image_pdfimage_print

Di Francis Menton – 3 Luglio 2014

Poco meno di un anno fa, il 19 luglio 2013, ho posto la domanda: Qual è la più grande frode scientifica di tutti i tempi? Dopo aver esaminato una serie di candidati (ad es. Tasaday, Piltdown Man) ho concluso:

[Scorrendo] questi elenchi si chiarisce anche che nessuna di queste frodi si avvicina a quella più grande in corso in questo momento, che è la frode di manomissione dei dati sulla temperatura mondiale.

Pubblicità

La frode di manomissione dei dati sulla temperatura mondiale è la frode in base alla quale i tutori ufficiali dei dati sulla temperatura del governo statunitense, vale a dire NOAA/NCDC e NASA/GISS, regolano sistematicamente le temperature più vecchie verso il basso e le nuove temperature verso l’alto al fine di introdurre tendenze di riscaldamento spurie nei dati e quindi supportare la narrazione che si sta verificando il “riscaldamento globale”.

Alcune persone che stanno seguendo e riportando su questa storia stanno ancora evitando l’uso della parola “frode”. Non io.  

Quando ho scritto il post di luglio 2013, questa storia stava ancora lottando per attirare l’attenzione. Un ragazzo molto energico che scrive su Real Science sotto il nome di Steven Goddard (nome reale: Tony Heller) stava scrivendo post dopo post confrontando i recenti dati sulla temperatura sui siti Web del governo con le versioni precedenti e annotando esempi dopo esempi di aggiustamenti al ribasso del passato e al rialzo adeguamenti dei dati più recenti. Tuttavia, alcuni avevano criticato il suo lavoro per imprecisioni o errori occasionali. Anche Joseph D’Aleo del sito icecap.us era entrato nella mischia con diversi esempi di aggiustamenti inspiegabili. Ma per il resto la storia è stata in gran parte tranquilla nell’anno successivo.

Tutto è finito un paio di settimane fa. Per un periodo di pochi giorni, diversi siti ad ampia diffusione, e persino un telegiornale, hanno presentato alcune delle opere di Goddard. Ha avuto una posizione di testa su Drudge per un giorno. Steve Doocy di Fox and Friends ha avuto un segmento basato sul lavoro di Goddard in cui ha affermato che “gli scienziati della NASA hanno falsificato i numeri per rendere il 1998 l’anno più caldo per sopravvalutare l’entità del riscaldamento globale”. Altre fonti che hanno raccolto la storia includevano il Telegraph, Breitbart e realclearpolitics.

Successivamente, il politico ha deciso di intervenire. Sono andati dai soliti sospetti della comunità climatica “mainstream”, incluso il direttore della NASA/GISS, Gavin Schmidt. Questi soliti sospetti si sono impegnati nel solito cenno confuso con la mano, attribuendo vari aggiustamenti a cose apparentemente legittime come spostamenti delle stazioni e cambiamenti nell’ora del giorno in cui vengono letti i termometri. Politifact si è innamorato di questo argomento, valutando il pezzo di Fox News di Doocy come “pantaloni in fiamme”.

Ma a questo punto la storia stava diventando così tanto interessante che molte persone stavano iniziando a prestare attenzione. Un tizio di nome Paul Homewood del sito web notalotofpeople sa che era abbastanza incuriosito da scegliere una stazione a caso in Texas e fare un tuffo nei dati. Il suo post pubblicato il 26 giugno è intitolato “Massive Temperature Adjustments at Luling, Texas”. La sua conclusione:

[Gli] aggiustamenti hanno aggiunto un sorprendente 1,35°C alla temperatura annuale per il 2013. Si noti inoltre che ho incluso le stesse cifre per il 1934, che mostrano che l’adeguamento ha ridotto le temperature quell’anno di 0,91°C. Quindi, l’effetto netto degli aggiustamenti tra il 1934 e il 2013 è stato di aggiungere 2,26°C di riscaldamento.

In seguito Joe D’Aleo è intervenuto con alcuni dati dal Maine. Nel 2013 aveva scaricato i dati sulla temperatura annuale dell’NCDC per il Maine. Quindi la NOAA all’inizio di quest’anno ha annunciato una transizione verso una nuova cosiddetta versione CLIMDIV dei suoi dati USHCN per il Maine, quindi D’Aleo l’ha scaricata per confrontarla con la versione che aveva scaricato l’anno prima. Come si sono confrontati i due? Sebbene i vecchi dati non mostrassero alcun riscaldamento in un record che risale al 1895, all’improvviso si verificò una grande tendenza al riscaldamento. E da dove veniva?

