image_pdfimage_print

Di CAPP ALLON – 9 Agosto 2020

La NASA ha raffreddato il passato in modo da creare una falsa tendenza al riscaldamento moderno che si correla quasi perfettamente con l’aumento dei livelli di CO2 in atmosfera. Di seguito sono riportate le PROVE delle variazioni fraudolente (ricerca per gentile concessione di Tony Heller).

Nel 1974, al culmine delle preoccupazioni scientifiche per il raffreddamento globale, il National Center for Atmospheric Research (NCAR) ha generato il grafico, pubblicato sotto, della variazione della temperatura media della Terra:

Pubblicità
[www.denisdutton.com/newsweek_coolingworld.pdf]

Chiaramente visibile nel grafico 1) il grande picco della temperatura durante gli anni ’40, 

2) il successivo raffreddamento rapido fino al 1970 

3) il raffreddamento complessivo dal 1900 al 1970.

Nel 1975, la National Academy of Sciences ha pubblicato un grafico molto simile per le temperature dell’emisfero settentrionale, che supporta le tre conclusioni del grafico NCAR:

Pagina 148: [readingcli00unit.pdf]

Tuttavia, nel 1981 il grafico aveva iniziato ad appiattirsi verso sinistra:

La temperatura nel 1970 si è alzata improvvisamente di 0,1 ° C in più rispetto al 1900.

Non sorprende che questo cambiamento abbia coinciso con l’interesse della NASA “Climate Prophet” James Hansen nel dimostrare una tendenza al riscaldamento guidato dal CO2:

La NASA aveva appena commesso una frode climatica facendola franca.

Spinta dalla totale mancanza di controllo, la NASA, incaricata del compito di dimostrare la teoria politicizzata del riscaldamento globale, ha continuato sfacciatamente a raffreddare il passato in modo da esagerare la loro già esagerata tendenza al riscaldamento.

Come esempio di ciò, il grafico successivo mostra come la loro tendenza al riscaldamento globale 1880-2000 sia stata nuovamente sopravvalutato (in effetti, raddoppiato) dal 2001, di nuovo, semplicemente raffreddando il passato:

La NASA ottiene i suoi dati sulla temperatura globale dal GHCN (Global Historical Climatology Network) della NOAA, ma mancano dati per circa metà della superficie terrestre, compresa la maggior parte dell’Africa, dell’Antartide e della Groenlandia.

I dati mancanti sono compilati con letture modellate dal computer, il che significa che il 50% dei dati sulla temperatura globale utilizzati dalla NOAA e dalla NASA sono falsi.

Inoltre, gli unici luoghi con una copertura completa sono gli Stati Uniti e l’Europa occidentale e, in modo piuttosto significativo, sono queste aree che iniziano a mostrare la tendenza del raffreddamento indotto dal Grand Solar Minimum (GSM).

Dal 2015, secondo i dati della NOAA, il Nord America si è raffreddato a una velocità di 2,03 ° C per decennio. Si tratta di un calo enorme, 29 volte il tasso di aumento medio “ufficiale” dal 1880: “La temperatura annuale globale è aumentata a una media, tasso di 0,07 ° C (0,13 ° F) per decennio dal 1880” (ultimo rapporto NOAA di gennaio 2020).

Nord America, calo del 2,03 ° C

Ed ecco la pistola fumante della frode climatica NASA/NOAA:

Gli “aggiustamenti” globali che vengono effettuati sono correlati quasi perfettamente con l’aumento dei livelli di anidride carbonica atmosferica, ovvero i dati vengono manipolati per dimostrare la teoria del riscaldamento globale dei gas serra:


Questa non è scienza.

Questo è un atto criminale, la più grande truffa nella storia dell’umanità.

E questo male è aggravato dal fatto che l’esatto opposto sta travolgendo tutti noi – i TEMPI FREDDI stanno tornando e, a differenza dei periodi di caldo, periodi prolungati di freddo hanno SEMPRE causato indicibili sofferenze per gli esseri umani, inclusa la perdita del raccolto, carestia e persino il collasso totale degli imperi.

Il clima della Terra è ciclico, mai lineare.

E il prossimo freddo globale sembra aumentare, intensificandosi in linea con l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici e un flusso di corrente a getto più meridionale. Persino la stessa NASA sembra concordare, se si legge tra le righe, con le loro previsioni per questo prossimo ciclo solare (25) che lo vedono come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione precedenti periodi di bassa attività solare a periodi prolungati di raffreddamento globale qui.


Preparati al FREDDO conosci i fatti, trasferisciti se necessario e fai crescere il tuo sapere.

Fonte: ELECTROVERSE

Pubblicità