1

ITCZ AD OVEST SOTTO MEDIA: L’ESTATE ANCORA LONTANA

Di Fiorentino Marco Lubelli – 16 – Maggio 2021

Stiamo senza dubbio vivendo una primavera anomala, molto fredda. Va detto, ciò avviene sull’Europa centro-occidentale, ben altra situazione si registra invece in Russia dove la primavera è esplosa con temperature già molto sopra la media, come vedremo. Uno dei fattori certamente importanti per definire le ragioni di queste anomalie si può senza dubbio rilevare nell’andamento dell’ITCZ di cui vi presentiamo il resoconto decadale del NOAA. https://www.progettoscienze.com/blog/itcz-terza-decade-daprile-improvvisa-elevazione-della-sua-parte-orientale/

Fig.1 Andamento dell’ITCZ rispetto alla media ed al valore precedente. https://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/international/itf/itcz.shtml

Dal primo al 10 maggio, l’ITF si è mosso più a nord relativamente alla sua posizione precedente durante la precedente decade lungo l’Africa. Sebbene, l’ITF si sia mantenuta più a sud rispetto alla posizione normale lungo il segmento occidentale, essa è invece avanzata a nord rispetto alla posizione media lungo la sua parte orientale. La media della porzione occidentale (10W-10E) del’ITF è stata approssimata al 13,1 N ed è stata in modo anomalo a sud della posizione climatologica di 0,7 gradi. Questa posizione sotto la media potrebbe essere attribuita alle condizioni più secche del normale rilevate lungo le zone prospicienti il Golfo di Guinea. Al contrario, la media della porzione orientale (20E-35E) dell’ITF ha registrato un valore di 13,1N che ha registrato un valore più a nord del normale di 1,6 gradi. Le continue posizioni al di sopra della media registrate ad est potrebbero essere spiegate con la consistente umidità osservata sul Sudan e Sud Sudan. La Fig.1 mostra la posizione corrente dell’ITF relativa alla media di lungo termine durante la prima decade di maggio e la sua precedente posizione durante la terza decade di aprile. Le Fig.2 e 3 sono le serie storiche, che illustrano i valori latitudinali della porzione dell’ITF occidentale e orientale, rispettivamente, e le loro evoluzioni stagionali dall’inizio di aprile del 2021.

Fig.2 ITF orientalehttps://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/international/itf/itcz.shtml

Dunque l’ITF orientale “schizza” verso nord ben al di sopra della media. Mentre a occidente essa continua a rimanere a sud della media. Gli effetti sono la continuazione della primavera sotto-media a occidente mentre a oriente l’estate sembra essere già arrivata e continuerà a imperversare anche nei prossimi giorni con temperature fortemente sopra la media su Russia, Ucraina, Caucaso e Turchia.

Fonte: Progetto Scienze