I nuovi dati CLIMDIV avrebbero dovuto risolvere i problemi con i recenti spostamenti delle stazioni, il passaggio all’aeroporto, la nuova tecnologia MMTS e UHI e problemi di ubicazione con miglioramenti alla fine del record, siamo rimasti molto sorpresi di vedere i cambiamenti più grandi al primo set di dati. Il 1913 è passato dall’anno più caldo del record al centro del gruppo con un raffreddamento vicino a 5 gradi F!

Quindi, gentilmente, Dr. Schmidt, può spiegare esattamente come un cambiamento nell’ora del giorno in cui vengono lette le temperature abbia ora reso il 1913 di 5 gradi F più fresco nel Maine di quanto non fosse in precedenza?

Il 28 giugno la rispettatissima Judith Curry della Georgia Tech è intervenuta con un post dal titolo Scettico degli scettici: ha ragione Steve Goddard? In precedenza ho notato che Curry, un tempo membro della scienza del clima in massa, è diventato sempre più insensibile alle buffonate non scientifiche della comunità delle scienze del clima. La sua conclusione dopo aver esaminato Goddard, Homewood e altri:  

Ne deduco che sembra esserci un problema reale con il set di dati USHCN, o almeno con alcune delle stazioni. . . . Per quanto ne so, la NOAA non ha risposto alle accuse di Goddard. Ora, con la spiegazione/chiarimento di Homewood, la NOAA ha davvero bisogno di dare spiegazioni.

Il 29 giugno, era presente un lungo post di Anthony Watts su wattsupwiththat, intitolato La manopola di controllo della temperatura della NOAA per il passato, il presente e forse il futuro: luglio 1936 ora è di nuovo il mese più caldo. Anthony ha esaminato ancora più dati e ogni luogo in cui guardi la storia arriva alla stessa conclusione. Ad esempio, Anthony ha chiesto a un ragazzo di nome Bruce di Sunshine Hours di raccogliere dati sul Kansas e di tracciarli su alcune mappe, che poi appaiono nel post di Anthony. Esempio dei risultati:

Bruce ha anche tracciato alcune altre mappe del Kansas, per luglio 1936 e luglio 2012. Nota come nel luglio 1936 le temperature (Tmax) sono quasi tutte regolate più fresche e nel 2012 la maggior parte delle temperature (Tmax) sono regolate più calde.

Vai al post di Anthony per le mappe con i dati stazione per stazione. Anthony quindi chiede: cosa è successo al solo utilizzo dei dati misurati effettivi? Non c’è alcuna giustificazione per queste modifiche. 

Ma alla fine del suo post, Anthony continua a concedere a queste persone il beneficio del dubbio:

Non credo che questo sia il caso in cui qualcuno di proposito ha messo le mani su una manopola di controllo per i dati sulla temperatura, penso che tutto questo non sia altro che artefatti di una metodologia contorta e tipici errori burocratici. Come ho sempre detto, non attribuire mai malizia a ciò che può essere spiegato con la semplice incompetenza.

Mi dispiace, ma non sono per nulla d’accordo. Ecco le mie forti obiezioni: (1) Gli aggiustamenti ai dati grezzi sono ovunque, e letteralmente tutti rendono il passato più freddo e il presente più caldo. (2) Ci sono letteralmente decine di miliardi di dollari in gioco per avere un record di temperature in aumento. Ogni scienziato che lavora nell’area delle “scienze del clima” dipende dalla continua erogazione dei finanziamenti scientifici del governo in quest’area per un totale di 10 miliardi di dollari all’anno. Poi ci sono ulteriori enormi sussidi per cose come l’energia verde. (3) Non rilasceranno tutti i calcoli sottostanti e il codice del computer dietro gli aggiustamenti. La mia conclusione: non c’è niente di innocente in questo. Questo è lo scandalo delle e-mail cancellate dall’IRS moltiplicato per un fattore 100.

Politifact ha posto una serie di domande su questo all’NCDC e anche Watts ha pubblicato la sua risposta qui. Il nocciolo: “il nostro algoritmo funziona come previsto”. Nessun backup, nessun codice, nessuna giustificazione dettagliata di ogni modifica. E buona fortuna se cercate di ottenerlo.

Ripeto: la più grande frode scientifica di tutti i tempi.

Fonte: MANHATTAN CONTRARIAN

Pubblicità