image_pdfimage_print

Di Oldbrew – 18 Agosto 2020

Ma questo GSM, dovrebbe essere molto più breve del famoso Maunder Minimum, se la previsione di questo nuovo studio dovesse risultare corretto. C’è anche un nuovo documento, introdotto qui dal GWPF, che conclude: “Le oscillazioni fondamentali dell’irraggiamento solare, a loro volta, possono essere collegate alle oscillazioni della temperatura terrestre di base, indipendentemente da qualsiasi processo terrestre di trasferimento radiativo e di riscaldamento”.

In questo nuovo studio dimostrerò come con i dati proxy del campo magnetico dell’attività solare abbiamo da poco scoperto come il Sole sia entrato in un moderno Grand Solar Minimum (2020-2053) che porterà ad una significativa riduzione del campo magnetico solare e della sua attività come durante il Maunder Minimum, e che porterà ad una notevole riduzione della temperatura terrestre.

Il sole è la principale fonte di energia per tutti i pianeti del sistema solare. Questa energia viene fornita alla Terra sotto forma di radiazione solare a diverse lunghezze d’onda, chiamata Total Solar Irradiance.

Pubblicità

Le variazioni dell’irradiazione solare portano al riscaldamento dell’atmosfera planetaria superiore e a complessi processi di trasporto dell’energia solare verso una superficie planetaria.

I cambiamenti dell’attività solare si osservano nelle variazioni cicliche di 11 anni, quindi dal numero di macchie solari sulla superficie solare utilizzando i numeri medi mensili delle macchie solari come proxy dell’attività solare negli ultimi 150 anni.

I cicli solari sono stati descritti dall’azione del meccanismo della dinamo solare nell’interno del sole che genera una corrente magnetica nella zona inferiore della zona convettiva solare.

Questa corrente magnetica viaggia all’interno del sole apparendo sulla superficie solare, o fotosfera, come macchie solari che indicano le zone dove queste correnti magnetiche sono incorporate nella fotosfera.

Continua qui.
– – –
Appendice 1: distanze SE dalle effemeridi

Appendice 2: variazioni dell’irraggiamento solare in base alle variazioni di distanza

Fonte: Tallbloke

Pubblicità