6 marzo 2018 - 20:30 pm Pubblicato da
image_pdfimage_print

Di Anthony Watts – 5 marzo 2018

Gli astronauti sulle Stazioni Spaziali Internazionali potrebbero essere a rischio durante lunghe missioni

LA SITUAZIONE DEL RAGGI COSMICI ALL’AVANGUARDIA: I raggi cosmici sono dannosi e stanno aumentando. Questa è la conclusione di un
nuovo studio appena pubblicato sulla rivista Space Weather. Gli autori, guidati dal Prof. Nathan Schwadron dell’Università del New Hampshire, mostrano che le radiazioni provenienti dallo spazio profondo sono pericolose e si stanno intensificando più velocemente di quanto previsto in precedenza.

Una doccia di raggi cosmici nell’atmosfera terrestre. Credito di illustrazione: Simon Swordy (U. Chicago),

La storia inizia quattro anni fa, quando Schwadron e colleghi hanno lanciato l’allarme per i raggi cosmici. Analizzando i dati del Cosmic Ray Telescope per gli effetti delle radiazioni (CRaTER) a bordo del Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) della NASA, hanno scoperto che i raggi cosmici nel sistema Terra-Luna hanno raggiunto livelli mai visti prima nell’Era Spaziale. Il peggioramento dell’ambiente della radiazione, hanno sottolineato, era un potenziale pericolo per gli astronauti, limitando il tempo in cui potevano viaggiare in sicurezza nello spazio.

Questa immagine del loro articolo originale del 2014 mostra il numero di giorni in cui un astronauta maschio di 30 anni che volava su
un’astronave con 10 g/cm 2 di schermatura in alluminio poteva andare prima di raggiungere i limiti di radiazione imposti dalla NASA:

I raggi cosmici galattici provengono dall’esterno del sistema solare. Sono una miscela di fotoni ad alta energia e particelle subatomiche accelerate verso la Terra da esplosioni di supernove e altri eventi violenti nel cosmo. La nostra prima linea di difesa è il sole: il campo magnetico del sole e il vento solare si combinano per creare uno “scudo” poroso che respinge i raggi cosmici che tentano di entrare nel sistema solare. L’azione di schermatura del sole è più forte durante il massimo solare e più debole durante il minimo solare, quindi il ritmo di 11 anni della durata della missione sopra riportata.

Il problema è che, come gli autori annotano nel loro nuovo articolo, lo scudo si sta indebolendo: “Nell’ultimo decennio, il vento solare ha mostrato una bassa densità dei campi magnetici, rappresentando stati anomali che non sono mai stati osservati durante l’era spaziale. Come risultato di questa attività solare notevolmente debole, abbiamo anche osservato i più alti flussi di raggi cosmici.”

Nel 2014, Schwadron et al. hanno utilizzato un modello leader di attività solare per prevedere i pericolosi raggi cosmici durante il prossimo minimo solare, ora previsto per il 2019-2020. “Il nostro precedente lavoro suggeriva un aumento del 20% circa dei tassi da un minimo solare all’altro”, afferma Schwadron. “In effetti, ora vediamo che i tassi effettivi osservati da CRaTER negli ultimi 4 anni superano le previsioni di ~ 10%, dimostrando che l’ambiente di radiazioni sta peggiorando ancora più rapidamente di quanto ci aspettassimo.” il recente eccesso:

I dati che Schwadron et al hanno analizzato i dati provenienti da CRaTER sul veicolo spaziale LRO in orbita intorno alla Luna, che è esposto a qualsiasi radiazione cosmica che il sole lascia passare. Qui sulla Terra, abbiamo due linee di difesa aggiuntive: il campo magnetico e l’atmosfera del nostro pianeta. Entrambi mitigano i raggi cosmici.

Ma anche sulla Terra si sente l’aumento. Spaceweather.com e gli studenti di Earth to Sky Calculus lanciano palloni meteorologici spaziali nella stratosfera quasi ogni settimana dal 2015. I sensori a bordo di questi palloncini mostrano un aumento del 13% delle radiazioni (raggi X e raggi gamma) che penetrano nell’atmosfera del nostro pianeta:

I raggi X e i raggi gamma rilevati da questi palloni sono “raggi cosmici secondari”, prodotti dallo schianto dei raggi cosmici primari nell’atmosfera superiore della Terra. Tracciano le radiazioni che filtrano verso la superficie del nostro pianeta. La gamma di energia dei sensori, da 10 keV a 20 MeV, è simile a quella delle macchine a raggi X medicali e degli scanner di sicurezza aeroportuali.

Come influisce tutto ciò? I raggi cosmici penetrano nelle compagnie aeree commerciali, somministrando ai passeggeri e agli equipaggi di volo cosi’ tanta radiazione, che i piloti sono classificati dalla Commissione internazionale per la protezione radiologica come lavoratori delle radiazioni professionali. Alcune ricerche mostrano che i raggi cosmici possono seminare nuvole e innescare un fulmine, alterando potenzialmente il clima e il meteo. Inoltre, ci sono studi ( # 1 , # 2 , # 3 , # 4 ) che collegano i raggi cosmici con le aritmie cardiache nella popolazione generale.

I raggi cosmici si intensificheranno ancora di più negli anni a venire mentre il sole andrà verso quello che potrebbe essere il minimo solare più profondo in più di un secolo.

Dalla NASA Spaceweather

Fonte: WUWT

Enzo
Attività Solare

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
(25 voti, media: 4,84 su 5)
Loading...