18 ottobre 2018 - 19:00 pm Pubblicato da
image_pdfimage_print

Di P Gosselin – 17 Ottobre 2018

Impressionanti ondate di freddo mentre il pianeta continua la pausa sul riscaldamento

Di SnowFan
(Tradotto/riassunto da P. Gosselin)

Il continuo raffreddamento globale e l’inizio del grande minimo richiedono nuovi obiettivi nella politica climatica e un completo ritiro dalla precedente follia del riscaldamento globale.

Dopo il completo fallimento dei modelli climatici dell’IPCC e la folle attribuzione alla CO2 come sostanza inquinante, la ragione scientifica deve ancora una volta tornare alla discussione sul clima.

Nemmeno il ghiaccio marino nell’Artico è scomparso nell’estate 2016, come è troppo spesso stato previsto da scienziati pazzi (anche dalla NASA, che ha scritto che le estati artiche sarebbero rimaste prive di ghiaccio entro il 2013), ne che la temperatura globale sia aumentata negli ultimi 20 anni, contraddicendo così le proiezioni dei modelli IPCC.

Il grafico sopra illustra in arancione il range delle proiezioni IPCC per la deviazione della temperatura media globale dal 1990. La proiezione media dell’IPCC era di + 0,75 °C di riscaldamento. Le misurazioni satellitari UAH e RSS (linea blu) mostrano un aumento di solo +0,34 °C. I modelli sono risultati completamente errati. Fonte: When will “The Pause” in global temperature return?

Inoltre, la massa ghiacciata di entrambi i poli e della Groenlandia è cresciuta negli ultimi anni. Anche i fatti che circondano l’Antartico sempre più fresco sono presentati da uno studio recente.

Un valore record estremo di quasi -100 °C è stato misurato nel 2004, ma è rimasto in silenzio per non disturbare la fiaba quasi religiosa del “riscaldamento globale” creato dall’uomo.

Errore epico nelle previsioni per le Maldive nel 1988

Questo è anche uno dei motivi per cui l’innalzamento del livello del mare è aumentato meno di quanto inizialmente previsto e perché nel 1988 profetizzavano che tutte le 1196 isole delle Maldive sarebbero finite sott’acqua entro 30 anni si sono poi rivelate assurde. Non sono mai finite sott’acqua le isole!

“L’ho mancato per tanto così”

Il 26 settembre 1988, “esperti” hanno annunciato che tutte le isole delle Maldive sarebbero state sott’acqua. Nel 2018 – 30 anni dopo – abbiamo visto che è finito per diventare un epico errore.

Fonte: Real Climate

In effetti, in un recente studio si dimostra, ad esempio, che le isole Tuvalu del Mar del Sud sono cresciute, che fanno vergognare gli scienziati del clima!

È arrivato il tempo per istituzioni competenti e oneste

È arrivato il momento in cui gli uffici governativi, le autorità, i servizi meteorologici, le sedi dei media e gli istituti di istruzione vengano gestiti da persone istruite e indipendenti che sono in grado di vedere la realtà nelle interrelazioni del clima e riferire in modo corretto.

Sono il sole, l’acqua, le nuvole, il vapore, il ghiaccio, la neve a determinare il tempo del nostro pianeta e non il gas traccia CO2 che sostiene la vita, che costituisce solo lo 0,04% della nostra atmosfera.

Chiunque diffonda notizie sul gas traccia CO2 come inquinante si comporta in modo ostile alla vita e quindi non è adatto a essere uno scienziato, un insegnante, un professore, un giornalista o un politico!

Fonte: No Tricks Zone

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
(19 voti, media: 4,79 su 5)
Loading...