Ultimi articoli

Mondo Dall’Atmosfera Primitiva a 430 Anni Luce maggio 16, 2017 7:00 am

 Nel suo cielo senza nubi si respirano perlopiù idrogeno ed elio. Ma a rendere unico questo pianeta extrasolare è il tasso di metallicità, assai contenuto per un oggetto di questo tipo e misurato con precisione grazie a una riga d’assorbimento dell’acqua molto nitida. Lo studio oggi su Science di Marco Malaspina Venerdì 12 Maggio 2017 @ 20:06 Crediti: Nasa/Gsfc Si chiama Hat-P-26b, è un warm neptune a 430 anni luce da noi, e la sua atmosfera primitiva lo rende un oggetto difficile da incasellare, al di fuori da ogni schema di formazione planetaria comunemente accettato dagli astronomi. Per “primitiva” gli scienziati intendono a bassa metallicità, ovvero con un contenuto trascurabile di elementi “pesanti” – nel linguaggio degli astrofisici, tutti quelli della tavola periodica dal litio in avanti. E ad accorgersi dell’anomala carenza di elementi pesanti nell’atmosfera di Hat-P-26b – i cui cieli senza nubi, o quasi, sarebbero dunque composti in gran parte da idrogeno ed elio – sono stati i telescopi spaziali Hubble e Spitzer. Come? Rilevando e misurando la riga d’assorbimento dell’acqua, insolitamente marcata per un esopianeta di questo tipo, durante i transiti (quattro osservati da Hubble e due da Spitzer) del pianeta davanti alla sua stella madre, Hat-p-26.... Mostra articolo

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 15 Maggio 2017 maggio 16, 2017 1:29 am

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 15 maggio è rimasta a livelli molto bassi, senza mostrare alcuna attività significativa. La giornata di oggi è risultata spotless. Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (16-18 maggio). ************************************************************ GIORNI SPOTLESS 2017 Al momento 8 i giorni spotless di gennaio, 16 a marzo, di cui gli ultimi 15 consecutivi, 5 in aprile e 6 a maggio. Totale di 36 giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 ha chiuso con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC). Conteggio NOAA/SWPC giorni totali 2017: 36 (27%) / giorni totali 2016: 32 (9%)   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile non presentava nessuna regione attiva (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum): Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class No Visible Numbered Regions Today L’immagine del Sole di oggi inviata dalla sonda SDO/HMI Continuum   ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Conteggio del flusso solare SFU:  La velocità del flusso solare (2,8 GHz) alle ore 20,00 del 15... Mostra articolo

» Pubblicato da
Trentaseiesimo giorno spotless del 2017 maggio 15, 2017 9:00 am

 Di Enzo Ragusa Anche oggi il sole risulta senza macchie per la sesta volta in questo mese di maggio, che sommati portano il computo totale a 36 giorni in questo 2017 con una percentuale che sale al 27%. Ci riferiamo come sempre ai conteggi ufficiali del SILSO Sidc, l’ente di raccolta delle macchie solari con sede a Bruxelles, Belgio. L’immagine odierna del Sole inviata dalla sonda SDO/HMI Continuum della NASA Solar Flux che alle 23,00 UTC, ultimo rilevamento disponibile, risultava a 70.7 in lieve rialzo, con media mensile scesa a 71.9, valori da minimo solare. Tutti gli altri parametri solari risultano molto bassi da pieno minimo solare. Ad un calo così forte dell’attività magnetica solare corrisponde un aumento dei raggi cosmici, che dal nostro articolo, abbiamo visto come siano aumentati del 13% dal marzo 2015. Attività Solare

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 14 Maggio 2017 maggio 15, 2017 0:43 am

