image_pdfimage_print

By: Admin – Climate Depot – 7 Dicembre 2018

Jonathan Erdman weather.com

weather.com

Il manto nevoso di novembre in America del Nord ha stabilito un nuovo record per il mese nell’era satellitare.
Un certo numero di tempeste invernali ha favorito cadute di neve nella metà settentrionale degli Stati Uniti e nel sud del Canada.
Uno dei mesi di novembre più freddi mai registrati ha contribuito a mantenere più a lungo la neve sul terreno.
Il manto nevoso del Nord America del novembre 2018 ha stabilito un record per ogni mese autunnale dell’era satellitare.

Lo scorso novembre la copertura nevosa media in Nord America è stata stimata in 5,24 milioni di miglia quadrate, superando il precedente record di novembre di 5,11 milioni di miglia quadrate stabilito nel 2014, secondo i dati della Rutgers University Global Snow Lab (GSL) dati ad iniziare dal 1966.


Su dati della Rutgers University Global Snow Lab (GSL)
  • Plot del North America Anomalie di novembre con copertura nevosa dal 1966 fino al 2018. L’estensione del manto nevoso record del novembre 2018 è stata di circa 1,4 milioni di miglia quadrate sopra la media dal 1981 al 2010.

Questa estensione della copertura nevosa era di circa 861.000 miglia quadrate più alta della media, oltre tre volte le dimensioni del Texas.

Analisi del manto nevoso di novembre 2018, indicata come percentuale di giorni con copertura nevosa.
(Rutgers University Global Snow Lab)

Ciò è dovuto in gran parte all’anomala della copertura nevosa nel nord e in parte negli Stati Uniti centrali, così come nel sud del Canada.

Il freddo persistente dal nord-est dalle pianure fino alla costa settentrionale e occidentale del Golfo e una serie di estese tempeste invernali hanno dato un inizio veloce a questa stagione invernale, sospinta da una persistente picchiata verso sud della corrente a getto.

“Questo ha permesso all’aria artica di spingersi in buona parte nel Canada, e successivamente negli Stati Uniti, portando a nevicate all’inizio della stagione e anche abbastanza freddo tanto da far si che la copertura nevosa si consolidasse per la stagione nelle zone del nord”, ha riferito il professore dell’Università di Rutgers. Climatologo dello stato del New Jersey, David Robinson, in un’email a weather.com.

“Questa prima copertura, a sua volta, ha aiutato a refrigerare le masse d’aria che si muovono attraverso il terreno innevato, migliorando ulteriormente il freddo.”

Verso la fine del mese, in ogni stato degli Stati Uniti, ad eccezione della Florida, in autunno aveva ricevuto almeno uno spessore nevoso.

Fonte: CLIMATE DEPOT