6 agosto 2018 - 12:15 pm Pubblicato da
image_pdfimage_print

Pubblicato da Geoff Brown – 5 agosto 2018

 

Dr. Ed Berry Ph.D., Fisico

“Il modello semplice mostra come l’afflusso influisce sul livello, su come il livello influisce sul deflusso e su come si verifica l’equilibrio quando il deflusso è uguale all’afflusso. Nulla nel mondo al di fuori dell’atmosfera può cambiare queste conclusioni. Ma queste conclusioni cambiano completamente la visione del mondo dominante su come le emissioni antropiche cambiano il livello di CO2 nella nostra atmosfera”.

Questo post è l’espansione del mio ultimo post. Se non comprendi la matematica, salta la matematica e leggi il testo. Per i dettagli scientifici, vedi il preprint. – Ed

 

Secondo il metodo scientifico, è impossibile dimostrare come una teoria sia esatta. Ma gli allarmisti climatici ignorano il metodo scientifico e più semplicemente CREDONO che la loro teoria sia esatta. Non hanno tempo di valutare le prove che dicono il contrario e che abbiano torto.

Questo post è “una dimostrazione” che hanno torto. Sì, Virginia, è possibile dimostrare che una teoria sia errata. Leggi per capirne di più.

Il Gruppo Intergovernativo di esperti sui Cambiamenti Climatici (IPCC) delle Nazioni Unite afferma che le emissioni antropiche hanno causato TUTTO l’aumento di CO2 dal 1750. Dicono che era 280 ppm nel 1750 e le emissioni antropiche hanno contribuito a salire oggi a 410 ppm.

L’IPCC afferma che le emissioni di CO2 antropiche hanno intasato il ciclo del carbonio e quindi prolungato il tempo di permanenza della CO2 nell’atmosfera. IPCC (2007) scrivendo,

“La frazione di CO2 antropogenica che viene assorbita dall’oceano diminuisce con l’aumento della concentrazione di CO2, a causa della ridotta capacità tampone del sistema di carbonato”.

L’IPCC afferma anche che il deflusso di CO2 dall’atmosfera diminuisce con il livello (concentrazione) di CO2 in atmosfera,

oppure Uscita =costante/Livello                                                             (1)

L’IPCC ha inoltre inserito il suo claim nei suoi modelli climatici. Il modello di Berna dell’IPCC è una curva adattata all’output dei suoi modelli climatici. Il modello di Berna prevede che il 15% delle emissioni antropiche di CO2 rimarranno nell’atmosfera per sempre e l’85% rimarrà nell’atmosfera molto più a lungo del tempo di residenza naturale di 4 anni.

Queste affermazioni dell’IPCC non valide sono alla base di TUTTA la campagna pubblicitaria che le emissioni antropiche causano il cambiamento climatico. Queste affermazioni dell’IPCC costano ai contribuenti e alla nostra economia circa un trilione di dollari. Inoltre, gli allarmisti del clima hanno abbassato il livello dell’istruzione e dell’intelligenza americana.

I dati dimostrano che le affermazioni dell’IPCC sono errate.

Il 14C (che è un’abbreviazione di un atomo di carbonio con 6 protoni e 8 neutroni), nei dati dei test sulla bomba atomica negli anni ’60 contraddicono la teoria dell’IPCC sui cambiamenti climatici e le sue affermazioni. Il 14C nell’atmosfera è nella forma di 14CO2 (che è un’abbreviazione di una molecola di CO2 con un atomo di carbonio 14C). I test bomba hanno aumentato il livello di 14CO2 di oltre l’80%.

Dopo la conclusione dei test nel 1963, il livello di 14C diminuì gradualmente verso il suo precedente livello di equilibrio del 100%. Nello specifico, il livello di 14C è diminuito di metà del suo livello oltre il 100% ogni dieci anni dal 1965 al 1995.

Il grafico seguente mostra i dati 14C e i livelli di emivita.

 

Un modello semplice corrisponde ai dati 14C.