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 14 maggio è rimasta a livelli molto bassi, senza mostrare alcuna attività significativa. La giornata di oggi è risultata spotless. Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (15-17 maggio). ************************************************************ GIORNI SPOTLESS 2017 Al momento 8 i giorni spotless di gennaio, 16 a marzo, di cui gli ultimi 15 consecutivi, 5 in aprile e 5 a maggio. 35 giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 ha chiuso con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC). Conteggio NOAA/SWPC giorni totali 2017: 34 (26%) / giorni totali 2016: 32 (9%)   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile non presentava nessuna regione attiva (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum): Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class No Visible Numbered Regions Today L’immagine del Sole di oggi inviata dalla sonda SDO/HMI Continuum   ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Conteggio del flusso solare SFU:  La velocità del flusso solare (2,8 GHz) alle ore 20,00 del 14 maggio è... Mostra articolo

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 13 Maggio 2017 maggio 14, 2017 11:36 am

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 13 maggio è rimasta a livelli molto bassi, senza mostrare alcuna attività significativa. La giornata di oggi è risultata spotless. Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (14-16 maggio). ************************************************************ GIORNI SPOTLESS 2017 Al momento 8 i giorni spotless di gennaio, 16 a marzo, di cui gli ultimi 15 consecutivi, 5 in aprile e 4 a maggio. 34 giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 ha chiuso con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC). Conteggio NOAA/SWPC totali 2017: 34 days (26%) / totali 2016: 32 days (9%)   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile non presentava nessuna regione attiva (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum): Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class No Visible Numbered Regions Today L’immagine del Sole di oggi inviata dalla sonda SDO/HMI Continuum   ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Conteggio del flusso solare SFU:  La velocità del flusso solare (2,8 GHz) alle ore 20,00 del 13 maggio è... Mostra articolo

» Pubblicato da
Raggi cosmici in forte crescita e sole sempre più out maggio 13, 2017 19:00 pm

 Di Enzo Ragusa In molti pensano che l’arrivo di un minimo solare sia noioso. Niente di più sbagliato. Durante il minimo delle macchie, l’intera eliosfera modifica la sua fisionomia con diverse conseguenze per lo spazio attorno al nostro pianeta. Uno dei cambiamenti più importanti riguarda i raggi cosmici – radiazioni ad alta energia che raggiungono la Terra provenienti dallo spazio più profondo. Mentre il numero delle sunspot diminuisce, i raggi cosmici si intensificano. È questo che accade? La risposta è si.” Spaceweather.com e gli studenti del programma Earth to Sky, dove noi di Attività Solare ve ne abbiamo già parlato in diverse occasioni, da alcuni anni stanno monitorando i livelli di radiazione nella stratosfera con frequenti voli di palloni sonda ad alta quota sopra la California. Ecco gli ultimi risultati, attuali al 6 maggio 2017: I dati mostrano che i livelli dei raggi cosmici si stanno intensificando con un forte aumento del 13% rispetto al marzo 2015.   I raggi cosmici sono fotoni ad alta energia e le particelle subatomiche hanno avuto una forte accelerazione verso la direzione del nostro pianeta provenienti da supernova molto distanti e da altri eventi violenti nella Via Lattea. Solitamente, i raggi cosmici sono tenuti... Mostra articolo

» Pubblicato da
Vita Sulla Terraferma 3,5 Miliardi di Anni Fa maggio 13, 2017 7:00 am

 Non sono i fossili più vetusti finora ritrovati, ma quelli descritti su Nature Communications dai ricercatori australiani sono i più antichi relativi a sorgenti di acqua dolce. Suggeriscono che molte forme di vita primordiali si siano formate nei pressi di geyser e laghi, e non nelle profondità oceaniche di Eleonora Ferroni Martedì 9 Maggio 2017 @ 17:00 Un gruppo di scienziati della University of New South Wales (Sidney) ha scoperto dei fossili che provano l’esistenza di vita microbica (nello specifico stromatoliti) che si è sviluppata in sorgenti termali terrestri ben 3,48 miliardi di anni fa. Le rocce analizzate si trovano nell’area geologica del cratone di Pilbara in Australia Occidentale. Questi ritrovamenti proverebbero l’indissolubile legame tra la vita primordiale e i geyser che popolavano il nostro pianeta miliardi di anni fa. Ricordiamo che il fossile in assoluto più antico mai trovato risale, però, a 3,7 miliardi di anni fa ed è stato scoperto in Groenlandia nel 2016, dove una volta c’era un mare poco profondo. Questo è un frammento di roccia la cui formazione risale a 3,48 miliardi di anni fa. Si tratta della Dresser formation nell’area del cratone Pilbara in Western Australia. Le bolle sferiche in bianco sarebbero la prova di una vita primordiale nelle... Mostra articolo

