8 luglio 2018 - 20:00 pm Pubblicato da
image_pdfimage_print

Di Robert Felix – 12 maggio 2018

Un video imperdibile____________________

“Quando parlo con la gente del Grand Solar Minimum (GSM) di solito gli consiglio il documentario della BBC intitolato” Little Ice Age Big Chill”, “dice il lettore Norman Grant Smith. “Dico loro che il documentario mostrerà esattamente quello che è accaduto durante l’ultimo GSM, e questo è esattamente ciò che accadrà nel prossimo GSM che sta iniziando proprio adesso”.

“Questo video è un’incredibile lezione di storia. Ed è anche una specie di storia dell’orrore.
Le persone mangiano i propri figli.
Migliaia e migliaia di “streghe” vengono bruciate per non “causare nuvole, piogge, tempeste di neve, fallimenti, pestilenze, ecc.

È assolutamente da vedere per tutti noi.”
È un video estremamente lungo, quindi ho preso appunti in parti da 15 minuti.

Queste le annotazioni da 1:08 minuti a 1:16 minuti.

Il famigerato “Anno senza estate”.

Nell’anno 1815, la terra fu testimone di uno dei suoi più spettacolari disastri naturali, l’eruzione del Monte Tambora, un vulcano di 13.000 piedi che si pensava estinto sull’Isola di Sumbawa in Indonesia. 4.200 piedi (4/5 di miglio) di montagna saltarono in aria, emettendo 36 miglia cubiche (150 cu km) di detriti fino a 15 miglia e mezzo nell’atmosfera. Il Tambora nell’eruzione aveva espulso 100 volte più cenere del Mount Saint Helens nell’eruzione del 1980.

Nel giro di pochi minuti, 70.000 persone sull’isola e l’isola vicina morirono, per poi salire a 90.000 subito dopo.

Quell’inverno, in Ungheria la neve cadde di colore marrone. In alcune zone d’Italia dove normalmente non cadeva neve, ne cadde e di colore rossa.

Nel 1816, il clima a forte componente artica decimò le colture europee. Ne seguì la fame, e per i sopravvissuti indeboliti la malattia si diffuse molto velocemente. Solo in Irlanda, 100.000 persone morirono di tifo direttamente correlate all’eruzione. Quell’estate nacque l’immaginario Frankenstein.

In Francia, la massa in rivolta attaccarono i carrelli di cereali diretti al mercato. In Inghilterra, gli affamati issavano striscioni inneggiando “pane o sangue” mentre saccheggiavano e vandalizzavano città dopo città. In Svizzera, i disperati abitanti del villaggio sequestrarono le spedizioni di cereali russi al confine. Decine di migliaia di europei morirono di fame. Proprio come molti fuggivano dall’Europa, sperando di ricostruire le loro vite in America.

Ma l’agghiacciante influenza del Tambora scese con eguale ferocia anche negli Stati Uniti.

Nel mese di giugno, 14 mesi dopo l’eruzione, i cieli sul New England gelarono. Le temperature precipitarono sotto lo zero e cinque giorni di neve caddero nel nord-est. La neve persistette sporadicamente per tutto il mese di luglio e agosto. Il ghiaccio si formò sui laghi del Vermont. Ghiaccioli lunghi un piede si aggrapparono alle case e centinaia di pecore morirono congelate.

Il freddo inoltre distrusse migliaia di raccolti americani. Il settantacinque per cento del proprio mais venne distrutto. Dall’altra parte del nord-est, la scarsità di cibo era aumentata mentre i prezzi agricoli salirono alle stelle, mentre gli uccelli cadevano dal cielo già morti. La gente cominciò a riferire come “il 1800 congelati a morte”, oppure “L’anno senza estate”.

Molti abitanti delle New England rinunciarono. Dissero “non staremo più nelle New England”, e si spostarono verso ovest.

Ho smesso di prendere appunti a 1:16 minuti. Altri 15 minuti nella prossima parte.

Grazie a Norman Grant Smith per questo video

Fonte: Ice Age Now

Enzo
Attività Solare

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
(6 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...