image_pdfimage_print

Di Giovanni Tessicini – 12 Aprile 2020

Minimo di Maunder tra passato e futuro? Puntata precedente, 23a parte

Ormai tra gli astrofisici c’è accordo generale sul fatto che stiamo per entrare in un grande minimo solare. 

Pubblicità

Nessuno per adesso è in grado di prevederne le proporzioni con precisione, ma dal 2020 con tutta probabilità inizieremo a vedere gli effetti globali sul meteo e sul clima di quello che potrebbe essere il più profondo minimo solare degli ultimi secoli.

Infatti alcuni anni fa si prevedeva un minimo che potrebbe assomigliare al Dalton, cioè quel minimo non troppo profondo che si verificò dal 1790 al 1830 d.C. circa.

Ma più recentemente si sta facendo strada l’ipotesi che l’incombente Minimo di Eddy potrebbe essere in realtà molto più simile a un Maunder (1645-1715 d.C. circa), il più profondo tra tutti i minimi solari che si sono susseguiti nella PEG (Piccola Era Glaciale, 1350-1850 d.C. circa), o addirittura a un Omerico (800-600 a.C. circa), il minimo più profondo e lungo di cui si abbia traccia.

Quindi a questo punto, come facciamo a sapere quali condizioni meteo possiamo aspettarci nei prossimi anni?

La risposta è semplice: guardando indietro ai resoconti storici dell’epoca corrispondente a questi minimi solari. Infatti la storia si ripete, pertanto ciò che è successo in passato ci dovrebbe servire da insegnamento per prevedere cosa potrebbe avvenire in futuro.

E visto che del lontano Minimo Omerico conosciamo assai poco, prenderemo in esame il più recente Minimo di Maunder.

Quindi ogni domenica e fino alla sua conclusione, andremo a pubblicare in ordine cronologico, anno per anno, alcuni resoconti storici del Minimo di Maunder, con testimonianze e cronache dell’epoca.


1699 d.C.


Il 7 febbraio 1699, ci fu una tempesta fortissima ovest-nordovest che colpì Upminster, in Inghilterra. È stata una terribile tempesta che ha fatto molto danno.


Nel 1699, il prezzo del grano in Inghilterra era in media di 64 scellini al quarto di tonnellata.

In Gran Bretagna, il tempo fu caldo e secco; ci fu siccità fino al gennaio successivo.


In Inghilterra nel 1699, vi fu raccolto abbondante.


L’Inghilterra fu colpita da un’ondata di caldo soffocante il 22 giugno 1699. L’estate a Parigi, in Francia, fu caratterizzata da:
Giorni caldi              55
Giorni molto caldi     5
(Sembra che i giorni caldi siano definiti come quelli con temperature di 25° C e maggiori ma inferiori a 31° C, i giorni molto caldi sono quelli con temperature di 31° C o superiori ma inferiori a 35° C, e i giorni estremamente caldi sono quelli con temperature di 35° C o superiori.)


Ci sono state forti piogge in aprile e settembre. A Parigi, i tre mesi estivi hanno prodotto 130 mm (5,1 pollici) di pioggia. In Borgogna la primavera era in ritardo e umida. Ci sono stati giorni caldi in agosto. A Digione, in Francia, la vendemmia è iniziata il 5 settembre. Produsse poco vino ma la qualità era buona.


A Breslaw (ora Wrocław, Polonia), gennaio è stato nuvoloso, piovoso, ventoso e freddo. L’ultima decade di febbraio non era migliore. Marzo iniziò in modo terribile con neve e brina, fino all’arrivo della primavera più mite. (All’epoca c’era una carestia e molte persone stavano consumando cibi non salutari.)


Ad Augusta, in Germania, a gennaio i venti provenivano da est o da sud. Ci sono state nevicate frequenti, ma la neve si sciolse mentre cadeva. Ma prima che l’equinozio (intorno al 20 o 21 marzo) arrivasse, una grande neve e il freddo continuarono fino a maggio. Il freddo finì con lunghe piogge.


Charleston, nella Carolina del Sud, negli Stati Uniti, fu quasi spopolata da una terribile tempesta e inondazione.
Nel 1699, un potente ciclone colpì la costa di Sunderbans, in Bangladesh causando 50.000 morti.