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 12 Maggio 2017 maggio 13, 2017 0:43 am

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 12 maggio è rimasta a livelli molto bassi, senza mostrare alcuna attività significativa. Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (13-15 maggio). ************************************************************ GIORNI SPOTLESS 2017 Otto giorni spotless nel mese di gennaio, sedici a marzo, di cui gli ultimi quindici consecutivi, cinque in aprile e tre a maggio. Trentatré giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 ha chiuso con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC).   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile non presentava nessuna regione attiva (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum): Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class No Visible Numbered Regions Today L’immagine del Sole di oggi inviata dalla sonda SDO/HMI Continuum   ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Conteggio del flusso solare SFU:  La velocità del flusso solare (2,8 GHz) alle ore 20,00 del 12 maggio è risultato a 68.9 – (69.1) La media mensile del flusso solare ad oggi risulta di 72.0 – (72.3) Conteggio delle macchie... Mostra articolo

» Pubblicato da
BREAKING NEWS: FORTE ERUZIONE DEL VULCANO SHIVELUCH maggio 12, 2017 20:00 pm

  Violenta eruzione del vulcano Shiveluch (3823 metri di altezza), in Kamchatka (Russia). La nube ha già superato i 13000 metri di quota, entrando quindi abbondantemente in Stratosfera (che alla latitudine di 56°Nord si trova a circa 9000 metri). Nell’immagine qui sopra c’è la tracciaa dell’Anidride Solforosa (SO2) emessa durante l’eruzione.     Seguiranno aggiornamenti.     Fonte: https://themoscowtimes.com/news/shiveluch-volcano-erupts-in-russias-kamchatka-57973   Bernardo Mattiucci Attività Solare

» Pubblicato da
Lettonia: l’11 maggio più freddo della storia maggio 12, 2017 18:34 pm

   Giovedì 11 maggio, in Lettoria, la temperatura ha raggiunto i minimi storici in ben 5 siti. E’ stato l’11 maggio più freddo di sempre, che è stato preceduto da altri giorni durante i quali sono stati più volte raggiunti e battuti i record di temperatura. A riferirlo è il National Weather Service.   Fonte: https://deutsch.rt.com/newsticker/50443-historische-tiefsttemperaturen-in-lettland/  

» Pubblicato da
C’è Un Mondo Sotto il Ghiaccio maggio 12, 2017 7:00 am

 Posted By Guido Guidi Data di pubblicazione: 11 Maggio 2017 Fonte originale: http://www.climatemonitor.it/?p=44443 Anche quella di oggi è una segnalazione. Non me ne vogliano i lettori, ma non sempre si riesce a trovare il tempo per aggiungere impressioni e valutazioni, in poche parole scrivere post articolati. Per fortuna gli spunti non mancano, per cui lascio volentieri ai commenti l’onere di approfondire. Del resto impressioni e valutazioni spesso si trasformano in opinioni, con cui si corre il rischio di orientare la comprensione degli argomenti, ovvero di condizianarla, fatto questo che si dovrebbe sempre cercare di evitare. A volte ci si riesce, a volte no. Per cui con i tempi che corrono, in cui siamo letteralmente subissati da opinioni e poveri di fatti, meglio, molto meglio lasciare ad ognuno il proprio spazio di approfondimento…sui fatti. Il fatto di oggi è la scoperta di un autentico mondo sin qui sconosciuto sotto la coltre di ghiaccio spessa anche qualche chilometro che ricopre l’Antartico. Un mondo di canali in cui scorre acqua allo stato liquido che trasporta enormi quantità di sedimenti che pare abbiano un ruolo sostanziale nel mantenimento degli equilibri del ghiaccio sovrastante. Di queste conformazioni si aveva un’idea derivante dalle tracce lasciate sulle... Mostra articolo