Ecco un modello molto semplice che riproduce il modo in cui il 14C è diminuito nel tempo. Inizia con l’equazione di continuità affidabile,

dL/dt = Inflow – Outflow                                                                            (2)

dove

L = il livello (concentrazione) di CO2 in atmosfera
t = tempo in anni

Quindi aggiunge l’ipotesi che l’uscita di 14CO2 sia uguale al livello diviso per il tempo di residenza 1/e, Te, o

Uscita = L/Te                                                                                                (3)

L’equazione (3) è l’inverso della rivendicazione dell’IPCC mostrata nell’Eq. (1). Inserire l’Eq. (3) in Eq. (2) dà,

dL/dt = Inflow – L/Te                                                                                 (4)

Per trovare Inflow, lasciare dL/dt uguale a zero. Allora L sarà uguale al suo livello di equilibrio, Le, e Influenza diventa,

Inflow = Le/Te                                                                                              (5)

Quindi, l’equazione del modello finale è

dL/dt = (Le – L) / Te                                                                                    (6)

dove

Le = il livello di equilibrio quando Outflow equivale a Inflow

L’equazione (6) ha la soluzione analitica,

L = Le + (Lo – Le) exp(- t / Te)                                                                  (7)

Le molecole di 14CO2 tracciano lo stesso percorso di carbonio delle molecole 12CO2 più abbondanti, sebbene 14CO2 reagisca più lentamente di 12CO2 perché è più pesante.

Il modello semplice dimostra che l’IPCC ha errato.

Le equazioni (6) e (7) riproducono esattamente i dati 14C. Ciò dimostra che le molecole di 14CO2 escono dall’atmosfera secondo il modello Eq. (3) e non secondo l’IPCC Eq. (1). Quindi, i dati 14C dimostrano che l’uscita è proporzionale al livello e non proporzionale all’inverso del livello come afferma l’IPCC. Poiché la teoria dell’IPCC non prevede i dati del 14C, la teoria dell’IPCC sui cambiamenti climatici è errata.

Inoltre, il modello dimostra che le emissioni antropiche non hanno ridotto la “capacità tampone del sistema carbonato” come afferma l’IPCC. Il modello di Berna dell’IPCC è errato. Pertanto, i modelli climatici dell’IPCC sono errati.

Il livello di CO2 atmosferico misurato a Mauna Loa era di 320 ppm nel 1965 e di 360 ppm nel 1995. Questo aumento del livello di CO2 non ha influenzato il trasferimento di 14CO2 durante quel periodo.

Il modello semplice mostra che la CO2 nell’atmosfera si comporta come l’acqua in un lago.

Le emissioni di CO2 naturali ed antropiche cambiano il livello di CO2 nella nostra atmosfera allo stesso modo in cui un fiume che entra in un lago cambia il livello del lago. Se un fiume entra in un lago e l’acqua del lago scorre su una diga, l’afflusso del fiume solleva semplicemente il livello del lago fino a quando il deflusso sopra la diga è uguale all’afflusso dal fiume. Quindi il livello del lago rimane costante fino a quando l’afflusso rimane costante.

Allo stesso modo, le emissioni di CO2 naturali e umane aumentano semplicemente il livello di CO2 nell’atmosfera fino a quando il deflusso di CO2 equivale all’afflusso di CO2. Quindi il livello di CO2 nell’atmosfera rimane costante fino a quando l’afflusso rimane costante. L’equazione (6) dimostra che è il caso.

La figura seguente illustra cosa ci dice il modello semplice. L’afflusso imposta il livello di equilibrio della CO2 nell’atmosfera, secondo l’Eq. (5). Il livello imposta l’uscita, in base all’Eq. (3). E il livello si sposta verso il suo livello di equilibrio fino a quando il deflusso equivale all’afflusso, secondo le Eq. (6) e (7). Quindi il livello rimane costante fino a quando l’afflusso non cambia.

