image_pdfimage_print

Da Cliff Mass Weather Blog – 21 Luglio 2022

Si parla molto dell’ondata di caldo europea a breve termine, alcuni suggeriscono che il calore da record sia il risultato del cambiamento climatico/riscaldamento globale.    

Alcuni dei media e dei sostenitori del clima hanno oltremodo esagerato nelle loro affermazioni (vedi sotto), affermando che questo evento è stato il risultato del riscaldamento globale causato dall’uomo.

Pubblicità

La verità e la schiacciante evidenza scientifica forniscono una storia diversa: la recente ondata di caldo europea è principalmente il risultato di processi naturali, ma è stata leggermente aumentata dal riscaldamento globale causato dall’uomo. 

La situazione è molto simile all’ondata di caldo avvenuta la scorsa estate nella zona nord-occidentale europea; con molti degli stessi elementi.  

Un breve ma drammatico evento di calore

Come fatto notare dai media, un certo numero di località ha battuto alcuni record della temperatura, con alcune località in Inghilterra che hanno raggiunto i 40°C (104°F). La mappa qui sotto mostra le posizioni che hanno battuto i record il 18 luglio, con le x che mostrano le posizioni che hanno superato i massimi storici di tutti i tempi.

In alcune località, i precedenti record di tutti i tempi sono stati infranti di diversi gradi, cosa illustrata da questo grafico delle temperature dell’Inghilterra centrale (mostrato sotto). La linea blu è la temperatura di quest’anno, la linea nera è il valore medio e la linea rosa mostra i record giornalieri precedenti.  

Il massimo di questa settimana per l’Inghilterra centrale è stato assolutamente senza precedenti, in particolare per quanto riguarda la deviazione dal record precedente. Si noti inoltre che l’ondata di caldo è stata molto breve.

Per molti versi, questo evento è stato come l’ondata di caldo dell’anno scorso nel nord-ovest, con record precedenti assolutamente infranti.

Ironia della sorte, un evento così straordinariamente estremo è un segno che il riscaldamento globale ha giocato un ruolo molto piccolo in questo evento.

Regola d’oro degli estremi climatici:

Più un record climatico o meteorologico è estremo, maggiore è il contributo della variabilità naturale e minore è il contributo del riscaldamento globale causato dall’uomo.

Lasciate che vi mostri come la “Regola d’Oro” si applica in questo evento.

Il riscaldamento di fondo

L’Europa e l’Inghilterra si sono riscaldate negli ultimi decenni e parte di questo riscaldamento è probabilmente causato dall’aumento dei gas serra come la CO2. Per illustrare, di seguito sono riportati i cambiamenti a lungo termine delle temperature massime estive in Inghilterra dal Met Office del Regno Unito.

Le temperature massime medie hanno avuto una scarsa tendenza generale dal 1890 al 1970 circa e poi si sono riscaldate di circa 1°C (circa 2°F) negli ultimi 50 anni.

Posso mostrarti trame simili di altre località europee, che suggeriscono tutte un riscaldamento di circa 1-1,5°C.  

Assumiamo che TUTTO questo riscaldamento sia dovuto all’aumento della CO2 e di altri gas serra. Assumiamo inoltre che nulla di tutto ciò sia dovuto all’urbanizzazione o a cambiamenti nella strumentazione (che possono anche produrre temperature di riscaldamento).

Quel riscaldamento di fondo di circa 1°C è assolutamente sminuito dall’entità dell’ondata di caldo, in cui le temperature massime erano fino a 20°C al di sopra del normale (come mostrato dalla figura sopra).

Allora perché le temperature erano così estreme questa settimana? 

Il motivo è lo sviluppo di una grande cresta di alta pressione, che produce riscaldamento affondando e spostando l’aria verso nord sui suoi fianchi occidentali.

Ecco il livello superiore (livello di pressione di 500 hPa, circa 18.000 piedi) alle 17:00 PDT del 17 luglio. Le nervature (altezze o pressioni elevate) sono indicate dai colori rosso-arancio. Nota che c’era una depressione (colori blu) di pressione inferiore sul lato sud-ovest. Questa caratteristica aumenta il flusso verso sud che porta l’aria più calda.

Ora uno shock. Di seguito è riportato lo stesso tipo di grafico per la grande ondata di caldo del nord-ovest.

OH MIO DIO! Molto simile, compresa la bassa pressione a sud-ovest!

Un centro così basso, migliora il flusso verso sud e spostandosi nella cresta dell’alta pressione, funge da compressore per il calore.

I modelli d’onda di ampiezza elevata possono essere prodotti dalla variabilità naturale e non ci sono prove che la cresta in questione sia il risultato del riscaldamento globale.

Ironia della sorte, un tale schema produce anche un maggiore raffreddamento a est e ovest, cosa mostrata dalle anomalie della temperatura (differenza dal normale) sei ore dopo (rosso/marrone sopra il normale, blu sotto il normale).

Va notato che grandi ondate di caldo colpiscono periodicamente l’Europa, come nel 2003 e nel 1976.

La conclusione è che la recente ondata di caldo in Europa è stata causata da un’amplificazione del modello d’onda dell’emisfero settentrionale, con il riscaldamento globale che ha contribuito forse al 5-10% del calore. La variabilità naturale dell’atmosfera è stata la causa del calore e non rappresenta una minaccia esistenziale per la popolazione europea.

Fonte : cliffmass.blogspot.com

Pubblicità