MINIMO DI MAUNDER TRA PASSATO E FUTURO?

Di Giovanni Tessicini – 9 Febbraio 2020

Minimo di Maunder tra passato e futuro? Puntata precedente, 14a parte

Ormai tra gli astrofisici c’è accordo generale sul fatto che stiamo per entrare in un grande minimo solare. 

Nessuno per adesso è in grado di prevederne le proporzioni con precisione, ma dal 2020 con tutta probabilità inizieremo a vedere gli effetti globali sul meteo e sul clima di quello che potrebbe essere il più profondo minimo solare degli ultimi secoli.

Infatti alcuni anni fa si prevedeva un minimo che potrebbe assomigliare al Dalton, cioè quel minimo non troppo profondo che si verificò dal 1790 al 1830 d.C. circa.

Ma più recentemente si sta facendo strada l’ipotesi che l’incombente Minimo di Eddy potrebbe essere in realtà molto più simile a un Maunder (1645-1715 d.C. circa), il più profondo tra tutti i minimi solari che si sono susseguiti nella PEG (Piccola Era Glaciale, 1350-1850 d.C. circa), o addirittura a un Omerico (800-600 a.C. circa), il minimo più profondo e lungo di cui si abbia traccia.

Quindi a questo punto, come facciamo a sapere quali condizioni meteo possiamo aspettarci nei prossimi anni?

La risposta è semplice: guardando indietro ai resoconti storici dell’epoca corrispondente a questi minimi solari. Infatti la storia si ripete, pertanto ciò che è successo in passato ci dovrebbe servire da insegnamento per prevedere cosa potrebbe avvenire in futuro.

E visto che del lontano Minimo Omerico conosciamo assai poco, prenderemo in esame il più recente Minimo di Maunder.

Quindi ogni domenica e fino alla sua conclusione, andremo a pubblicare in ordine cronologico, anno per anno, alcuni resoconti storici del Minimo di Maunder, con testimonianze e cronache dell’epoca.


 

1671 d.C.

A Digione, in Francia, nel 1671, la vendemmia iniziò il 16 settembre.
Nel 1671 il prezzo del grano in Inghilterra era in media di 42 scellini al quarto di tonnellata.

Nel dicembre del 1671 a Londra, c’era la nebbia più fitta e più scura mai conosciuta nella memoria dell’uomo.
In Inghilterra, ci sono state tempeste o tuoni, pioggia e vento il 3 e 12 settembre, 2 novembre e 30-31 dicembre.

Nel 1671, una siccità inghiottì molte regioni della Cina, tra cui:
– Chekiang (ora provincia dello Zhejiang) sulla costa orientale della Cina a T’ung-hsiang. Questa siccità è stata grave.
– Durante il periodo tra l’8 novembre 1670 e il 5 febbraio 1671, una grave siccità inghiottì la provincia di Hupeh a Tsao-yang e An-lu; e Kiangsi (ora provincia del Jiangxi) nella Cina meridionale a Tê-an.
– Nel periodo tra il 5 febbraio e il 6 maggio, una siccità ha travolto Hopei (ora provincia di Hebei) nel nord della Cina a Pa e nella provincia di Hupeh a Kung-an e Shih-shou.
– Nel periodo tra il 9 maggio e il 6 giugno, una grave siccità ha travolto la provincia di Hunan nella Cina centro-meridionale a Lung-shan e la provincia di Hupeh a Huang-an, Ma-ch’êng e Kuang-chi.
– Nel periodo tra il 7 giugno e il 1 novembre, una grave siccità ha travolto la provincia di Chekiang a Chin-hua e Hu-chou.
– Nel periodo tra il 6 luglio e il 4 agosto, una siccità ha travolto la provincia di Chekiang a Ningpo, Hsiang-shan, Ning-hai, T’ien-t’ai, Hsien-chü, Hu-chou e Lan-ch’i.
– Nel periodo tra il 5 agosto e il 2 settembre, una siccità ha travolto Shantung (ora provincia dello Shandong) sulla costa orientale della Cina a Ch’i-ho; Provincia di Hopei a Tung-ming, Hsing-t’ai, Kuang-p’ing, Jên, Ch’êng-an; e Kiangsu (ora provincia di Jiangsu) sulla costa orientale della Cina a Chiang-p’u, Soochow e T’ai-ts’ang.
– Durante il periodo tra il 3 settembre e il 2 ottobre, una siccità ha travolto l’Anhwei (ora provincia dell’Anhui) nella Cina orientale a T’ai-hu; Provincia di Hopei a Hsin-ch’êng e T’ang-shan; e la provincia di Chahar (ora Mongolia interna orientale) a Yang-yüan e Huai-an.
– Durante il periodo tra il 3 ottobre e il 1 novembre, una grave siccità ha travolto la provincia di Chekiang a Shao-hsing.

