25 febbraio 2015 - 12:26 pm Pubblicato da
image_pdfimage_print

Diversi mesi dopo il ritrovamento di un enorme buco nero nella penisola dello Yamal, in Siberia Russia, i ricercatori hanno riferito di aver trovato ulteriori crateri e laghi, chiedendo immediatamente un’indagine urgente per il nuovo fenomeno.

information_items_2335 1

B1 Il famoso buco di Yamal a 30 chilometri da Bovanenkovo, segnalato nel 2014 dai piloti in elicottero. Immagini: Marya Zulinova, servizio stampa del governo regionale Yamal

The Siberian Times, scrive che fino a questo momento, solo tre grandi crateri erano conosciuti nel nord della Russia. Le diverse fonti scientifiche, lo scorso anno, specularono sul fatto che il riscaldamento proveniente dalla superficie, a causa delle condizioni climatiche particolarmente calde, e dalle profondità del terreno, a causa delle linee della faglia geologica, avevano portato ad un enorme rilascio di idrati di gas, provocando la formazione di questi crateri nelle regioni artiche. “Ora sappiamo della presenza di sette crateri nella zona artica.” Il famoso scienziato Moscovita, Prof. Vasily Bogoyavlensky ha così riferito: “Cinque buchi sono direttamente sulla penisola dello Yamal, uno nell’autonomo quartiere dello Yamal, e uno a nord della regione di Krasnoyarsk vicino alla penisola di Taimyr.” Sospettiamo la presenza di più di 20 o 30 crateri.

inside_map_four_craters 2

I quattro crateri artici: B1 – il famoso buco Yamal a 30 chilometri da Bovanenkovo, B2 – il cratere recentemente rilevato a 10 chilometri a sud da Bovanenkovo, B3 – il cratere situato a 90 km dal villaggio di Antipayuta, B4 – il cratere situato vicino al villaggio di Nosok, nel nord della regione di Krasnoyarsk, nei pressi di Penisola di Taimyr. Immagine: Vasily Bogoyavlensky (via The Siberian Times)

Lo studio delle immagini satellitari ha mostrato che nei pressi del famoso buco Yamal, situato a 30 chilometri da Bovanenkovo ​​è potenzialmente pericoloso, in cui le emissioni di gas pussono avvenire in qualsiasi momento. Il Prof. Bogoyavlensky ha detto: “Questi oggetti devono essere studiati, ma è piuttosto pericoloso per i ricercatori. Sappiamo che non si possono verificare una serie di emissioni di gas per un periodo di tempo prolungato, ma non sappiamo esattamente quando potrebbe accadere.”

inside_degassation 3

Il Lago Yamal con tracce di emissioni di gas. Immagine: Vasily Bogoyavlensky

inside%20two%20before%20going%20down 4

L’ultima spedizione in Yamal nel cratere dove è stato avviato dal Centro russo di Arctic Exploration ai primi di novembre 2014

La penisola dello Yamal nella regione autonoma in Okrug nel Yamalo-Nenets è una regione cuscinetto, strategicamente molto importante per la Russia per la presenza di petrolio e gas. E’ la principale zona di produzione della Russia per il gas, quindi il campo Bovanenkovo ​​è di importanza fondamentale per le forniture di gas dalla Siberia nel mondo.

Fonte: The Siberian Time

Enzo
Attività Solare

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
(Ancora nessun voto)
Loading...