image_pdfimage_print

Postato da il

Un’eruzione di alto livello ha avuto luogo sul vulcano indonesiano Merapi, Central Java alle 22:22 UTC il 2 marzo 2020. Secondo il Darac VAAC, la cenere vulcanica ha raggiunto i 10,7 km (35000 piedi) sul livello del mare.

I flussi piroclastici sono scesi di 2 km (1,2 miglia) lungo le pendici del vulcano, secondo quanto riferito dall’Agenzia di ricerca geologica e vulcanologica dell’Indonesia.

Pubblicità

L’eruzione è stata registrata sul sismogramma con un’ampiezza massima di 75 mm e una durata di 450 secondi. È stato ascoltato fino a 30 km (18 miglia) di distanza.

Il codice colore Aviation è stato aumentato da arancione a rosso alle 22:50 UTC.

L’aeroporto internazionale Adi Soemarmo di Surakarta è stato temporaneamente chiuso a seguito dell’eruzione.

Video per gentile concessione Volcano YT

Il livello di avviso rimane a 2 (su una scala da 1 a 4). Abitanti e turisti sono invitati a stare lontano almeno 3 km (1,8 miglia) dal cratere.

In un aggiornamento pubblicato alle 05:10 UTC, il VAAC Darwin ha affermato che la cenere vulcanica è stata osservata l’ultima volta salire fino a 9,1 km (30 000 piedi) slm e che si prevede che si dissipi entro le 17:00 UTC del 3 marzo.

PVMBG ha riferito che il volume della cupola di lava sommitale di Merapi è diminuito dopo l’eruzione del 13 febbraio che ha prodotto un pennacchio di cenere alto 2 km (1,2 miglia), espulso materiale entro 1 km (0,62 miglia) e causato caduta di cenere entro 10 km ( Raggio di 6,2 miglia).

Il volume della cupola il giorno prima dell’evento è stato stimato in 407 000 m3 (14,4 milioni di ft3), e successivamente, il 19 febbraio, è stato ridotto a 291 000 m3 (10,3 milioni di ft3).

L’ultima grande eruzione di questo vulcano è avvenuta nel 2010, causando la morte di 353 persone. Il periodo eruttivo è durato dal 26 ottobre 2010 al 15 luglio 2012 – VEI 4.

Riepilogo geologico

Merapi, uno dei vulcani più attivi dell’Indonesia, si trova in una delle aree più densamente popolate del mondo e domina il paesaggio immediatamente a nord della grande città di Yogyakarta. È la più giovane e meridionale di una catena vulcanica che si estende a nord-ovest del vulcano Ungaran.

La crescita dell’Antico Merapi durante il Pleistocene si concluse con un importante crollo dell’edificio forse circa 2000 anni fa, lasciando una grande scarpata arcuata che tagliava il vecchio vulcano Batulawang eroso.

Successivamente, la crescita dell’edificio Young Merapi dai lati ripidi, la cui parte superiore non svergolata a causa della frequente attività eruttiva, iniziò a sud-ovest della precedente scarpa del collasso. Flussi piroclastici e lahar che accompagnano la crescita e il crollo della cupola di lava sommitale attiva a forte pendenza hanno devastato le terre coltivate sui fianchi da ovest a sud e causato molti morti durante il periodo storico. (GVP)

Foto di presentazione: Eruzione del Monte Merapi il 2 marzo 2020. Credito: VolcanoYT / Frekom

Powerful eruption at Merapi volcano, ash to 10.7 km (35 000 feet) a.s.l., Indonesia

Pubblicità