In Inghilterra a gennaio, alcuni dei giorni sono stati inusualmente caldi. Anche se alcune mattine c’era il gelo. Il 7 e 12 febbraio si sono verificate tempeste terribili. Il 24 marzo si è verificata una tempesta di tuoni e fulmini, forti venti e grandine. Ci fu un’altra violenta grandinata il 30 marzo con forti tuoni e tuttavia molto freddo. Durante la prima metà di aprile, il clima era molto freddo. Le persone sono state costrette a rimettersi gli abiti invernali, che avevano messo via a febbraio. L’ultima metà di aprile ha avuto nuvole volanti e rugiada di miele. (Negli ultimi 9 anni, giugno e luglio sono stati così freddi che erano difficili da distinguere dagli inverni) Ma quest’anno, 1699, ha prodotto una delle prime estati calde. Giugno e luglio erano così caldi che il grano iniziò a essere raccolto il 1° agosto. E sebbene ci fosse solo mezzo raccolto, il prezzo del grano è sceso da 9 a 10 anni. Il 22 e 23 giugno, faceva un caldo afoso, come le estati di una volta. Il 24 era afoso e abbondante di tuoni, con il cielo limpido; solo poche nuvole soffici, e talvolta qualche piccola goccia di pioggia isolata. Faceva intollerabilmente caldo fino alla fine di giugno. Il tempo era favorevole con il grano ma non con l’avena e l’orzo. Quei raccolti erano poveri per mancanza di pioggia. Luglio era intollerabilmente caldo. C’era poca erba e nessuna pioggia. L’11 agosto le noci erano piene e il 28 caddero dai gusci. Settembre era per lo più caldo afoso, oltre quello che ogni mese era stato per nove estati prima di questo. Il 18 settembre, il grano seminato era già verde sul terreno. In ottobre il tempo era caldo, il sole senza nuvole e molto calmo; come piacevole clima estivo e in qualsiasi mese. L’anno 1699 non fu solo il più caldo, ma anche il più secco di molti anni. In Scozia, alcuni dei loro muschi hanno preso fuoco da piccole scintille e bruciati fino a dopo Natale. A novembre e dicembre era tutto come l’estate; caldo sole piacevole. Il 26 novembre cadde la neve ma era ancora caldo. Il 30 novembre, la neve ha deposto 8 o 9 pollici di spessore. Le due settimane centrali di Dicembre fu inusualmente caldo.


Negli anni della fame umida del 1695-99, la Scozia perse tra il 5% e il 15% della popolazione.


Nel 1699, nel periodo tra il 5 febbraio e l’8 agosto, una siccità ha travolto Chekiang (ora provincia dello Zhejiang) sulla costa orientale della Cina a Hangchow e T’ung-hsiang. Durante il periodo tra il 31 marzo e il 29 aprile, una siccità ha travolto Hupeh (ora provincia di Hubei) nella Cina centrale a Huang-p’o. Durante il periodo tra l’8 agosto e l’8 novembre, una siccità ha travolto la provincia di Hupeh ad Ao-ch’êng e Kiangsu (ora provincia di Jiangsu) sulla costa orientale della Cina a Wu-chin.


Nel 1699, inondazioni colpirono diverse regioni della Cina, tra cui:
– Nel periodo tra il 27 giugno e il 26 luglio, le inondazioni hanno colpito Yü-ch’êng (probabilmente un errore di stampa); Chekiang (ora provincia dello Zhejiang) sulla costa orientale della Cina a T’ai-shun e Chien-tê; e Hopei (ora provincia di Hebei) nel nord della Cina a Wu-chi e An-hsin.
– Durante il periodo tra il 25 agosto e il 22 settembre, inondazioni hanno colpito la provincia di Chekiang a Hangchow.
– Durante il periodo tra il 23 settembre e il 22 ottobre, inondazioni hanno colpito la provincia di Chekiang a Taichow, Chin-hua, T’ang-ch’i, Ch’ü, Chiang-shan e Ch’ang-shan; Kiangsi (ora provincia del Jiangxi) nel sud della Cina a Kan; e Hupeh (ora provincia di Hubei) nella Cina centrale a Mien-yang.
Nel 1699 durante la sesta luna nelle vicinanze di Shanghai, in Cina, si verificò una esondazione del mare e dei laghi.

1700 d.C.

