image_pdfimage_print

Di Roberto Madrigali 20 Luglio 2022

Oramai come immaginato e anticipato da tempo, vi sono i fautori della “IPOTESI” mai provata della CO2 e Global Warming antropica, con conseguenze apocalittiche sul clima e il Pianeta, oramai sull’orlo della “fine del mondo”, che si stanno scatenando su web, mass media, pure nel sito della Organizzazione Meteorologica Italiana (atto ancora più grave poiché qui si dovrebbe parlare di SCIENZA) in un turbinio di immagini e urlate catastrofiche da manuale, che classificano questi Enti preposti e personaggi collegati sulla CO2/GW nella così detta “Arte del catastrofismo”!

Un metodo di comunicazione assai incisivo e comodo da applicare, usando il clima e la meteorologia come “mezzo improprio di comunicazione” scelto con furbizia raffinata dai fantomatici personaggi, esaltando e esasperando “AD ARTE” tutto quello che avviene nella naturale evoluzione degli eventi estremi termici e atmosferici. Lo scopo è quello di entrare nella immagine collettiva delle persone esasperando e catastrofizzando clima e meteorologia per incutere la paura della “fine del mondo” per eventi sempre più estremizzanti e incontrollabili, salvo che si intervenga con ingenti finanziamenti a ridurre la emissione di CO2 operando su scelte mirate politico-economiche. Chi osa mettere in discussione questa arte catastrofica è etichettato impropriamente “negazionista”, ma vediamo la definizione del termine che potete trovare su Web:

Pubblicità

“Negazionismo>> (di un evento storico come un genocidio o una pulizia etnica o un crimine contro l’umanità) è una corrente pseudostorica e pseudoscientifica del revisionismo che consiste in un atteggiamento storico politico che, utilizzando a fini ideologici-politici modalità di negazione di fenomeni storici accertati, nega contro ogni evidenza il fatto storico stesso.”

Questa etichetta di “negazionismo” è quindi un atto grave denigratorio e pesante, direi da querela, poiché pone le persone in quella fascia descritta dalla definizione del termine, che non ha nulla a che vedere con la scienza del clima e la meteorologia.

Chi vi urla la apocalisse climatica senza nessuna prova provata portando avanti una “IPOTESI” legittima da pensare ma tutta da provare scientificamente, non può permettersi di affermarla come “unica e incontestabile” linea scientifica, poiché il metodo scientifico Galileiano è un confronto di idee, analisi e ricerche, non di certo un PENSIERO UNICO incontestabile!

L’arte del catastrofismo entra quindi in scena con una potenza verbale e descrittiva sempre più in accelerazione, potente e inarrestabile usando pure i mass media che invece di fare una diffusione obbiettiva e aperta a tutti, segue il monopensiero distruttivo dei pro GW da CO2, esasperando ad ARTE tutto quello che è clima e eventi atmosferici del tutto naturali, offuscando o negando la diffusione della cultura scientifica nel settore, omettendo tutto quello che è scomodo e dannoso al pensiero unico monotematico del Global Warming e la CO2. Chiunque osi negare questo monopensiero climatico viene impropriamente chiamato pure “negazionsita” usando un termine decisamente deplorevole e decisamente offensivo.

Ho paura che i veri negazionisti siano proprio quelli che usano questo pessimo termine di confronto e cercano in tutti i modi di convincere la massa che la scienza è tutta schierata contro i presunti “negazionisti” quando in realtà tutto questo è una menzogna, poiché non esiste mai una unica linea scientifica di pensiero ma più ipotesi di studio e vi sono alcune ipotesi pure provate scientificamente ed accettate con risultati eccellenti. Concludo dicendo che questa fase calda del tutto naturale e collegata alla semplice caotica disposizione del Jet Stream in quota, viene sfruttata ad “ARTE” dai fautori del GW da CO2 che hanno naturalmente omesso furbamente tutto quello che avviene termicamente nel verso opposto, quale sottomedia e persistenti precipitazioni, presente sempre in un contesto di ricerca di equilibrio termico del Pianeta, vincolato al flusso Troposferico o Jet Stream, collegato a tutto un processo ancora più complesso di parametri astronomici e gravitazionali. Cari utenti aprire le menti e riflettete ed ascoltate tutte le linee di pensiero.

Pubblicità