28 aprile 2014 - 17:36 pm Pubblicato da

Dopo anni in cui l’orso polare è stato eletto a simbolo del Global Warming dello scioglimento del ghiaccio polare, che provocherebbe la distruzione dell’ambiente glaciale nel quale vive il plantigrado, adesso viene fuori la notizia opposta: sarebbe il troppo ghiaccio primaverile a metterne in difficoltà l’esistenza.

La notizia è stata riportata dalla CBS news, in base alla quale il ghiaccio spesso addirittura 5 metri sulla zona della costa artica dell’Alaska, sul mare di Beaufort meridionale, potrebbe mettere a rischio la sopravvivenza degli Orsi polari, che non possono scavare buche nel ghiaccio indispensabili per la caccia alle foche.

Gli orsi infatti possono perforare solamente due metri di ghiaccio al massimo, e questo è un periodo particolare per la loro specie: le femmine infatti escono con i loro piccoli dal letargo primaverile situato in tane nella prossimità delle rive, se non trovano cibo devono spostarsi lontano alla ricerca di ghiaccio più sottile.

Se in Primavera gli orsi non si nutrono a sufficienza per accumulare grasso sufficiente per affrontare la successiva stagione fredda, possono avere a rischio la loro stessa sopravvivenza.

26 apr 14 CICE_satellite1

Livelli relativamente alti di ghiaccio marino vi sono stati anche in anni come il 2004 ed il 2008, ma non a questi livelli di spessore, e provocò una diminuzione della popolazione degli orsi polari che gli scienziati, erroneamente, attribuirono al “Global Warming” , invece il fatto era dovuto al troppo spessore dei ghiacci marini che impediva il nutrimento dei plantigradi.

Fonte Web: http://freddofili.it/28/04/2014/orsi-polari-a-rischio-per-il-troppo-ghiaccio/

Fonte Web: http://www.cnsnews.com/news/article/barbara-hollingsworth/alaskan-polar-bears-threatened-too-much-spring-ice-0

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
(Ancora nessun voto)
Loading...
  • Angelo
  • Il rischio e che se li ritrovano in svizzera se continua così ! È in atto il sistema di raffreddamento che , più che a gli orsi fa male alle nostre coltivazioni!!! Se sono sopravvissuti al riscaldamento e alla quasi assenza dei ghiacci negli scorsi anni come può ora il Pac essere un pericolo se è il loro principale territorio di caccia??? Viva il freddo viva il Nanook

  • matteo

    Fonte web…freddofili.it.. AMBE’!

  • ma l’altro giorno ho sentito un’altra volta il climatologone che parlava degli orsi polari in rischio estinzione e del livello dei mari in crescita. Possibile che non si riesca a sfondare questo muro di mala informazione ? mi chiedo se credono veramente alle cose che dicono.

    • qualche anno fa erano a rischio x lo scioglimento, ora per troppi ghiacci, secondo me se la spassano sereni e si fan grosse risate sui climatologi.

    • A rischio ce al gore,che lo mangiano

  • Grazie Elio x la risposta 🙂 molto gentile ..ma diecimila esemplari x una sola specie nn mi sembrano moltissimi .. cmq saranno sicuramente seguiti e monitorati .. con 100 miliardi di dollari avranno pur creato qlc posto di lavoro utile ed ecologico quei babbioni di politici 😀 ahah

  • Tranquillo Davide gli orsi polari non sono calati(ora sono complessivamente oltre diecimila)ma certo questa situazione puo provocarne un calo sulle coste del nord America.

  • gianni

    Se potessero parlare gli orsi chissà quante gliene direbbero ad ALGORE e ai sostenitori del global warning

  • Il loro numero è così esiguo e vivono in territori cosi delimitati e circoscritti dalla presenza umana e dalle attività antropiche .. che ormai sono sufficienti anche lievi variazioni climatiche globali a portarsi via se non tutta la specie, almeno una buona fetta degli esemplari totali .. che penso dovranno spostarsi tendenzialmente verso territori via via più meridionali, col previsto progressivo avanzare delle calotte polari artiche .. poverini chissà quanti ne sono rimasti in tutto? Al polo sud non ci sono, solo nell Artico possono vivere .. ♡