’attenzione è rivolta all’Europa in generale e al Nord Europa in particolare. Ma fa molto freddo anche altrove. Soprattutto, l'”estate” in Antartide sembra eclissare tutti i precedenti record di freddo. Vediamo se questo verrà menzionato da qualche parte dall’MSM.

Novità del 2 gennaio 2024:

La nevicata più abbondante a Seoul degli ultimi 42 anni

La capitale della Corea del Sud ha stabilito uno storico record di nevicate mensili durante il fine settimana.

L’Agenzia meteorologica coreana ha confermato che i 12,2 cm di neve di sabato 30 dicembre sono stati effettivamente la più grande quantità di neve caduta in 24 ore dal 1981.

L’agenzia ha affermato che durante il fine settimana è stato emesso un avviso di nevicate per l’intera area nella zona Seoul, aggiungendo che ci sono state anche nevicate significative e dirompenti in numerose altre aree della Corea del Sud.

———————————–

Alpi europee di nuovo colpite: morti a causa delle numerose valanghe

Negli ultimi mesi sulle Alpi è caduta più neve di quanta ne sia caduta da molto tempo: il “miglior inizio di stagione sciistica di sempre”.

L’idea che il passatempo invernale più popolare d’Europa sia un ricordo del passato ha subito una battuta d’arresto dopo che le temperature in tutta la regione sono “cadute da un dirupo” a novembre, tornando a un “clima frizzante come negli anni ’90”, riferisce goodnewsnetwork.org. Ed è lì che sono rimasti da allora.

All’inizio della stagione, i media hanno riferito di una “difficile stagione sciistica che ci attende a causa del riscaldamento globale”.

Ma Madre Natura li ha presto costretti a condividere storie sulla “troppa neve” o, come la chiamavano, sul “tempo”:

Quella che segue è un’immagine di Getty Images che non siamo autorizzati a mostrare.

Nonostante la strana visione della realtà da parte dei media attivisti, le località di villeggiatura delle Alpi hanno goduto di un’altra ondata di neve fresca alla fine di dicembre, con molte località, come la Zillertal vicino a Mayrhofen, che sono cadute di un metro nel giro di 24 ore.

St. Anton in Austria ha il manto nevoso più alto del mondo con oltre 3,5 metri e la maggior parte delle stazioni sciistiche europee ha ormai quasi tutte le proprie piste aperte. A Les Trois Vallées, oltre l’80% dell’enorme comprensorio sciistico lungo 600 km è in funzione, e storicamente all’inizio della stagione.

Segue una sezione sul pericolo di valanghe e una prospettiva di ulteriore freddo e neve.

———————————–

Europa: per la prima volta nella stagione si sono toccati i -40°C

Deve fare freddo per nevicare, un’altra verità che i warmisti sanno come evitare.

Oggi, l’afflusso di freddo artico, che porterà all’Europa le suddette quantità di neve, arriva in Scandinavia da nord.

La Svezia ha raggiunto il suo primo valore europeo di -40°C della stagione martedì mattina, 2 gennaio, quando sono state registrate minime inferiori a -40°C in tre stazioni, con Nikkaluokta che ha registrato il valore più basso a -40,5°C.

Le forti gelate di gennaio in Scandinavia seguono un dicembre molto freddo.

Partendo dalla Svezia, le anomalie della temperatura per dicembre 2023 variavano da circa 1 a 6°C al di sotto della norma multidecennale:

In Finlandia, le anomalie del mese scorso sono state comprese tra 1,6 e 4,2°C al di sotto della media:

Anche qui si prospetta l’imminente ondata di freddo in quasi tutta Europa.

———————————–

Alla fine di questo blog, c’è una sezione sui processi solari.

Collegamento: ELECTROVERSE

———————————–

Novità del 3 gennaio 2024:

Antartide: il dicembre più freddo di sempre

Almeno negli ultimi anni, l’Antartide ha registrato un mese troppo freddo dopo l’altro, stabilendo una moltitudine di record di basse temperature. L’inverno più freddo finora (da aprile a settembre) è stato il più impressionante del 2021.

Secondo i dati recentemente pubblicati, dicembre 2023 ha continuato questa tendenza.

La media mensile a Vostok è stata di -34,2 °C), che è un altro mese troppo freddo e il secondo dicembre più freddo dal 1958, dopo il dicembre 1999, che ha superato di poco il dicembre storicamente freddo dello scorso anno di -34,1 °C.