In Inghilterra, gennaio e febbraio non erano diversi dall’estate calda. Ci sono stati alcuni giorni tempestosi, alcuni giorni con un po’ di gelo, pioggia e grandine. L’8 e il 9 marzo il clima era caldo e secco. Il 18 marzo, il terreno è stato tagliato e la polvere volava come in estate. Non c’è stata pioggia fino alla fine di marzo. Il 30 marzo si è verificata una grandine delle dimensioni di piccole noci. Dal 5 al 16 aprile il clima era eccessivamente caldo. Il mese di aprile è finito caldo. Il 9 maggio c’è stato un temporale. L’uva spina aveva i fiori grandi da una settimana. Il 18 maggio i carciofi erano pieni e grandi. Dopo alcuni giorni di pioggia fredda a partire dal 21 maggio, il mese si è concluso molto caldo. La prima metà di giugno era tempo estivo, ma la seconda metà fu incerta con tempo piovoso. Luglio è stato bello fino al 10 seguito da tempo tempestoso e molta pioggia, ma il mese si è concluso molto caldo. Il 1° e il 3 agosto c’era vento e pioggia e poi fino al 16 agosto è stato un magnifico clima estivo. Il resto di agosto è stato variabile. Dopo la pioggia del 31 agosto, gli alberi e i prati erano deliziosi come la primavera. Il tempo a settembre è stato variabile. Il 9 settembre c’è stata una grandinata. Il 18 settembre c’è stato un grande gelo, che è stato distruttivo per tutto ciò che ha potuto colpire, in particolare l’uva. Il 23 e 24 settembre c’è stata molta pioggia. Il 26 era sole splendente e caldo, poi terribili tuoni e fulmini di notte con piogge battenti. Fu una tempesta dapprima remota, poi vicina, forte e lunga. Il mese di ottobre è iniziato con tempo soleggiato e poi soleggiato fino al 19. Successivamente ci furono varie piogge e gelate. Dicembre ha avuto diversi giorni piacevoli. L’11, 14 e 19 novembre si è verificato un forte gelo. Ma il 20 e 29 novembre c’erano giorni estivi. Dicembre è iniziato con gelo e neve. Il 7 dicembre, gli orsi polari; l’8 un forte gelo e poi piove; il 13 una terribile tempesta; ma dal 15 al 18 era mite; dal 24 al 29 c’era sole e bel tempo; ma il 31 era il gelo.
L’estate del 1700 a Parigi, in Francia, fu caratterizzata da:
Giorni caldi                       29
Giorni molto caldi              2

Giorni estremamente caldi   2

(Sembra che i giorni caldi siano definiti come quelli con temperature di 25° C e maggiori ma inferiori a 31° C, i giorni molto caldi sono quelli con temperature di 31° C o superiori ma inferiori a 35° C, e i giorni estremamente caldi sono quelli con temperature di 35° C o superiori.)
Le temperature di picco si sono verificate il 9 e 12 settembre.


A Mulchus, al confine con la regione tedesca dell’Assia, l’inverno fino al 10 marzo è stato molto incoerente con i venti freddi da nord e i venti da sud che hanno portato grande neve, nebbia, nuvole e pioggia. La primavera era più temperata e secca. I venti provenivano da est e ci furono alcuni acquazzoni. Il tempo del 1699 produsse un raccolto di grano con macchie nere. Il grano non era salutare e causava nausea sia nell’uomo che nella bestia. C’era una grande scarsità e carenza. Dopo l’equinozio ci fu una stagione delle piogge umide fino alla fine di ottobre. Il tempo divenne poi quasi incostante fino al solstizio d’inverno (21/22 dicembre).


A Breslaw (ora Wrocław, Polonia), l’estate, il raccolto e l’inverno sono stati piuttosto temperati.

A Leeds, in Inghilterra, il 27 aprile, c’è stata una terribile tempesta di tuoni e fulmini.
Il 27 aprile 1700 si verificò un temporale molto violento a Leeds, in Inghilterra.
Nel 1700, il prezzo del grano in Inghilterra era in media di 40 scellini al quarto di tonnellata.


Nel 1700, ci fu una carestia in Inghilterra per la pioggia e il freddo dell’anno precedente. Nel 1700, era estremamente caldo in Inghilterra.


Il 14 settembre 1700, un uragano colpì Charleston, South Carolina negli Stati Uniti causando 97 o 98 morti.

 
Durante l’autunno del 1700, un terribile uragano danneggiò Charlestown (Charleston), Carolina del Sud negli Stati Uniti, e minacciò la sua totale distruzione. Il mare che si precipitava dentro con incredibile impetuosità, obbligò gli abitanti a salire verso i secondi piani delle loro case, dove generalmente erano al sicuro. Una grande nave, appartenente a Glasgow, che era arrivata da Darien con una parte degli sfortunati coloni scozzesi, e aveva gettato l’ancora fuori dal porto, fu trascinata via dalla sua ancora e si schiantò contro i banchi di sabbia e ogni anima a bordo perì.