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 11 Maggio 2017 maggio 12, 2017 0:05 am

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 11 maggio è rimasta a livelli molto bassi, senza mostrare alcuna attività significativa. La giornata è risultata spotless per il Sidc Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (12-14 maggio). ************************************************************ GIORNI SPOTLESS 2017 Otto giorni spotless nel mese di gennaio, sedici a marzo, di cui gli ultimi quindici consecutivi, cinque in aprile e tre a maggio. Trentatré giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 ha chiuso con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC).   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile non presentava nessuna regione attiva (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum): Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class No Visible Numbered Regions Today L’immagine del Sole di oggi inviata dalla sonda SDO/HMI Continuum   ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Conteggio del flusso solare SFU:  La velocità del flusso solare (2,8 GHz) alle ore 20,00 del 11 maggio è risultato a 69.1 – (68.6) La media mensile del flusso solare ad... Mostra articolo

» Pubblicato da
Trentatreesimo giorno spotless dell’anno maggio 11, 2017 20:00 pm

 Di Enzo Ragusa Anche oggi il sole risulta spotless, cioè privo di macchie sul disco solare, per la terza volta consecutiva in questo mese di maggio, che sommati ai precedenti trentadue giorni del 2017, portano il computo totale a trentatré giorni con una percentuale del 2017 che sale al 24,5%. Ci riferiamo come sempre ai conteggi ufficiali del SILSO Sidc, l’ente di raccolta delle macchie solari con sede a Bruxelles, Belgio. L’immagine odierna del Sole inviata dalla sonda SDO/HMI Continuum della NASA   Solar Flux che alle 23,00 UTC, ultimo rilevamento disponibile, risultava a 69.4 in calo, con media mensile scesa a 72.7. Tutti gli altri parametri solari risultano molto bassi da pieno minimo solare. Attività Solare

» Pubblicato da
Forte scossa di terremoto M5.5 colpisce Xinjiang in Cina – Morti e feriti maggio 11, 2017 18:30 pm

 Di Enzo Ragusa Almeno 8 persone sono rimaste uccise e decine di feriti dopo la scossa di terremoto poco profondo registrato da CENC di M5.5 che ha colpito Taxkorgan, Contea della Prefettura di Kashi nella regione nord-occidentale della Cina autonoma di Xinjiang Uygur alle 21:58 UTC del 10 maggio 2017 (05:58 ora locale dell’11 maggio). L’agenzia riporta la scossa ad una profondità di 8 km (5 miglia). USGS ha riportato M5.4 ad una profondità di 10 km (6.2 miglia).   Secondo l’USGS, l’epicentro è avvenuto a 44,6 km a SSE di Kekeya’er Ke’erkezizu, Cina, 126,5 km a ESE di Murghob (10,815 abitanti), Tajikistan e 210,6 km (130,9 km) a NNE di Shache (popolazione 10.414), Cina. CENC ha collocato l’epicentro a 37,58 gradi latitudine nord e 75,25 gradi longitudine est nella parte sudorientale del plateau di Pamir. All’interno di 5 km (5 miglia), l’altitudine media è di 4 347 metri (14.260 piedi) sul livello del mare. Circa 580 persone vivono vicino all’epicentro e 6.200 entro 50 chilometri (31 miglia). Secondo i rapporti preliminari rilasciati dall’ufficio sismico di Xinjiang Uyghur, 180 case sono state distrutte, 8 persone sono rimaste uccise, mentre più di 20 sono rimaste ferite e 789 sono state colpite. I testimoni hanno riferito... Mostra articolo

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 10 Maggio 2017 maggio 11, 2017 14:00 pm