Le cinque medie più basse di dicembre sono le seguenti:

1999: -35.1°C

2023: -34.2°C

2022: -34.1°C

1961: -34°C

2002: -34°C

La seconda metà del mese (-34,3°C) è stata ancora più fredda della prima metà (-34,1°C), con il periodo 16-31 dicembre che è passato alla storia come il periodo più freddo di questo periodo nella storia documentata (dal 1958), superando di poco l’anno 1999:

Il gelo estivo anomalo in Antartide si è diffuso anche nel nuovo anno. Nel 2024, più precisamente il 1° gennaio alle 22:50 UTC, è già stata misurata una temperatura di -41.8°C.

Più e più volte è stato dimostrato che l’Antartide si sta raffreddando, e i dati sono chiari.

Freddo record di tutti i tempi in Lapponia

Alcune zone della Scandinavia hanno registrato temperature basse senza precedenti questa settimana.

A Kvikkjokk-Årrenjarka, nella Lapponia svedese settentrionale, martedì sera è stata registrata una minima di -43,4°C, che ha superato la precedente minima di -43°C del 1918, cioè dell’epoca della Prima Guerra Mondiale, e risale al 1901 nei libri dei record.

Questa è anche la seconda temperatura più bassa in Svezia dalla storica ondata di freddo del 1999, appena dietro i -43,8°C registrati a Naimakka nel dicembre 2021.

———————————–

In alcuni rapporti, il nuovo record per Kvikkjokk è di -43,6°C.

A complemento dell’articolo di ieri sul gelido dicembre scandinavo, i dati per la Norvegia sono ora disponibili e, come per Finlandia e Svezia, non offrono sorprese…
Dicembre 2023 in Norvegia è stato caratterizzato da un’anomalia media di -3,2°C (mappa per gentile concessione di @Meteorologene):

Inoltre, il gelo di dicembre non si è limitato alla Scandinavia. Anche l’Estonia a sud ha registrato un mese freddo superiore alla media. Con una temperatura media di -2,5 °C, il paese era di 1,5 K al di sotto della media multidecennale di dicembre.

———————————–

Segue una sezione sull’imminente freddo in Europa e negli Stati Uniti. Questo è già stato documentato da Joe Bastardi qui.

———————————–

Un’altra “giornata fredda” a Delhi

I venti gelidi provenienti da nord hanno contribuito a far scendere la temperatura nella capitale indiana sotto i 20 gradi Celsius per il terzo anno consecutivo, hanno confermato martedì i funzionari del Dipartimento meteorologico indiano (IMD).

L’Osservatorio di Safdarjung, che è rappresentativo del clima di Delhi, ha registrato una massima di 17,2°C ieri, 17°C lunedì e 15,9°C domenica.

Un’altra stazione della città, Lodhi Road, si è addirittura qualificata come “giornata fredda” martedì, con una massima di soli 16,2°C – 4,8K al di sotto della norma.

L’IMD definisce un “giorno freddo” come un giorno in cui la massima giornaliera è di 4,5 °C o più al di sotto della norma e la minima è inferiore a 10 °C.

Nelle stazioni cittadine di Mungeshpur (13,2°C) e Jafarpur (13,7°C), il valore massimo è stato ancora più basso. Tuttavia, l’IMD esclude entrambe le stazioni perché sono nuove stazioni meteorologiche automatiche (AWS) e non ci sono ancora “valori normali definiti”.

———————————–

La sezione seguente include tre grafici che non sono stati trovati da nessun’altra parte. Pertanto, sono mostrati qui, anche se non hanno nulla a che fare con il tempo:

La prova che siamo in crisi… Dove sei?

Il Dr. Matthew M. Wielicki di irrationalfear.substack.com [anche paywall] si chiede, come può esserci un’emergenza climatica o una crisi climatica o un collasso climatico se…

1. Il numero di disastri idrologici, meteorologici e climatologici è diminuito dal 2000:

2. Il numero di decessi legati a questi eventi è diminuito dal 2000:

3. I costi associati a queste catastrofi sono diminuiti dal 2000:

Le affermazioni di un’emergenza climatica sono propaganda non scientifica per la ricchezza, il potere e il controllo, sottolinea Wielicki.

———————————–

Questo blog di notizie si conclude con un’altra sezione sui processi solari.

