image_pdfimage_print

Di Roger J Arthur – 3 maggio 2023

L’attuale livello di anidride carbonica nell’atmosfera è dello 0,042% o 420 ppm (parti per milione). Ci sono 100.000.000.000.000.000 di tonnellate di prove – sotto forma di roccia – che i livelli di CO nell’atmosfera erano alti come l’1% (24 volte la cifra attuale), ma la Terra non si surriscaldava e la vita prosperava.


Non ci sono punti di non ritorno. Nessun punto di surriscaldamento, nessun problema dovuto alla CO2, e i livelli sono così al di sotto dell’1% in questo momento che è ridicolo che qualcuno possa immaginare che il CO2 può essere dannoso per la vita sulla Terra.

La truffa del riscaldamento globale non merita altro che derisione. Per affermare che il CO2 è un inquinante è inimmaginabilmente sbagliato, in particolare quando la vegetazione inizia a morire a non molto meno dello 0,02%, meno della metà della già minuscola proporzione di oggi.

Ecco cosa il CO2 ha fatto per l’agricoltura. I fertilizzanti, le varietà migliori, ecc. non hanno fatto nulla per produrre più cibo fino a che il CO2 ha iniziato a salire. Con più CO2 i nostri impianti di fotosintesi C4 hanno coltivato 6,5 volte più cibo per acro.

I nostri impianti C3 hanno fatto oltre otto volte di più. Tutto quello che abbiamo fatto con il CO2 è illuminare la vita sulla Terra! Non ci siamo surriscaldati. È tutta una bugia che il CO2 è un problema al contrario: non c’è benedizione più grande su questa terra dell’aumento di CO2.

Il sole è il principale motore delle naturali emissioni di CO2 che seguono la temperatura. Ciò è evidente dalla variazione di circa 6 ppm nella quantità di CO2 trovato nell’atmosfera nel corso di un anno mentre il sole passa da nord a sud del pianeta, in gran parte a causa delle differenze nella massa terrestre e nella quantità di vegetazione.

Qual è l’impatto del CO2? Come delineato dal grafico sottostante, l’impatto dei gas serra (GHG) diminuisce in modo esponenziale e al livello attuale di circa 420 ppm l’impatto di un aumento di 1,6 ppm (la media di 60 anni) sulla temperatura è insignificante.

Grazie al professor William Happer

Come dice il Professor Happer, l’aumento dei livelli di CO2  dallo 0,04% (400 ppm) di due o tre volte non causerebbero alcun riscaldamento osservabile. Il nostro pianeta diventerebbe più verde e le nostre colture sarebbero più ricche grazie all’effetto che vediamo nelle serre. Inoltre il Regno Unito impiegherebbe circa 3.000 anni per aggiungere 1,6 ppm di CO2.

Quindi, perché stanno per spendere oltre 8 trilioni di sterline per eliminare dal Regno Unito circa 0,00048 ppm di emissioni di CO2? Se gli evangelisti globali non vengono fermati, saremo riportati a un’era preindustriale, con un aumento della povertà.

Nel frattempo la Cina emette più CO2 in 12 giorni rispetto al Regno Unito in un anno, poiché continuano a portarci via affari, causando emissioni ancora più elevate di prima.

Per chiunque non sia ancora convinto, vale la pena notare:

  1. che il sole è il principale motore del clima;
  2. che i livelli naturali di CO2 seguono la temperatura globale;
  3. che le previsioni dell’IPCC sono state errate;
  4. che non esiste un modello di riscaldamento globale che tenga conto di tutti i driver e di tutti i cicli di feedback;
  5. che l’impatto dell’attività solare e delle tempeste non è preso in considerazione;
  6. che il vapore acqueo e le nuvole hanno un impatto maggiore sui gas serra rispetto il CO2.

Qualcuno può suggerire un livello ottimale per la CO2, o dimostrare che i modelli IPCC tengono conto di tutti i fattori di cui sopra? Non credo.

Fonte : Conservative Woman

Pubblicità