image_pdfimage_print

SOTTNET – 14 Febbraio 2021

La capitale russa è stata colpita dalla peggiore nevicata degli ultimi decenni, con condizioni meteorologiche avverse che hanno bloccato anche il traffico aereo. Diverse persone sono rimaste ferite a causa del crollo di tetti nella capitale Mosca.

Venerdì il maltempo ha colpito la città e la regione circostante e la neve ha continuato a cadere per due giorni consecutivi. Una nevicata così intensa non si registrava in città da circa 50 anni, con il record attuale risalente al 1973.

Pubblicità

Le montagne di neve hanno provocato la chiusura di molte strade in tutta la città durante la notte.


I veicoli pesanti se la sono cavata particolarmente male nella neve alta, con i camion che non riescono a salire anche la minima pendenza.

Diversi video che circolano online mostrano buoni samaritani su SUV che cercano di trainare camion in tutta la città, e alcuni riescono persino a farcela.

La tangenziale della zona moscovita, arteria cruciale del traffico cittadino, è stata intasata da autocarri pesanti, che in alcuni punti sono riusciti a spostarsi solo di pochi metri per diverse ore.

L’ingorgo sulla tangenziale ha spinto alcuni automobilisti a infrangere tutte le regole e tentare di guidare dalla parte sbagliata, immagini che vengono mostrate dalle riprese che circolano online.

Alcuni automobilisti – e passeggeri dei taxi – hanno rinunciato completamente ai loro veicoli, sfidando il tempo a piedi. Coloro che cercavano di raggiungere gli aeroporti della città per prendere i loro voli erano apparentemente i più disperati.

Chi è arrivato negli aeroporti, però, ha scoperto che anche il traffico aereo è disturbato, con decine di voli in ritardo. Mentre i terminal sono stati del tutto deserti ultimamente a causa della pandemia di coronavirus, sabato sono stati filmati affollati di passeggeri.

La neve accumulata ha danneggiato diversi edifici nella regione di Mosca. Il tetto di una palestra è crollato, ma fortunatamente era vuoto durante l’accaduto. Le immagini della scena mostrano l’edificio pieno di neve e pezzi del tetto completamente distrutto.

La neve ha anche cancellato un hangar leggero fuori Mosca, mentre diverse persone stavano lavorando all’interno. Una persona è rimasta ferita durante il crollo, mentre almeno altre due sono rimaste intrappolate sotto le macerie.
Commento: Nel frattempo una forte tempesta invernale ha colpito il Pacifico nord-occidentale. Tra il 12 e il 13 febbraio a Seattle sono caduti in totale 11,1 pollici (28 cm di neve). La nevicata quotidiana per il 13 febbraio è di 8,9 pollici (22 cm) il che lo rende il giorno più nevoso a Seattle da 52 anni!

Pubblicità