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 10 maggio è rimasta a livelli molto bassi, senza mostrare alcuna attività significativa. La giornata è risultata spotless per il Sidc Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (11-13 maggio). ************************************************************ GIORNI SPOTLESS 2017 Otto giorni spotless nel mese di gennaio, sedici a marzo, di cui gli ultimi quindici consecutivi, cinque in aprile e due a maggio. Trentadue giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 chiude con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC).   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile non presentava nessuna regione attiva (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum): Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class No Visible Numbered Regions Today L’immagine del Sole di oggi inviata dalla sonda SDO/HMI Continuum   ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Conteggio del flusso solare SFU:  La velocità del flusso solare (2,8 GHz) alle ore 20,00 del 10 maggio è risultato a 68.6 – (68.9) La media mensile del flusso solare ad oggi risulta... Mostra articolo

» Pubblicato da
Palla Ghiacciata e Inospitale a 13Mila Anni Luce maggio 11, 2017 7:00 am

  Un team internazionale di ricercatori ha scoperto un lontano pianeta molto simile alla Terra per massa e distanza dalla propria stella ospite. Lo hanno chiamato “palla ghiacciata”, perché a causa delle piccole dimensioni della sua stella, e della sua distanza, le temperature sulla sua superficie non possono sostenere la presenza di acqua liquida di Elisa Nichelli – Giovedì 27 Aprile 2017 @ 14:53 Lo chiamano “palla ghiacciata”, è un pianeta molto simile alla Terra per massa e distanza dalla propria stella madre. Come suggerisce il nome, però, si tratta di un pianeta molto freddo, con temperature troppo basse per essere abitato da forme di vita come quelle che conosciamo. La sua stella infatti è troppo debole, e lui si trova troppo lontano per poterne essere riscaldato. Illustrazione artistica di Ogle-2016-Blg-1195Lb con la sua stella ospite in lontananza. Crediti: Nasa/Jpl-Caltech «Questo pianeta ghiacciato è il più piccolo mai scoperto attraverso la tecnica del microlensing», spiega Yossi Shvartzvald, ricercatore postdoc presso il Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa e primo autore dell’articolo, pubblicato su Astrophysical Journal Letters. Il microlensing è una tecnica grazie alla quale è possibile rilevare oggetti lontani sfruttando la gravità di un altro oggetto che si trova sullo... Mostra articolo

» Pubblicato da
Condizione attuale Oceano Atlantico: in fase di raffreddamento! maggio 10, 2017 16:44 pm

    Questa è la situazione attuale della parte nord dell’Oceano Atlantico. Il golfo del messico è in “forte” raffreddamento (fino a circa -1.8°C)…   …mentre a sud-est dell’isola di Terranova, l’anomalia negativa che incide sul naturale percorso della Corrente del Golfo, è di -5.5°C circa.   Guardando i dati il raffreddamento è evidente in tutta la sua drammaticità:   Sono infatti 10 anni circa che la parte nord dell’Oceano Atlantico si sta raffreddando. Ed è esattamente ciò che andiamo ripetendo noi da moltissimo tempo. Evidentemente, però, la gente continua a confondere la temperatura attuale dell’aria con il calore immagazzinato nell’oceano. Molto semplicemente, se l’oceano si raffredda, viene a mancare il calore necessario a riscaldare l’aria. Questa quindi tenderà a raffreddarsi e ad oscillare sempre più vistosamente tra il periodo “invernale” e quello “estivo”. Ovvero risentirà sempre più della presenza di masse d’aria fredda e calda. Un clima via via più dinamico… che comporta, però, inevitabili eventi meteo… anche estremi… ed eventualmente fuori stagione, i quali tenderanno a raffreddare ulteriormente l’aria e ad amplificare, quindi, l’effetto raffreddante dovuto alla mancanza di calore oceanico. A lungo andare, tale andamento, non può che provocare un raffreddamento “regionale” e, di conseguenza, un aumento... Mostra articolo

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 9 Maggio 2017 maggio 10, 2017 7:00 am

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 9 maggio è rimasta a livelli molto bassi, senza mostrare alcuna attività significativa. La giornata è risultata spotless per il Sidc Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (10-12 maggio). ************************************************************ GIORNI SPOTLESS 2017 Otto giorni spotless nel mese di gennaio, sedici a marzo, di cui gli ultimi quindici consecutivi, cinque in aprile e uno a maggio. Trentuno giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 chiude con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC).   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile non presentava nessuna regione attiva (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum): Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class L’immagine del Sole di oggi inviata dalla sonda SDO/HMI Continuum   ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Conteggio del flusso solare SFU:  La velocità del flusso solare (2,8 GHz) alle ore 20,00 del 9 maggio è risultato a 68.9 – (70.5) La media mensile del flusso solare ad oggi risulta di 73.1 – (73.6)... Mostra articolo

