image_pdfimage_print


Spaceweather.con quest’oggi riferisce: “Finalmente un po’ di eccitazione da parte del sole che nelle ultime 24 ore ha dato segnali di minor torpore.”

Le condizioni della tempesta geomagnetica, che ha avuto inizio ieri, persistono anche nella giornata di oggi, domenica 1 settembre 2019, mentre il flusso energico della CH (coronal hole) continua a giungere sulla Terra con velocità che supera i 600 km/s, in questo momento, ore 18:00, soffia a 675 km/s.

L’aurora visibile è stata segnalata in molte località nelle zone settentrionali degli Stati Uniti, del Canada e dell’Alaska. Jennifer Daurity ha condiviso la magnifica foto dell’aurora di questa mattina scattata in Alaska. Le aurore saranno visibili probabilmente durante le prossime 24 ore, mentre il vento solare ad alta velocità continuerà ad arrivare sul nostro pianeta. Un ritorno a condizioni gradualmente più tranquille dovrebbero arrivare entro le prossime 48 ore.

Pubblicità

Nel frattempo una piccola regione poco attiva si è formata questa mattina a latitudine media e gli è stata assegnata la AR 2748. Questa è la prima macchia solare che si forma da quasi un mese. Le possibilità di brillamenti solari dovrebbero comunque restare bassissime.

Pochissimi giorni e il sole ritornerà nel suo lungo sonno.

Pubblicità