image_pdfimage_print

Di Giovanni Tessicini – 29 Dicembre 2019

Minimo di Maunder tra passato e futuro? Puntata precedente 8a parte

Ormai tra gli astrofisici c’è accordo generale sul fatto che stiamo per entrare in un grande minimo solare. 

Pubblicità

Nessuno per adesso è in grado di prevederne le proporzioni con precisione, ma dal 2020 con tutta probabilità inizieremo a vedere gli effetti globali sul meteo e sul clima di quello che potrebbe essere il più profondo minimo solare degli ultimi secoli.

Infatti alcuni anni fa si prevedeva un minimo che potrebbe assomigliare al Dalton, cioè quel minimo non troppo profondo che si verificò dal 1790 al 1830 d.C. circa.

Ma più recentemente si sta facendo strada l’ipotesi che l’incombente Minimo di Eddy potrebbe essere in realtà molto più simile a un Maunder (1645-1715 d.C. circa), il più profondo tra tutti i minimi solari che si sono susseguiti nella PEG (Piccola Era Glaciale, 1350-1850 d.C. circa), o addirittura a un Omerico (800-600 a.C. circa), il minimo più profondo e lungo di cui si abbia traccia.

Quindi a questo punto, come facciamo a sapere quali condizioni meteo possiamo aspettarci nei prossimi anni?

La risposta è semplice: guardando indietro ai resoconti storici dell’epoca corrispondente a questi minimi solari. Infatti la storia si ripete, pertanto ciò che è successo in passato ci dovrebbe servire da insegnamento per prevedere cosa potrebbe avvenire in futuro.

E visto che del lontano Minimo Omerico conosciamo assai poco, prenderemo in esame il più recente Minimo di Maunder.

Quindi ogni domenica e fino alla sua conclusione, andremo a pubblicare in ordine cronologico, anno per anno, alcuni resoconti storici del Minimo di Maunder, con testimonianze e cronache dell’epoca.


 

 

1659 d.C.

Il prezzo del grano in Inghilterra è stato in media di 66 scellini al quarto di tonnellata.

Nel 1659, inondazioni colpirono molte regioni della Cina, tra cui:
– Durante il periodo tra il 21 maggio e il 19 giugno, alluvioni hanno colpito Chekiang (ora provincia dello Zhejiang) sulla costa orientale della Cina a Hu-chou e Kwangtung (ora provincia del Guangdong) sulla costa meridionale della Cina di fronte al Mar Cinese Meridionale a Hsin- io.
– Durante il periodo tra il 20 giugno e il 18 luglio, alluvioni hanno colpito Hupeh (ora provincia di Hubei) nella Cina centrale a Chiang-ling e nella provincia di Chekiang a Ch’ü, Chiang-shan e Ch’ang-shan.
– Durante il periodo tra il 19 luglio e il 17 agosto, inondazioni hanno colpito la provincia di Hupeh a Han-ch’uan, Wuchang e Mien-yang.
– Nel periodo tra il 14 dicembre 1659 e l’11 gennaio 1660, inondazioni hanno colpito la provincia di Chekiang a Hsien-chü; Kiangsu (ora provincia del Jiangsu) sulla costa orientale della Cina a Nan-t’ung [nome incerto]; e Shensi (ora provincia dello Shaanxi) nella Cina centrale a Yen-ch’uan.

Durante il periodo tra il 25 novembre 1658 e il 19 giugno 1659, una siccità ha travolto Kiangsi (ora provincia del Jiangxi) nella Cina meridionale a Lung-chou. Nel 1659, nel periodo tra il 20 giugno e il 18 luglio, una siccità inghiottì Kwangtung (ora provincia del Guangdong) sulla costa meridionale della Cina di fronte al Mar Cinese Meridionale a Hui-lai e Kweichow (ora provincia di Guizhou) nella Cina sud-occidentale a Ts’ên -kung, Yü-p’ing e An-nan.

In Provenza e in Italia l’inverno 1659-1660 fu di nuovo molto freddo. Gli ulivi furono distrutti quasi completamente.

Tra il 1659 e il 1660, il gelo fu grave in Inghilterra e il prezzo del grano raddoppiò durante l’inverno.

L’8 dicembre 1659, una tempesta ha colpito l’Inghilterra. Un vento molto forte, come mai prima d’ora in questo paese, ha arrecato gravi danni alle case di York.

1660 d.C.

In Inghilterra l’11 novembre, ci furono grandi alluvioni nella valle del Tamigi.
In Inghilterra, l’inverno è stato tempestoso con tuoni e lampi, causando gravi danni in molti luoghi.

Nel 1660, il prezzo del grano in Inghilterra era in media di 56 scellini 6 pence al quarto di tonnellata.

Nel 1660 nel periodo tra il 12 gennaio e il 10 febbraio, alluvioni hanno colpito Hopei (ora provincia di Hebei) nella Cina settentrionale a Wang-tu e Hsien. Durante il periodo tra il 5 febbraio e il 6 luglio, una siccità ha travolto Kwangtung (ora provincia del Guangdong) sulla costa meridionale della Cina di fronte al Mar Cinese Meridionale a San-shui. Durante il periodo tra l’8 agosto e l’8 novembre, una siccità ha travolto la provincia di Kwangtung a Hui-yang e Chekiang (ora provincia dello Zhejiang) sulla costa orientale della Cina a Chên-hai e T’ien-t’ai.

Nel 1660 durante la 1ª luna nelle vicinanze di Shanghai, in Cina, fu visto un drago, che comparve con una grande pioggia. (Anticamente in Cina, tornado e trombe d’acqua venivano comunemente descritti come draghi.)

Fonte: Grand Solar Minimum

 

 

Pubblicità