image_pdfimage_print

Di Roger Pielke Jr. – 26 Gennaio 2022

Una nuova valutazione di futuri plausibili suggerisce ragioni per un notevole ottimismo sulla politica climatica

Vieni a fare un viaggio nel tempo con me e il nostro nuovo studio appena uscito (io insieme a Matt Burgess e Justin Ritchie). Torniamo al 2005 e diamo un’occhiata a come i massimi esperti mondiali di energia e clima hanno immaginato la gamma di futuri plausibili per il cambiamento climatico fino al 2100 ed esploriamo come potrebbero reagire alla nostra nuova analisi. Il futuro è sempre un luogo sconosciuto, ma se vogliamo creare futuri desiderabili, allora dobbiamo avere un modo per proiettare in modo affidabile dove siamo diretti e come potremmo cambiare rotta se decidessimo di andare in una direzione sbagliata.

Pubblicità

Nella politica climatica, le aspettative per il futuro sono state a lungo caratterizzate come scenari, che secondo l’Intergovernmental Panel on Climate Change ci consentono di valutare “una serie di futuri plausibili, perché lo sviluppo umano è determinato da una miriade di fattori tra cui il processo decisionale umano. “Esiste ovviamente una gamma molto ampia di scenari plausibili per il futuro, definiti come “una varietà di stati futuri che sono considerati ‘accaduti’ (potrebbero accadere).”

La figura seguente illustra il futuro come un cono in espansione di possibilità, di cui alcune sono possibili, plausibili e probabili, con alcuni futuri più preferibili di altri. La nozione di “business as usual” è stata a lungo considerata la direzione in cui siamo attualmente diretti se non cambiamo rotta. Attuiamo una politica per cercare di modellare il cono delle possibilità future verso risultati più preferiti.

Quindi usciamo dalla nostra macchina del tempo nel 2005. Troviamo che la comunità scientifica del clima, sotto gli auspici dell’IPCC, intraprende uno sforzo per produrre e assemblare una serie di scenari plausibili per il futuro climatico a lungo termine per aiutare a guidare il nostro pensiero e l’azione sulla politica climatica. Allora, come oggi, nella politica era generalmente accettato che i futures con meno emissioni di anidride carbonica fossero preferibili a quelli con più emissioni. Scenari plausibili possono aiutarci a pensare a come raggiungere quell’obiettivo.

Ci sono voluti diversi anni, ma alla fine la comunità scientifica del clima ha assemblato un numero molto elevato di scenari per rappresentare un’ampia gamma di quelli che allora erano considerati scenari plausibili del futuro: 1.311 scenari, in effetti. Per semplificare e snellire la ricerca, la comunità delle scienze del clima ha inizialmente scelto 4 di questi scenari come priorità per la ricerca e in seguito ne ha aggiunti altri 7.

Quando siamo entrati nella nostra macchina del tempo, abbiamo portato con noi alcune informazioni dal 2022. Grazie alla nostra nuova ricerca, nel 2022 sappiamo quali scenari rimangono plausibili dei 1.311 scenari IPCC prodotti anni fa e il piccolo sottoinsieme di 11 utilizzati più comunemente nella ricerca sul clima.

Come abbiamo giudicato quali scenari restano plausibili nel 2022? Usiamo due metodi:

  • Uno è guardare come il mondo si è effettivamente evoluto dal 2005 al 2020. Ciò fornisce alcuni dati del mondo reale rispetto ai quali valutare gli scenari. Se gli elementi chiave di uno scenario IPCC si sono già allontanati dalla traiettoria del futuro prevista da uno scenario, allora non è plausibile.
  • Un secondo metodo consiste nell’utilizzare le migliori stime degli esperti di sistemi energetici per la traiettoria a breve termine degli elementi chiave dello scenario. Se gli elementi di uno scenario IPCC si sono già allontanati dalla traiettoria del futuro prevista da uno scenario, allora non è plausibile.

Risulta, utilizzando il nostro criterio più restrittivo e confrontando i dati del mondo reale dal 2005 al 2020, solo 71 (circa il 6%) dei 1.311 scenari originali dell’IPCC sono rimasti plausibili nel 2022. Utilizzando dati e proiezioni a breve termine dal 2005 al 2050, solo 35 (meno del 3%) degli scenari IPCC sono rimasti plausibili. Puoi vedere la gamma di scenari plausibili per il 2100 (blu) rispetto alle traiettorie di tutti gli scenari (grigio) nella figura seguente, insieme allo scenario delle politiche dichiarate dal 2020 al 2050 dell’Agenzia internazionale per l’energia (linea blu scura).

Scenari plausibili dell’IPCC secondo i metodi di Pielke et al. 2022

Noterai che la figura sopra include le emissioni negative nette per alcuni scenari a partire dalla fine del secolo. Non sappiamo se tali scenari siano di per sé plausibili, perché tali tecnologie di rimozione del carbonio non esistono ancora su larga scala. Quindi possiamo anche guardare agli scenari plausibili con la rimozione delle emissioni negative e quella figura è mostrata di seguito.

Scenari plausibili dell’IPCC dopo aver rimosso le emissioni negative, seguendo i metodi di Pielke et al. 2022.

Immaginiamo che come parte del nostro viaggio nel tempo decidiamo di mandare in crash una riunione dell’IPCC, con la nostra conoscenza del futuro in mano. Come potremmo ricevere la nostra conoscenza futura? Immaginiamo. . .

Noi : Ciao IPCC, veniamo dal futuro!