Collegamento: ELECTROVERSE

———————————–

Novità del 4 gennaio 2024:

Il primo rapporto appartiene a una sezione di wetteronline.de su una tempesta di neve in Danimarca. Il fatto che la Danimarca non sia stato l’unico paese interessato da questo fenomeno è dimostrato dalle seguenti relazioni:

Abbondanti nevicate paralizzano la Norvegia meridionale

Alle basse temperature da record nei paesi nordici si sono aggiunte abbondanti nevicate questa settimana.

Giovedì mattina, la Finlandia ha registrato le temperature più basse di gennaio dal 2006 (-42,3°C all’aeroporto di Enontekiö). La vicina Svezia ha mantenuto la minima del giorno precedente di -43,2°C a Kvikkjokk-Årrenjarka, -42,9°C a Karesuando, -42,7°C a Jäckvik e Naimakka e -42,5°C a Nikkaluokta.

La Norvegia ha registrato -41,8 °C a Kautokeino nelle prime ore di giovedì.

Il freddo della Norvegia è una cosa, ma la neve è un’altra cosa, soprattutto nel sud del paese, dove migliaia di norvegesi sono rimasti intrappolati dai cumuli di neve all’inizio del nuovo anno.

Le enormi masse di neve che hanno sepolto gran parte della parte meridionale del paese sono state descritte come “insolite” dall’Agenzia meteorologica norvegese e i meteorologi prevedono molta più neve nei prossimi giorni/settimane.

All’inizio dell’anno, ci sono stati avvisi di forti nevicate combinate con forti venti, e in effetti gli avvisi si sono avverati, interrompendo il traffico e tagliando l’elettricità a decine di migliaia di residenti, soprattutto nel sud-ovest.

La nevicata è stata così abbondante che le autorità hanno istituito squadre di emergenza nelle città meridionali di Kristiansand e Arendal, così come nel comune costiero più piccolo di Risør, dopo che lunedì sera era caduto quasi un metro di neve.

Le comunità costiere meridionali hanno deciso di tenere chiuse le scuole per il resto della settimana a causa delle condizioni artiche, newsinenglish.no rapporti.

Invece di bruciare sotto un sole invernale “bollente”, la Norvegia è alle prese con temperature record dall’inizio dell’autunno, che hanno quasi fermato il nuovo costoso progetto di “salvataggio del pianeta” della città.

———————————–

Quella che segue è una sezione sulla prima mega tempesta di neve della stagione negli Stati Uniti orientali. Allon cita poi un articolo sul ghiaccio intorno all’Antartide con un link a Pierre Gosselin e la traduzione sul sito web dell’EIKE.

———————————–

La conclusione di questo blog di notizie non dovrebbe essere nascosta ai lettori:

Infine, vorrei soffermarmi su un’interessante dichiarazione del Dr. Patrick Moore.

Secondo il co-fondatore di Greenpeace, quello che segue è “il quadro generale” delle temperature globali degli ultimi 65 milioni di anni.

“Siamo alla fine di un periodo di raffreddamento di 50 milioni di anni”, scrive. “Fino a 3 milioni di anni fa, non c’era ghiaccio nell’Artico. Un luccichio negli occhi della natura!”

Collegamento: ELECTROVERSE

———————————–

Novità del 5 gennaio 2024:

La temperatura più bassa del secolo in Scandinavia

Il freddo storico nel Nord Europa non solo continua, ma si sta intensificando e pone enormi sfide alle infrastrutture nordiche.

Nelle prime ore di venerdì 5 gennaio, all’aeroporto finlandese di Enontekiö è stata registrata una temperatura di -44,3°C. Questo non è solo il valore più basso in Finlandia in questo secolo, ma anche il più basso in tutta la Scandinavia.

Ecco alcuni valori individuali.

L’anno 2024 si sta già rivelando un anno storicamente freddo al nord. E se si guarda al futuro, c’è un segnale abbastanza chiaro per un’altra irruzione artica entro la metà di gennaio, dopo che l’attuale massa d’aria fredda è avanzata verso sud e ha inghiottito l’Europa continentale.

Gennaio sarà probabilmente il quarto mese freddo consecutivo nel Nord Europa.

E come riportato ieri, anche la neve si sta rivelando fastidiosa. Nel sud della Svezia, gli automobilisti sono rimasti bloccati nei loro veicoli durante la notte, ad esempio sull’autostrada E22. Le forze armate svedesi hanno avuto il compito di fornire cibo e acqua a più di 1000 veicoli che sono rimasti bloccati per 24 ore a causa di forti cumuli di neve.

