image_pdfimage_print

Di Teo Blašković – 10 Agosto 2020

Un’eruzione di alto livello si è verificata presso il vulcano indonesiano Sinabung intorno alle 03:16 UTC del 10 agosto 2020, espellendo cenere fino a 10 km (32.000 piedi) sul livello del mare e costringendo le autorità a evacuare le comunità vicine. Il codice colore aviazione è stato brevemente elevato a rosso. Il livello di allerta rimane a III (Siaga/Alert).

Il Centro di mitigazione dei rischi geologici e di vulcanologia del paese ha affermato che non ci sono stati morti o feriti dopo l’eruzione di oggi.

Pubblicità

Armen Putra del posto di osservazione del Monte Sinabung ha affermato che uno spesso strato di cenere copriva diversi villaggi fino a 20 km (12,4 miglia) dal vulcano.

Si consiglia agli abitanti del villaggio e ai turisti di rimanere ad almeno 5 km (3,1 miglia) dal cratere. Il vulcano è noto per le sue violente colate piroclastiche e laviche.

Credito immagine: NASA Terra/MODIS. Acquistato il 10 agosto 2020

Il Sinabung ha iniziato a eruttare alle 18:58 UTC il 7 agosto, per la prima volta da giugno 2019. Secondo il Darwin VAAC, l’eruzione ha espulso cenere vulcanica fino a 4,5 km (15.000 piedi) sopra il livello del mare, spostandosi verso l’ESE. La cenere vulcanica non era distinguibile sulle immagini satellitari a causa della presenza di una nuvola meteorologica.

Un’altra eruzione ha avuto luogo alle 10:18 UTC, con cenere vulcanica che sale fino a 3,3 km (11.000 piedi) sul livello del mare, spostandosi verso ESE. L’altezza era basata sui rapporti a terra a causa di nuvole meteorologiche che oscurava la cenere sulle immagini satellitari.

Il Sinabung si è risvegliato nel 2010 dopo 400 anni di sonno. Le eruzioni si sono intensificate nel 2013 e sono continuate nei due anni successivi, causando la morte di 23 persone (16 nel 2014 e 7 nel 2016).

Sinabung 30 luglio 2020. Credito: Copernicus EU/Sentinel-2, TW

Fonte: The Watchers

Pubblicità