La Professoressa Valentina Zharkova rompe il silenzio e conferma l’arrivo di un “SUPER” GRAND SOLAR MINIMUM

Tempo fa abbiamo pubblicato su questa pagina alcune delle previsioni sull’andamento solare dei prossimi decenni di Valentina Zharkova, Professoressa di Matematica presso la Northumbria University, laureata in Matematica applicata e astronomia, con dottorato di ricerca in Astrofisica. I suoi accurati studi sul sole ci svelano che a causa dell’asimmetria dei due emisferi solari e del conseguente sfasamento della dinamo solare, ci attende nei prossimi decenni l’arrivo di uno dei più grandi e prolungati minimi solari da secoli.

Buona lettura

***

Di Capp Allon – 6 Novembre 2018

La professoressa Valentina Zharkova ha presentato la sua ipotesi sul clima e il campo magnetico solare al Global Warming Policy Foundation nel mese di ottobre 2018. Le informazioni che ha svelato dovrebbero scuoterci/svegliarci.

La Zharkova è stata una delle poche che ha predetto correttamente l’andamento del ciclo solare 24 che sarebbe risultato molto più debole del ciclo 23 – che solo quattro modelli su 100+ lo predissero.

I suoi modelli hanno una precisione pari al 93% e le sue scoperte suggeriscono che un Super Grande Minimo Solare è pronto a partire sulla carta a partire dal 2020 e durerà per 350-400 anni.

L’ultima volta che abbiamo avuto una piccola glaciazione, solo due campi magnetici del sole sono andati fuori fase.

Questa volta, tutti e quattro i campi magnetici stanno andando fuori fase.

Ecco una grande (e relativamente breve) spiegazione nel video di presentazione della Zharkova da Diamond e Lee Wheelbarger:

Ed ecco la presentazione per intero:

Anche se dovessimo credere al peggiore scenario dell’IPCC, l’analisi della Zharkova elimina ogni dubbio sul “riscaldamento”.

Lee Wheelbarger così lo riassume: quand’anche le previsioni dell’IPCC sull’aumento della temperatura dovuto alla CO2 fossero vere: 1,5 watt per metro quadrato, i calcoli della Zharkova, le cui previsioni hanno avuto nel passato una accuratezza del 97%, prevedono una diminuzione di 8 watt per metro quadrato che annullerebbe COMUNQUE E DI GRAN LUNGA l’effetto di riscaldamento dovuto alla CO2.

Dimentica gli argomenti, i dibattiti e i tentativi di conquistare gli allarmisti dell’AGW e preparatevi.

Il tempo è quasi scaduto.

Fonte: Electroverse