Nel 1671 nel periodo tra il 5 agosto e il 2 settembre, alluvioni hanno colpito Hupeh (ora provincia di Hubei) nella Cina centrale a Sung-tzŭ e I-tu. Nel periodo tra il 3 settembre e il 2 ottobre, le inondazioni hanno colpito Mu-yang; Hopei (ora provincia di Hebei) nel nord della Cina a Wên-an e Hsü-shui; Shantung (ora provincia dello Shandong) sulla costa orientale della Cina a Chi-ning; e provincia di Hupeh a Shih-shou.

Nel 1671 durante la 4° luna dell’11° giorno, ci fu pioggia eccessiva nelle vicinanze di Shanghai, in Cina. Nel mese successivo arrivarono di nuovo le piogge ma con venti violenti, che strapparono alberi e spianarono le case. Questa tempesta è continuata per tre giorni e tre notti. Il giorno successivo, ci fu una nuova ondata (alluvione). Più tardi quell’anno, ci fu una carestia.

Inverno del 1671-1672 d.C.

Il 9-11 dicembre 1671, una tempesta di pioggia gelida colpì Bristol, in Inghilterra, causando una vasta distruzione di alberi intorno a Bristol, Wells, Shepton-Mallet, Bath e Burton. Non c’era ghiaccio sull’acqua ma la pioggia si gelò mentre cadeva. Un ramo di un albero di frassino pesava 3⁄4 libbre (0,3 chilogrammi) e aveva 16 libbre (7,3 chilogrammi) di ghiaccio su di esso. Il ghiaccio è di cinque pollici (13 centimetri) di circonferenza sul ramo. Gli alberi lungo la strada da Bristol a Shepton furono tutti abbattuti. Sempre a Burton, le strade erano tutte bloccate da alberi caduti. La stessa tempesta di ghiaccio ha colpito Oxford. Questo clima è stato immediatamente seguito da un grande caldo.

I cespugli e i fiori erano più avanti del solito in Aprile.

Prima di Natale era fiorito un melo.

La pioggia gelata cadde nel Somersetshire, in Inghilterra, l’11 settembre 1671. Ha fatto un’incredibile distruzione di alberi in tutti i villaggi e le strade da Bristol verso Wells, verso Shepton-Mallet, verso Bath e Bruton e altri luoghi dell’ovest. Un rametto di un albero di frassino di soli tre quarti di una libbra, che è stato portato sul mio tavolo, il ghiaccio su di esso pesava 16 chili, oltre a ciò che è stato sciolto dalle mani di loro che lo hanno portato. Anche se gli alberi e le siepi erano carichi di ghiaccio, non c’era ghiaccio sui fiumi o nelle pozze d’acqua. Alcuni viaggiatori erano quasi morti per la freddezza dell’aria gelida e della pioggia gelata. Tutti gli alberi, grandi e piccini, sull’autostrada da Bristol a Shepton, erano così abbattuti su entrambi i lati della strada, che la strada era impraticabile. A causa di ostacoli simili, i corrieri della posta di Bruton furono costretti a tornare indietro. Alcuni mi dissero che cavalcando i piani nevosi, videro cadere questa pioggia gelida sulla neve e si congelava immediatamente che ci si poteva camminare senza affondare affatto nella neve. Molti viaggiatori sono rimasti bloccati sulle strade durante il loro viaggio ed erano in grande difficoltà.

L’8 era caduta molta neve. L’incidenza della pioggia gelida sembrava variare in base all’altitudine. Il gelo era molto violento e pericoloso sulle cime delle colline e delle pianure. L’11 dicembre un giovane è tornato da un viaggio di 5 miglia, mentre entrava in una stanza calda, gridava in estremo tormento in tutte le parti del suo corpo a causa del freddo insopportabile. Dopo che queste gelate furono finite, ci fu un’ondata eccessiva di calore. Di conseguenza un melo è sbocciato prima di Natale. A New-Years-Tide, questo melo portava mele grandi quanto un dito. Questa pioggia gelata ha colpito anche la campagna intorno a Oxford. E quando è arrivata l’ondata di caldo, sono state osservate mele verdi su diversi alberi, in particolare nella parrocchia di Holywell.