Segue una sezione più lunga sugli effetti devastanti sugli autobus elettrici, su cui la Scandinavia aveva investito molto. e l’alimentazione elettrica in generale. Un funzionario si è espresso in questo modo:

“Questo è stato uno degli inizi dell’anno più freddi di sempre. Non capita spesso che l’intera Finlandia sperimenti così tanti giorni freddi di fila”, ha detto. “Quando ci sono lunghi periodi di clima molto freddo, anche le temperature strutturali degli edifici diminuiscono ed è necessaria più elettricità per riscaldarli dopo periodi di freddo più lunghi rispetto all’inizio di un’ondata di freddo”.

Il freddo in Scandinavia è ancora una volta l’argomento dell’allarmista blog wetteronline.de qui.

———————————–

Dicembre molto freddo in Islanda

Il freddo polare in Europa sta colpendo anche le parti orientali e occidentali, non solo i paesi centrali.
La Russia a est, in particolare la Siberia, ha sperimentato minimi storici (che sono ben documentati) negli ultimi mesi, mentre l’Islanda a ovest ha visto anche minimi insoliti, nonostante l’isola vomiti lava.

Le anomalie di temperatura di dicembre sono state fino a 4°C al di sotto della norma multidecennale nelle parti centrali e settentrionali del paese, rendendo il mese complessivamente molto più freddo della media. Non è stata registrata un’anomalia superiore alla media in nessuna regione.

———————————–

L’India settentrionale si congela

Il Kashmir, nel nord dell’India, soffre da settimane di una grave ondata di freddo. Tuttavia, le tanto necessarie piogge dell’inverno non si sono materializzate e l’ufficio meteorologico del paese vede pochi cambiamenti all’orizzonte, almeno a breve termine.

La mancanza di nevicate significative durante l’ondata di freddo cruciale “Chillai Kalan” (dal 21 dicembre al 30 gennaio) minaccia i bacini idrici delle montagne. Tuttavia, c’è speranza per il resto del mese, poiché la neve è prevista per le quote più elevate fino a metà gennaio.

Le temperature sono decisamente favorevoli per la neve.

La città di Jammu ha registrato “il valore più basso della stagione” a 4,7°C, riferisce boldnewsonline.com. Anche a Srinagar sono stati misurati solo -3°C, mentre a Gulmarg e Pahalgam si è passati rispettivamente a -3,5°C e -4,5°C. Anche Leh, nella regione del Ladakh, ha registrato gelate estreme fino a -13,9°C.

Il freddo non si limita alle altitudini più elevate. Ha anche registrato i livelli: 6,1°C insolitamente bassi sono stati registrati a Katra, 3°C a Batote, 0,2°C a Bhaderwah e sotto lo zero (-0,5°C) a Banihal.

Secondo un recente studio dell’IITM, le ondate di freddo sono in aumento in tutta l’India “nonostante il riscaldamento globale”.

———————————–

Rare nevicate in Perù

“Non è l’Alaska”, si legge in un post di Rony Mendoza su X, “è la forte nevicata nella città di Cerro De Pasco”.

Il raro fenomeno meteorologico “ha influenzato la fornitura di energia elettrica e il traffico in città”.

Nevica ai tropici a 10° S – quasi nessun segno di una “ebollizione globale”.

———————————–

Antartide: serie senza precedenti di valori di temperatura inferiori a -40°C

Mi sembra di battere lo stesso tamburo ogni giorno quando si tratta di temperature antartiche. Mi scuso per questo. Ma la regolarità delle misurazioni di -40°C da metà dicembre (cioè in estate) è ormai diventata senza precedenti.

Il 4 gennaio, le minime di Concordia, JASE2007 AWS e Vostok sono state di nuovo inferiori a -40°C rispettivamente a -40,8°C, -40,2°C e -40,1°C.

Si tratta di una serie storica e senza precedenti di freddo estivo estremo in fondo al mondo, ma che è considerata non degna di nota dai media mainstream, che sono troppo preoccupati della propaganda e della vendita di un’agenda per essere influenzati dalle verità.

———————————–

Questo è seguito da un articolo più lungo sul ciclo solare 25. Questo sarà tradotto separatamente.

Collegamento: ELECTROVERSE

Continua con Cold Report n. 2/2024

Scadenza editoriale per questo rapporto: 5 gennaio 2024

Compilato e tradotto da Christian Freuer per l’EIKE

Fonte : EIKE