image_pdfimage_print

Di CFACT – 2 Dicembre 2018

Del Dr. Jeffrey Foss

“Cosa posso fare per correggere questi pazzeschi sbagli e super errati?” Il Dr. Willie Soon ha chiesto in modo lamentoso in una recente e-chat. “Quali errori, Willie?” Gli ho chiesto.

Pubblicità

“Errori nella Total Solar Irradiance”, ha risposto. “Il gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici continua a usare numeri errati! Mi fa stare male continuare a vedere questo errore. Continuo a dire loro – ma continuano a ignorare il loro errore”.

L’astrofisico Dr. Willie Soon si ammala davvero quando vede gli scienziati allontanarsi dalla loro missione: quella di scoprire la verità. Ho visto la sua faccia avvampare di shock e vergogna per la scienza quando gli scienziati scelgono i dati. Rovina il suo appetito – un vero disastro per qualcuno che ama il suo cibo tanto quanto fa Willie.

Devi per forza amare un ragazzo come questo, se ami la scienza – e lo so. Sono un filosofo della scienza, non uno scienziato, ma il mio amore per la scienza è profondo – così come la mia fede. Quindi non posso fare a meno di ammirare Willie e la sua buona passione antiquata per la scienza.

Willie Soon potrebbe un giorno essere un nome familiare. Appare sempre più alla punta fine della critica scientifica all’Apocalisse del Clima. In due recenti cause legali contro Big Oil, uno da New York City e l’altro da San Francisco e Oakland, il Dr. Soon è chiamato “l’agente pagato” del “negazionismo sul cambiamento climatico”. Come l’uomo che – Gasp! – convinto da solo Big Oil a continuare gli affari come al solito.

Puoi immaginarlo? Non posso: Big Oil non è in grado di spegnere i rubinetti nelle grandi città, anche se lo volesse.

Mettendo da parte tali sciocchezze, è un grande onore, storicamente parlando, che il Dr. Soon sia il volto della confutazione scientifica dell’Apocalisse del Clima, dal momento che alimentare la dipendenza da apocalisse del mondo sviluppato è lo strumento principale di una potente agenda politica globale.

L’IPCC – insieme alle Nazioni Unite e molte organizzazioni ambientaliste, politici, burocrati e loro seguaci – vogliono disperatamente fermare e persino rallentare lo sviluppo nel mondo industrializzato, e mantenere l’Africa e altri paesi poveri permanentemente sottosviluppati, mentre la Cina corre avanti. Vogliono che Willie sia messo a tacere. Tutti noi invece abbiamo bisogno di assicurarci che egli sia ascoltato.

Il Dr. Soon non ha mai cercato di difenderci contro le chiacchiere sicure, basate sul modello computerizzato e sulle fonti anti-fossili del combustibile, dell’Apocalisse del Clima. Willie ha appena scelto di scegliere la scienza solare come una carriera e, come molti scienziati solari, dopo quasi trent’anni di ricerche scientifiche nel suo caso, è arrivato a credere che i cambiamenti nella luminosità del sole, le macchie solari e la produzione di energia cambiano nella posizione orbitale della terra rispetto al sole e altre potenti forze naturali che guidano il cambiamento climatico. In breve, il nostro sole controlla il nostro clima.

Anche l’IPCC inizialmente ha indicato un accordo con lui, citando il suo lavoro in modo favorevole nel suo secondo rapporto (1996) e terzo (2001). Più tardi è cambiato, in modo significativo. Certo, tutti sono d’accordo sul fatto che il sole abbia causato la maturazione e il declino delle ere glaciali, proprio come dicono gli scienziati solari. Tuttavia, si doveva sminuire il sole se si intendesse riprodurre il biossido di carbonio (CO2), un abuso della scienza che rende Willie malato.

Sfortunatamente per l’IPCC, gli scienziati solari ritengono che i cambiamenti solari spieghino anche il più recente periodo di riscaldamento della Terra che, sottolineano, ha avuto inizio nel lontano 1830 – molto prima che bruciassimo abbastanza combustibili fossili per fare la differenza. Hanno anche osservato il restringimento delle calotte polari marziane negli anni ’90 e il loro ritorno negli ultimi anni – in perfetto tempo con il calante e la fusione delle calotte polari artiche qui sulla Terra.

Solo il sole – non la CO2 dei nostri fuochi – potrebbe causare quella sincronicità Terra-Marte. E sicuramente non è una coincidenza che un grande massimo di luminosità solare (Total Solar Irradiance o TSI) sia avvenuto negli anni ’90 quando le calotte dei due pianeti si sono ridotte, o che il sole si è raffreddato (TSI diminuito) quando le calotte polari dei pianeti sono cresciute di nuovo. Tutto ciò ci riporta ai disaccordi del Dr. Soon con l’IPCC.

L’IPCC ora insiste che la variabilità solare è così piccola da poterla semplicemente ignorare e proclamare le emissioni di CO2 come forza trainante del cambiamento climatico. Ma i ricercatori solari hanno scoperto da tempo una variabilità inaspettata nella luminosità del sole – variabilità che è confermata in altre stelle del tipo del sole. Perché l’IPCC ignora questi fatti? Perché insiste nel viziare l’appetito di Willie?