L’8 dicembre 1671 è caduta una grande nevicata. Il 9 dicembre c’era molta pioggia, che spazzò via la neve. Il 10 dicembre, improvvisi attacchi di freddo e calore. Alcuni viaggiatori furono quasi persi dall’aria gelida e dalla pioggia. Gli alberi giovani e vecchi, furono fatti a pezzi e abbattuti; per la pioggia gelida che cade sulla neve gelida sui rami e che ora si trasforma in ghiaccio, abbatte gli alberi. Questo gelo era lo stesso nell’Oxfordshire come nel Somersetshire, una pioggia di ghiaccio o una pioggia gelata mentre cadeva e succedeva con il calore simile. Grande fu il danno arrecato alle piante esotiche da questo e le gelate del 1683, 1684, 1709, 1716 e 1740.

 

1672 d.C.

L’inverno in Francia è stato rigido e il freddo è durato per tre mesi.

Nel maggio del 1672, la siccità abbassò l’acqua nell’Issel (a volte chiamato Gelderse l’Jssel River nei Paesi Bassi orientali) e nel fiume Reno in Germania. Il fiume era percorribile su un braccio in diverse località. Ciò ha permesso all’esercito di Luigi XIV, di attraversare il fiume il 5 giugno.

Nel 1672, molta pioggia violenta cadde in molte parti dell’Inghilterra in estate che spazzarono via sia il grano che il suolo di molti grandi campi. Dopo questo inverno, giunse il caldo che durò molto a lungo, causando un’eccessiva sudorazione sia di giorno che di notte. Gli alberi fiorirono e i fiori apparivano come in aprile o maggio.

Il 2 settembre vi furono lampi e tuoni scioccanti a Leeds, nel West Yorkshire, nell’Inghilterra centro-settentrionale.

Nel 1672, il prezzo del grano in Inghilterra era in media di 41 scellini al quarto di tonnellata.

Nel 1672, a Londra scoppiò un’epidemia di morbillo.
Il 2 settembre 1672 si verificò un temporale a Leeds, in Inghilterra.
In Inghilterra, ci sono state tempeste il 24-25 luglio, 2 settembre, 29 ottobre, 19-20 dicembre e 28 dicembre. Alcune tempeste hanno prodotto grandi maree.

Nel 1672, nel periodo tra il 5 febbraio e il 6 maggio, una siccità travolse Shansi (ora provincia dello Shanxi) nella Cina settentrionale a Jui-ch’êng e Chieh. Durante il periodo tra il 27 aprile e il 26 maggio, una siccità ha travolto Shantung (ora provincia dello Shandong) sulla costa orientale della Cina a Fu-shan. Durante il periodo tra il 27 maggio e il 24 giugno, una grave siccità ha travolto la provincia di Shantung a Kao-mi. Durante il periodo tra il 21 settembre e il 20 ottobre, una siccità ha travolto Kiangsu (ora provincia di Jiangsu) sulla costa orientale della Cina a Lin-ch’ü.

Nel 1672, alluvioni colpirono Szechwan (ora provincia del Sichuan) nella Cina sud-occidentale a Chungking, Chung, Fêng-tu e Sui-ning; Kwangsi (ora provincia del Guangxi) nella Cina meridionale lungo il confine con il Vietnam a P’ing-yüeh e Mêng-shan; e Hopei (ora provincia di Hebei) nella Cina settentrionale a Jên. Durante il periodo tra il 25 giugno e il 23 luglio, alluvioni hanno colpito Kiangsu (ora provincia di Jiangsu) sulla costa orientale della Cina a I-hsing e Chekiang (ora provincia di Zhejiang) sulla costa orientale della Cina a Hu-chou. Le case sono state danneggiate dalle acque alluvionali. Nello stesso periodo, anche le inondazioni hanno colpito la provincia di Chekiang a Hangchow; Kwangtung (ora provincia del Guangdong) sulla costa meridionale della Cina di fronte al Mar Cinese Meridionale a Ying-tê; Provincia di Hopei a Hsing-t’ai; Hupeh (ora provincia di Hubei) nella Cina centrale a I-tu, Ch’ien-chiang; e Anhwei (ora provincia dell’Anhui) nella Cina orientale a T’ai-p’ing.

Nel 1672 durante la 7a luna, ci fu una grande siccità nelle vicinanze di Shanghai, in Cina.

Fonte: Grand Solar Minimum