» Pubblicato da
La neve copre Mosca prima della parata per il giorno della vittoria, vicino il record di precipitazioni dal 1922 (FOTO) maggio 9, 2017 20:00 pm

 Di Enzo Ragusa Pubblicato 8 Maggio 2017 Nevicata, Mosca, 8 maggio 2017 © Vladimir Fedorenko / Sputnik L’inverno, a quanto pare, non vuole andare via e dare spazio alla primavera. Nel mentre la neve di maggio ricopre ancora una volta la capitale russa prima della parata annuale del V-Day. I meteorologi dicono che maggio 2017 è sulla buona strada per rompere tutti i record di precipitazioni dal 1922. “Le tempeste di neve di tale portata a Mosca si svolgono una volta in 30-35 anni”, lo ha riferito Evgency Tishkovets del centro di osservazione meteo Fobos alla radio locale Govorit Moskva, aggiungendo che è possibile che questo maggio possa interrompere quello che era il record assoluto dal 1922.    Il centro di Mosca che si è preparato per la sfilata del giorno di vittoria del 2017 previsto per il 9 maggio è stato trasformato in una fiaba bianca. “La natura sta scherzando”, ha scritto una persona, aggiungendo una foto scattata al monumento del maresciallo sovietico Georgy Zhukov coperto di neve. La metà della neve mensile abituale è scesa in meno di 24 ore, ha segnalato l’ufficio meteorologico di Mosca, prevedendo neve e pioggia per martedì mattina. I meteorologi hanno detto a RIA... Mostra articolo

» Pubblicato da
Arrivato il trentunesimo giorno spotless dell’anno maggio 9, 2017 15:37 pm

 Di Enzo Ragusa Eccolo di nuovo, dopo qualche giorno di pausa, anche oggi il sole risulta spotless per la prima volta in questo mese di maggio, che sommati ai precedenti trenta giorni dei precedenti mesi del 2017, portano il computo totale a trentuno giorni senza macchie solari sul disco solare. Ci riferiamo come sempre ai conteggi ufficiali del Sidc, l’ente di raccolta delle macchie solari con sede a Bruxelles, Belgio. L’immagine odierna del Sole inviata dalla sonda SDO/HMI Continuum della NASA   Solar Flux che alle 23,00 UTC, ultimo rilevamento disponibile, risultava a 70.1, con media mensile scesa a 73.6. Tutti gli altri parametri solari risultano molto bassi da pieno minimo solare. Attività Solare

» Pubblicato da
Le cronache del Sole maggio 9, 2017 7:00 am

  Che l’arte e la letteratura siano fondamentali per la vita dell’uomo è fuor di dubbio, ma che lo fossero anche per la nostra comprensione dell’attività della nostra stella è una novità. Grazie ad una collaborazione tra la Kyoto University, il Japan’s National Institute of Polar Research e il National Institute of Japanese Literature gli scienziati del Sol Levante sono riusciti a ricostruire la storia degli eventi solari del passato a partire dall’analisi di testi e documenti storici di Francesca Aloisio venerdì 7 aprile 2017 @ 16:18 Lo scorso febbraio la rivista Space Weather ha pubblicato un articolo dedicato alla ricostruzione dei maggiori eventi solari registrati nelle cronache dell’antica Cina e del Giappone. Lo studio è stato condotto da un team multidisciplinare di scienziati appartenenti alla Kyoto University, al Japan’s National Institute of Polar Research e al National Institute of Japanese Literature. Se la multidisciplinarietà non è una novità in ambito di ricerca scientifica lo è però il fatto che sia la letteratura – o meglio le cronache storiche – ad essere la principale disciplina coinvolta, anche se, come vedremo non è la prima volta che gli scienziati cercano conferme alle loro ipotesi e scoperte nelle cronache antiche. Lo studio pubblicato... Mostra articolo