Sembra proprio che l’IPCC stia nascondendo i migliori risultati della scienza solare in modo che possa trombare le diminuzioni del riscaldamento planetario (il cosiddetto “effetto serra”) che incorporano negli “scenari” (come li chiamano) provenienti dai loro modelli di computer. Ignorando l’aumento della luminosità solare negli anni ’80 e ’90, hanno invece incolpato con entusiasmo il calore degli anni ’90 sulla produzione umana di CO2.

Proprio in questo modo ci vendono la loro Apocalisse del Clima – insieme al ritorno sull’uso dell’energia, il comfort, il tenore di vita e il progresso: sacrifici che i grandi dei verdi di Gaia ci chiedono se vogliamo evitare i cataclismi esistenziali. Per fortuna, le vergini sono ancora al sicuro – per ora.

Sicuramente Willie e gli scienziati solari hanno ragione riguardo al primato del sole. Perché? Perché il mondo reale osservabile è la prova finale della scienza. E i dati – prove reali – mostrano che le temperature globali seguono i cambiamenti della luminosità solare su tutte le scale temporali, da decenni a milioni di anni. D’altra parte, la CO2 e la temperatura hanno generalmente preso le loro strade separate su queste scale temporali.

Le temperature globali hanno smesso di salire nei primi due decenni di questo secolo, anche se la CO2 è aumentata costantemente. L’IPCC incolpa questa “pausa” del riscaldamento globale sulla “variabilità climatica naturale”, che significa qualcosa di casuale, qualcosa non incluso nei loro modelli, qualcosa che l’IPCC non ha visto arrivare.

Ciò conferma il fatto che i loro modelli non si sommano a una vera teoria del clima. Altrimenti la teoria sarebbe falsificata dalle loro previsioni sbagliate. Hanno previsto un continuo aumento della temperatura, bloccato ad un continuo aumento di CO2. Invece, la temperatura è rimasta stabile negli ultimi due decenni, mentre la CO2 è salita più velocemente di prima.

I modellatori dell’IPCC insistono ancora che i modelli sono comunque corretti, in qualche modo, che il mondo sarebbe ancora più freddo ora se non fosse per questa fastidiosa interruzione nel riscaldamento guidato dalla CO2. Certo, devono dirlo – anche se in precedenza avevano insistito che la Terra non sarebbe stata così fresca come adesso.

Tuttavia, i loro comandi politicamente corretti persistono strenuamente: rimanere più freddi in inverno, rimanere più caldi in estate, fare docce fredde, guidare di meno, fare meno viaggi, volare meno, non mangiare cibi che non sono “locali”, seppellire i propri cari in scatole di cartone, spegni le luci. La loro lista di diktat è grande e in continua crescita.

A differenza dell’IPCC, Willie e io non possiamo semplicemente ignorare il fatto che sono esistite diverse ere glaciali milioni di anni fa, quando i livelli di CO2 erano quattro volte più alti di adesso. E anche quando la CO2 e temperatura si muovono in tandem, come nel famoso grafico gigantesco del film di Al Gore, l’aumento di CO2 ha seguito l’ aumento della temperatura di alcuni secoli. Ciò significa che l’aumento di CO2 non può aver causato l’aumento della temperatura – una verità scomoda a cui Gore non si cura e che ignora con attenzione.

Sfortunatamente, attraverso i loro potenti quadri politici e mediatici, l’IPCC ha creato una propaganda altamente efficace e un veicolo da guerra-su-combustibili fossili, a favore dell’opinione pubblica – e marginalizza o zittisce qualsiasi scienziato che osi dissentire da esso. Nel bene e nel male, più ricco o più povero, il mio caro, appassionato Dr. Soon è uno scienziato che è sempre pronto a mettersi sulla strada di quel carro armato e ad affrontarlo: sempre e ovunque.

Sono spaventato dai pericoli per Willie, la sua famiglia e la sua carriera, a causa delle sue battaglie quotidiane con l’industria dell’Apocalisse del Clima. Non riesco a togliermi dalla mente che l’edificio per uffici universitario del climatologo John Christy – che condivide lo scetticismo di Willie sull’apocalisse del clima – è stato colpito da spari pieni di buchi di proiettili l’anno scorso. Ma non lasciamo che una spruzzata di spari rovini un amichevole dibattito scientifico. Destra?

Il coraggio di Willie mi rende orgoglioso di conoscerlo e di essere un aficionado della scienza come lui. Quando si tratta della lunga partita, i miei soldi sono sul Dr. Willie Soon. Noi, e tutte le persone abbiamo fame di verità, così come la scienza stessa. E quella fame inevitabilmente eclisserà la nostra romantica follia con l’Apocalisse del Clima.

Dr. Jeffrey Foss è un filosofo della scienza e professore emerito presso l’Università di Victoria, Victoria, British Columbia, Canada

Fonte: CFact

Pubblicità