Nel 1700, nel periodo tra il 21 marzo e il 18 aprile, una siccità inghiottì Chekiang (ora provincia dello Zhejiang) sulla costa orientale della Cina a Hu-chou. Durante il periodo tra il 17 giugno e il 15 luglio, una siccità ha travolto Hopei (ora provincia di Hebei) nella Cina settentrionale a Sha-ho. Durante il periodo tra l’8 agosto e l’8 novembre, una siccità ha travolto la provincia di Chekiang a Ch’ang-shan. Poi, nel periodo tra il 15 agosto e il 12 settembre, alluvioni hanno colpito Kiangsu (ora provincia del Jiangsu) sulla costa orientale della Cina a Kao-yu e Shantung (ora provincia dello Shandong) sulla costa orientale della Cina a T’an-ch’êng (probabilmente un errore di stampa, “Yen-ch’êng”) e Lin-i (Lin-i si trova alla longitudine 118.24° Est e latitudine 35.07° Nord.)

1701 d.C.

Nella festa delle candele (2 febbraio) 1701 a Parigi, in Francia, si scatenò un uragano furioso. Nessuno ricordava di aver visto qualcosa del genere. La cima della chiesa di Saint Louis crollò sui fedeli.
L’estate del 1701 fu la più notevole dal 1682 a causa della sua lunga durata del caldo e delle sue alte temperature. In Italia, ha prodotto calore intollerabile. A Parigi, in Francia, l’estate è stata caratterizzata da:
 
Giorni caldi                62
Giorni molto caldi      11

Giorni estremamente caldi  9


(Sembra che i giorni caldi siano definiti come quelli con temperature di 25° C e maggiori ma inferiori a 31° C, i giorni molto caldi sono quelli con
temperature 31° C o superiori, ma inferiori a 35° C, e giorni estremamente caldi sono quelli con temperature di 35° C o superiori.)


Le temperature di picco si sono verificate il 10, 11, 13, 26, 27, 28 luglio, 17 e 31 agosto e 1 settembre. Il 17 agosto la temperatura ha quasi raggiunto 40° C (104° F). A Digione, in Francia, in Borgogna la vendemmia è iniziata il 22 settembre.
L’estate del 1701 fu anche molto calda a Parigi, in Francia. L’estate ha prodotto sessantadue giorni di calore di 25° C, undici giorni di calore di 31° C e nove giorni di calore di 35° C. La temperatura massima è stata raggiunta il 17 agosto con una lettura di 104° F (40° C) .


Nel 1701, il prezzo del grano in Inghilterra era in media di 37 scellini 6 pence per quarto di tonnellata.

Nel 1701 in Inghilterra, vi fu un’estate eccessivamente calda.
A Breslaw (ora Wrocław, Polonia), gennaio è stato mutevole. Il tempo di febbraio è stato abbastanza spaventoso, con nuvole, venti che si spostano, freddo e neve. Marzo è stato più mite, ma spesso piovoso, tempestoso, nuvoloso con grandine e venti mutevoli. Aprile è stato il più inclemente dai cambiamenti di vento, freddo, grandine, nuvole, neve e pioggia. Maggio era per lo più nebbioso, nuvoloso e piovoso. Giugno ha avuto pioggia e tuoni.


La Russia soffrì di una grande carestia nel 1701. Molte delle carestie in Russia furono accompagnate da orrori come il mangiare corteccia, erba, sterco e persino cannibalismo. Nel 1701 a Mosca, i pasticci erano fatti di carne umana e venduti apertamente nelle strade.


Nel 1701, inondazioni colpirono molte regioni della Cina, tra cui:
– Kwangsi (ora provincia del Guangxi) nella Cina meridionale lungo il confine con il Vietnam a P’ing-yüeh.
– Provincia dello Yunnan nel sud-ovest della Cina a Hao-ch’ing.
– Hopei (ora provincia di Hebei) nel nord della Cina a Kuang-p’ing.
– Kwangtung (ora provincia del Guangdong) sulla costa meridionale della Cina di fronte al Mar Cinese Meridionale a Lien e Canton.
– Durante il periodo tra il 6 luglio e il 3 agosto, un’alluvione ha colpito Hupeh (ora provincia di Hubei) nella Cina centrale a Huang-kang e nella provincia di Kwangtung a Ta-pu e Ch’ao-an.