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 8 Maggio 2017 maggio 9, 2017 1:00 am

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 8 maggio è rimasta a livelli molto bassi, senza mostrare alcuna attività significativa. La Regione 2654 (N11W66, Hsx / alfa) è rimasta tranquilla e stabile mentre si avvicinava all’arto occidentale. La Regione 2655 (N14W04, Bxo / beta) è decaduta in plage.   Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (09-11 maggio). ************************************************************ GIORNI SPOTLESS 2017 Otto giorni spotless contati nel mese di gennaio, sedici a marzo, di cui gli ultimi quindici consecutivi e cinque in aprile. Trenta giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 chiude con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC).   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile presentava una regione attiva (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum): Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class 2654 N11W66 315 20 1 HSX 1 A L’immagine del Sole di oggi inviata dalla sonda SDO/HMI Continuum     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Conteggio del flusso solare SFU:  La velocità del flusso solare (2,8 GHz)... Mostra articolo

» Pubblicato da
ICE AGE BRITAIN: Il fiume Tamigi darà i primi segnali dell’arrivo di questo periodo – in milioni a rischio maggio 8, 2017 20:00 pm

 Articoli che, al di là della previsione in se, comunque sempre di autorevoli studi di scienziati del settore e in base a indicazioni ben precise che ci da la natura, iniziano a preoccupare per la loro frequenza con cui occupano sempre più spazio nel nostro presente.     Il raffreddamento GLOBALE “arriverà entro pochi anni” inaugurando così una “Mini Ice Age” della durata di circa 100 anni e che potrebbe portare al congelamento del fiume Tamigi. Questo riferiscono gli scienziati climatici al Daily Star Online. Di Joshua Nevett – Pubblicato il 7 maggio 2017   Gli esperti climatici hanno confermato che il nostro pianeta è sulla via per una nuova “Little Age Ice” entro i prossimi tre anni grazie ad un cocktail di cambiamenti climatici e di un’attività solare molto ridotta. La ricerca mette in mostra un ciclo naturale di raffreddamento che si verifica ogni 230 anni iniziato nel 2014 e che farà scendere le temperature ulteriormente entro il 2019. Gli scienziati si aspettano anche una “enorme riduzione” dell’attività solare per un periodo equivalente di circa 33 anni, che tra il 2020 e il 2053 causerà il crollo delle temperature. Entrambi i cicli suggeriscono che la Terra sta per entrare... Mostra articolo

» Pubblicato da
Un ciclone in pieno Atlantico e l’estate in forse! maggio 8, 2017 7:00 am

 A metà gennaio dissi, in un commento, che a causa del raffreddamento del Nord Atlantico, la primavera sarebbe stata fredda e l’estate in forse. Nel nord Italia le temperature, nonostante sia ormai Maggio, scendono ancora sotto i 5°C come minima. E spesso non superano i 10°C neanche in pieno giorno. Forse la mia previsione si è rivelata corretta…. ma abbiamo ancora 45 giorni davanti e tutto potrebbe ancora cambiare (anche se le premesse non sono buone) verso un caldo esteso e stabile. Ma l’estate, come sarà?       Come potete vedere, nel bel mezzo del Nord Atlantico è presente un ciclone di notevoli dimensioni. La particolare rotazione antioraria, sta spingendo l’acqua fredda del nord Atlantico verso sud-ovest rallentando la Corrente del Golfo, già da tempo piuttosto indebolita.     In questo ingrandimento possiamo vedere come ci sia una zona molto fredda, di colore celeste, che ha già “bloccato” temporaneamente la CdG. La corrente tornerà presto a scorrere… ma nel frattempo tutto ciò che sta ad est di quella zona si sta raffreddando. Anche il Mar Mediterraneo, precedentemente riscaldatosi a fine Aprile, è tornato a cedere calore.     Da questa immagine possiamo notare che la temperatura superficiale del mare... Mostra articolo

» Pubblicato da