IPCC : Non siete Terminator vero?

Noi : No, ma veniamo a conoscenza dal 2022 di quali dei tuoi 1.311 scenari sono ancora giudicati plausibili nel 2022 e quali possono essere giudicati rappresentazioni non plausibili del resto del 21° secolo.

IPCC : Oh mio Dio! Questa è una notizia fantastica. Come sapete, il mandato dell’IPCC è quello di utilizzare solo scenari plausibili, quindi se riusciamo a identificare quelli non plausibili, ciò renderebbe il nostro lavoro molto più rilevante per i responsabili politici, che dopo tutto è la nostra missione.

Noi : Ecco cosa abbiamo trovato: Utilizzando il nostro criterio più restrittivo, abbiamo identificato 71 dei tuoi 1.311 scenari che rimangono plausibili sulla base solo di ciò che è realmente accaduto dal 2005 al 2020 e quel numero è dimezzato, a 35, se consideriamo anche il Proiezioni dell’AIE dal 2020 al 2050.

IPCC : Wow. Sono molti gli scenari che colpiscono il pavimento della sala di montaggio.

Noi : Giusto. Come spieghiamo, “man mano che il futuro si svolge, dovremmo aspettarci pienamente che il sottoinsieme di scenari disponibili giudicati plausibili si riduca di numero nel tempo poiché la realtà limita le possibilità mentre il futuro diventa il presente”.

IPCC : Quindi ora sono nervoso. Nella nostra serie completa di 1.311 scenari ci sono dei futuri veramente apocalittici. Voglio dire, lo scenario che viene identificato come “business as usual” ed è più comunemente utilizzato nei progetti di ricerca sul clima che il mondo costruirà 33.000 nuove centrali a carbone entro il 2100 e le temperature globali potrebbero aumentare di 5 gradi Celsius o più. Mi aspetto che nel 2022 rimanga la nostra migliore ipotesi per il futuro, giusto?

Noi : In realtà, no. Abbiamo delle ottime notizie per te. Ottime notizie.

IPCC : Dimmi! Abbiamo bisogno di buone notizie sul clima.

Noi : In poche parole, tutti gli scenari plausibili rimanenti da quelli con cui stai lavorando oggi prevedono un riscaldamento totale inferiore a 3 gradi Celsius entro il 2100. In effetti, la proiezione mediana è per il 2100 un riscaldamento di 2,2 gradi Celsius, che è entro sputare distanza dell’obiettivo dell’accordo di Parigi di mantenere le temperature a un riscaldamento di 2,0 gradi Celsius.

IPCC : Che cos’è l’accordo di Parigi?

Noi : Non preoccuparti, lo scoprirai.

IPCC : Trovo che sia incredibilmente rassicurante e incredibilmente difficile da credere. In che modo le nostre aspettative sul futuro sono cambiate così velocemente?

Noi : Storia lunga. Ma in breve, gli scenari che hai utilizzato includono alcune ipotesi piuttosto dubbie sull’uso futuro dell’energia. E il mondo nel prossimo decennio inizierà effettivamente a muoversi verso la decarbonizzazione. Le cose sembrano davvero molto diverse nel 2022.

IPCC : Questa è una notizia incredibilmente buona!

Noi : Sì, lo è. Ovviamente la sfida della profonda decarbonizzazione rimane scoraggiante come sempre nel 2022, ma gli scenari estremi su cui ti sei concentrato sembrano essere fuori discussione. Dai un’occhiata a questa cifra, che mostra che lo scenario più plausibile nel 2022 è SSP4-3.4, e degli 11 su cui si concentra la comunità di ricerca sul clima, i 3 più estremi sono così lontani dalla realtà che dovrebbero essere riservati all’esplorazione ricerca piuttosto che per proiezioni. . .

Scenari plausibili e non plausibili in funzione di 2100 emissioni cumulative di anidride carbonica e del cambiamento di temperatura globale previsto, da Pielke et al. 2022.

Dopo la nostra bella visita con la gente dell’IPCC ai tempi e poi tornando al presente, ci rendiamo conto che abbiamo molto lavoro da fare. In passato l’IPCC in realtà non ha mai valutato la plausibilità della sua famiglia di scenari, né del suo sottoinsieme di 11 utilizzati per la ricerca. In effetti, è il 2022 e l’IPCC non valuta ancora la plausibilità dei suoi scenari. Certo, nel 2022 ci sono più e diversi possibili futuri rispetto a quanto previsto decenni fa, quindi dobbiamo aggiornare i nostri scenari. In effetti, mantenere aggiornati gli scenari dovrebbe essere un processo continuo, per evitare che si apra un divario tra ciò che è plausibile e ciò che stiamo studiando e utilizzando per guidare la politica.

Sfortunatamente, la visione di molte persone del clima continua a essere modellata da futuri non plausibili sviluppati come scenari molti anni e persino decenni fa. La realtà è abbastanza diversa. Come diciamo nel nostro nuovo articolo, “La nostra analisi suggerisce che il mondo si trova quindi in una posizione invidiabile per affrontare la sfida della profonda decarbonizzazione, almeno rispetto a dove gli scenari di base dell’IPCC e parte del discorso pubblico prevedevano che il mondo sarebbe nel 2021”.

Pielke, Jr., RM Burgess e J. Ritchie. Scenari di emissioni plausibili 2005-2050 proiettano tra 2 e 3 gradi C di riscaldamento entro il 2100, Environmental Research Letters , https://doi.org/10.1088/1748-9326/ac4ebf

Pubblicità