 

 

Il modello semplice e la figura sopra si applicano agli afflussi di CO2 umani e naturali sia in modo indipendente che totale. Gli afflussi creano i loro livelli di equilibrio, che si sommano.

Il modello semplice mostra il rapporto tra i livelli di equilibrio umano e naturale è uguale al rapporto tra i loro afflussi. Ciò significa che le emissioni di CO2 naturale causano 392 ppm del livello di CO2 di oggi e le emissioni di CO2 nell’uomo causano solo 18 ppm, per un totale di 410 ppm oggi. Se tutte le emissioni umane fossero state completamente interrotte e le emissioni naturali rimaste costanti, il livello di CO2 nell’atmosfera diminuirebbe di soli 18 ppm in circa 20 anni.

Pertanto, l’Eq. (6), supportata dai dati 14C, dimostra l’affermazione fondamentale dell’IPCC secondo cui le emissioni antropiche hanno causato tutto l’aumento di CO2 dal 1750, è errata.

Il modello di Berna contraddice i dati.

Il grafico seguente mostra come il modello di Berna, che simula modelli climatici che utilizza l’IPCC, presuppongono l’Eq. (1), produce uno scenario CO2 molto diverso rispetto all’Eq. (6) che riproduce i dati 14C.

 

 

  • In blu: l’equazione (6) riproduce esattamente i dati 14C. La curva 14CO2 scende da 80 a 40 in 10 anni, un’emivita che equivale al tempo di residenza 1/e di 14,4 anni.
  • In verde: l’equazione (6) predice la curva per il 12CO2. La curva 12CO2 scende da 80 a 40 in 2,8 anni, un’emivita che equivale al tempo di residenza 1/e di 4 anni.
  • In rosso: la curva del modello di Berna segue inizialmente la curva 12CO2 ma poi si appiattisce perché presuppone che le emissioni umane rimangano nell’atmosfera.

 

Discussione

Alcuni scienziati sostengono che il modello semplice non può essere accurato perché trascura le reazioni chimiche al di fuori dell’atmosfera. Questi scienziati non capiscono come usare i sistemi.

Il semplice sistema per l’atmosfera include effetti esterni attraverso l’afflusso e l’uscita. Pensaci razionalmente. L’unico modo in cui un processo esterno può influenzare il livello di CO2 nell’atmosfera è influenzando l’afflusso o il deflusso. Il modello non ha bisogno di includere le specifiche dei processi esterni. Ha solo bisogno di includere i modi in cui i processi esterni possono cambiare il livello che deriva dall’afflusso o dal deflusso.

Nella filosofia della scienza, il Rasoio di Occam afferma che la spiegazione più semplice di qualsiasi cosa è più probabile che sia la spiegazione accurata.

Il modello semplice mostra come l’afflusso influisce sul livello, su come il livello influisce sul deflusso e su come si verifica l’equilibrio quando il deflusso è uguale all’afflusso. Nulla nel mondo al di fuori dell’atmosfera cambia queste conclusioni. Ma queste conclusioni cambiano completamente la visione del mondo dominante su come le emissioni antropiche cambiano il livello di CO2 nella nostra atmosfera.

 

Conclusioni

L’affermazione dell’IPCC secondo cui le emissioni antropiche hanno causato tutto l’aumento della CO2 atmosferica dal 1750 è senza dubbio l’inganno più costoso della storia dell’umanità. Le persone pensano di poter salvare il mondo riuscendo a fermare le emissioni di CO2 di origine antropica, ma i dati e la fisica semplice dimostrano che hanno torto.

Gli allarmisti sul clima hanno denaro, lavori governativi critici, controllo di organizzazioni e riviste scientifiche, influenti posizioni universitarie e organizzazioni ambientaliste ben finanziate.

La verità prevarrà … quando riceveremo denaro per sostenere la diffusione della verità.

 

Fonte: The Australian Climate Sceptics

——————————

 

Enzo
Attività Solare

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
(10 voti, media: 4,80 su 5)
Loading...