Nel 1701, nel periodo tra il 6 giugno e il 5 luglio, una siccità inghiottì Shantung (ora provincia dello Shandong) sulla costa orientale della Cina a T’ang-i. Durante il periodo tra il 6 luglio e il 3 agosto, una siccità ha travolto Kansu (ora provincia del Gansu) nella Cina nord-occidentale a Lin-hsia e Lanchow. Nel periodo 2-30 ottobre, una siccità ha travolto Kwangtung (ora provincia del Guangdong) sulla costa meridionale della Cina di fronte al Mar Cinese Meridionale a Ch’iung-shan.

Inverno del 1700/1701 d.C.
In Inghilterra, il gelo che iniziò il 31 dicembre 1700 durò fino all’8 gennaio 1701. Il ghiaccio (su stagni o laghi) era spesso solo due pollici perché era coperto di neve di sei pollici e poi di dieci pollici di profondità. I giorni seguenti produssero una miscela di pioggia, neve, gelo e belle giornate. Il 17 e 18 gennaio era ventoso, con piogge alluvionali, una terribile tempesta con grandi perdite in mare e danni alla terra. Il tempo fino al 26 consisteva in pioggia, vento e neve. C’è stato gelo alla fine di gennaio. Dalla quantità di neve e pioggia e dall’improvviso disgelo, venne una grande inondazione, che rese i terreni bassi come un mare. Il clima di febbraio variava con vento, grandine e pioggia in abbondanza e alcuni giorni piacevoli verso la fine del mese. Il 6 febbraio si è verificata una terribile tempesta con fulmini e tuoni. Il primo marzo c’è stata una mezza giornata di pioggia. È stata una stagione serena e tranquilla fino al 12 marzo, e poi il resto del mese è stato soleggiato e ancora calmo senza vento. Ma dal 20 marzo alla fine del mese il gelo è stato piuttosto intenso. Eppure era mescolato con il calore la mattina o la sera. Aprile è stato un mese piacevole ma secco e gelido. Quindi arrivò la primavera ma lentamente. Il 10 aprile c’è stato il primo avvistamento del cuculo; il 13 un usignolo. Il 9 e 12 aprile si è verificato il gelo; ma presto faceva caldo.
Dal 16 al 19 aprile, c’era neve e grandine ogni giorno e molto freddo. Solo la uva spina era in fiore. Il 1° maggio, gli olmi erano appena verdi a Londra. Il 10 maggio si è verificato un gelo bianco. Non c’era pioggia dal 29 aprile e il terreno era molto asciutto. Dal 16 al 22 maggio, c’è stato un temporale con acquazzoni. Maggio si è concluso con alcuni giorni di tempesta. Il mese di giugno ha prodotto un clima piacevole. Il 5 giugno ci sono stati un tuoni. Il 25 giugno, i tuoni sono stati lunghi e forti e hanno prodotto piogge alluvionali.

Il 30 giugno si sono verificati continui tuoni con poca o nessuna pioggia. Diversi giorni a giugno sono stati afosi e caldi. In generale il tempo a luglio è stato caldo afoso senza pioggia. Il 15-18 luglio ci sono stati lampi con un terribile tuono e brevi esplosioni di acquazzoni. Agosto faceva un caldo intollerabile sia di giorno che di notte, con molti lampi e tuoni. Anche se è stato un mese caldo con piogge frequenti, tuttavia c’era un po’ di gelo bianco. Settembre era ancora caldo e un po’ strano. C’era un misto di sole caldo e nebbie opache. C’era un po’ di gelo in ottobre e periodi di clima estremamente freddo, ma il resto era un clima piacevole e glorioso. C’era ghiaccio alla fine di ottobre, spesso 1 pollice. Il 16 ottobre è stato notevole per un numero prodigioso di scarafaggi che si muovevano in una grande nebbia. Novembre è stato generalmente caldo e abbastanza secco. Con l’eccezione di 4 giorni, i primi dodici giorni di dicembre sono stati giorni noiosi. Dal 15 al 21 dicembre si è verificato un forte gelo e il ghiaccio era spesso 4 pollici. Il 26 dicembre si è verificata una terribile tempesta. Questo è stato seguito da una pioggia abbondante.

Fonte: Grand Solar Minimum

Pubblicità