image_pdfimage_print

Di David Wojick – 2 Agosto 2022

Anthony Watts l’ha fatto di nuovo. Lui e la sua intrepida brigata di lavoratori sul campo hanno fatto ciò che il super ricco programma di ricerca sul cambiamento globale degli Stati Uniti non sembra fare, o non vuole fare. In realtà sono andati a vedere quanto bene i termometri federali soddisfino gli standard di prestazioni richiesti.

I termometri falliscono, anzi falliscono miseramente. Quindi le loro letture che mostrano un rapido riscaldamento sono pura spazzatura. L’intero USGCRP da $ 2,6 miliardi all’anno sta cercando di spiegare qualcosa che non esiste. La scienza è pessima quando i suoi dati sulla temperatura sono pessimi.

Pubblicità

Il problema è la contaminazione dal calore locale. Non la famosa contaminazione dell’isola di calore urbana; quell’errore si aggiunge a ciò che hanno trovato Watts and Co. Stiamo parlando di fonti visibili di contaminazione da calore, molte a pochi metri dal termometro contaminato.

Il rapporto contiene molte immagini di questi termometri contaminati, il che sarebbe esilarante se non fosse così serio. Va bene, è ancora divertente, come “chiami questa strumentazione scientifica spazzatura?”. Vedere https://www.heartland.org/_template-assets/documents/publications/2022_Surface_Station_Report.pdf

C’è sempre stato questo enigma sul motivo per cui le statistiche sulla superficie mostrano un riscaldamento molto maggiore rispetto ai satelliti? La contaminazione da calore sembra la risposta. Questa dovrebbe essere una domanda importante per la ricerca, ma i federali la ignorano perché a loro piace l’erroneo riscaldamento extra. Supporta la loro agenda allarmistica.

Non è che questa sia una sorpresa, perché la Brigata Watts ha condotto uno studio simile 15 lunghi anni fa e ha ottenuto risultati simili negativi. L’unica differenza è che questa volta i risultati sono anche peggiori, probabilmente perché la contaminazione da calore cresce con lo sviluppo economico e le Fed la ignorano.

Ci sono stati diversi buoni articoli sullo studio stesso, quindi non approfondirò molto questo aspetto. Un breve riassunto si trova sul popolare blog di Anthony Watt – “Watts Up With That” – qui: New Surface Stations Report Released – It’s ‘worse than we thought’ – Watts Up With That? Ci sono anche centinaia di commenti, alcuni piuttosto utili.

Ecco un estratto iniziale: “Il rapporto, pubblicato da The Heartland Institute, è stato compilato tramite satellite e visite di indagine di persona alle stazioni meteorologiche NOAA che contribuiscono ai dati “ufficiali” della temperatura terrestre negli Stati Uniti. La ricerca mostra che il 96% di queste stazioni sono corrotte dagli effetti localizzati dell’urbanizzazione, producendo una distorsione del calore a causa della loro vicinanza ad asfalto, macchinari e altri oggetti che producono calore, intrappolano il calore o accentuano il calore. Posizionare stazioni di temperatura in tali luoghi viola gli standard pubblicati dalla NOAA e mina fortemente la legittimità e l’entità del consenso ufficiale sulle tendenze a lungo termine del riscaldamento climatico negli Stati Uniti.“

Non che l'”urbanizzazione” usata qui possa verificarsi in una remota aperta campagna. La semplice pavimentazione di un parcheggio vicino alla stazione sarebbe un esempio di contaminazione da calore locale. L’aumento del traffico potrebbe quindi aumentare la contaminazione nel tempo. Questo è molto diverso dall’effetto isola di calore urbano su larga scala spaziale, che aggrava la contaminazione da calore nelle aree urbane.

È particolarmente interessante che quando Watts et al analizzano i record delle relativamente poche stazioni incontaminate, il risultato è simile in scala al piccolo riscaldamento riscontrato dai satelliti. Ciò supporta fortemente l’idea che la maggior parte del riscaldamento superficiale riportato sia un errore strumentale dovuto alla contaminazione da calore locale. Dopotutto è facile far leggere un termometro in alto, ma molto difficile farlo leggere in basso.

L’entità della contaminazione da calore locale rilevata dalla Brigata Watts di scienziati cittadini dovrebbe essere una questione importante per la ricerca in futuro. Ancora più importante, quali sono le implicazioni di questo profondo errore strumentale per la scienza del clima?

La maggior parte della scienza climatica odierna dipende dal presunto record di temperatura che ora è noto per essere falso. Quindi la scienza del clima deve essere corretta.

Autore

  • David Wojick, Ph.D. è un analista indipendente che lavora all’intersezione tra scienza, tecnologia e politica. Per le origini vedere http://www.stemed.info/engineer_tackles_confusion.html Per oltre 100 articoli precedenti su CFACT vedere http://www.cfact.org/author/david-wojick-ph-d/ Disponibile per ricerche e consulenze riservate.

Fonte: cfact

Pubblicità