11 maggio 2018 - 20:00 pm Pubblicato da
image_pdfimage_print

Scritto dal Dr. Tim Ball e Tom Harris – 11.05.2018

Ogni giorno vengono proposte nuove prove del successo originale e più grande delle false notizie – storie profonde dello stato.
Questa è l’affermazione che il biossido di carbonio (CO2) prodotto dall’uomo starebbe causando un pericoloso riscaldamento globale, noto anche come “riscaldamento globale antropogenico” (AGW).

L’ultima evidenza del successo di questo inganno è il disaccordo tra il presidente Emmanuel Macron di Francia e il presidente Donald Trump sull’accordo di Parigi inerente ai cambiamenti climatici.

È un inganno deliberatamente creato per ingannare la maggior parte delle persone per la maggior parte del loro tempo. Ma a loro discapito non ci sono prove scientifiche empiriche a supporto. Le prove utilizzate per ingannare il mondo sono semplicemente le previsioni dei modelli informatici del Gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti climatici (IPCC) delle Nazioni Unite. Hanno sopravvalutato tutte le proiezioni della temperatura effettuate dalla loro fondazione nel 1990.

Con oltre un miliardo di dollari americani spesi ogni giorno in tutto il mondo sulla “finanza del clima”, lo spavento del riscaldamento globale è senza dubbio il più grande inganno della storia. È anche il più efficace perché usa la falsa scienza. Ciò elimina la potenziale comprensione da parte di almeno l’80% della popolazione poiché non comprende la scienza corretta e quindi non può identificare la scienza deliberatamente corrotta. La scienza dell’IPCC è indiscussa anche dalla maggioranza della comunità scientifica perché, mancando di familiarità con questa particolare disciplina, si fida degli esperti ufficiali e presuppone che gli scienziati non possano pervertire la scienza per un’agenda politica. Questo è il motivo per cui è così significativo quando alcuni scienziati esaminano effettivamente cosa sta facendo l’IPCC. Il fisico e meteorologo tedesco Klaus Eckart Puls (versione in inglese) spiega ciò che ha vissuto:

“Dieci anni fa, ho semplicemente ripetuto a pappagallo quello che ci riferiva l’IPCC. Un giorno ho iniziato a controllare fatti e dati – prima ho iniziato con un senso di dubbio ma poi mi sono indignato quando ho scoperto che gran parte di ciò che l’IPCC e i media ci stavano dicendo era pura assurdità e non era nemmeno supportata da nessun dato scientifico e misure. Ancora oggi mi vergogno che in quanto scienziato ho fatto delle presentazioni della loro scienza senza averla prima verificata … Scientificamente è pura assurdità pensare di poter ottenere un clima piacevole ruotando una manopola di regolazione della CO2”.

Macron e altri leader non dovrebbero vergognarsi di essere stati ingannati. Vogliono fare ciò che è giusto per le persone e il pianeta, ma mancano delle competenze per valutare correttamente ciò che viene detto dagli abitanti del profondo stato, i burocrati.

Guidato dalle macchinazioni dell’uomo d’affari canadese e dell’ex sottosegretario generale delle Nazioni Unite, il compianto Maurice Strong, i membri del Club di Roma hanno permesso l’obiettivo della governance globale attraverso i burocrati. Come l’autore americano Mary McCarthy ha messo in guardia anni fa; “La burocrazia, la regola di nessuno, è diventata la forma moderna del dispotismo”.

L’autore di Elaine Dewar, Cloak of Green, ha trascorso cinque giorni con Strong all’ONU e ha concluso:

“Poteva raccogliere i suoi soldi da chiunque gli piacesse, nominare chiunque volesse, controllare l’agenda … Strong usava l’U.N. come piattaforma per vendere una crisi ambientale globale e l’agenda della Global Governance”.

Forte istituzione dell’IPCC attraverso l’agenzia delle Nazioni Unite, la World Meteorological Organisation (WMO). Questa agenzia è composta da burocrati provenienti da uffici meteorologici delle nazioni membri delle Nazioni Unite. Strong sapeva che se controllava i burocrati, controllava l’agenda e i politici. Pochissimi politici sono in grado o hanno il tempo di indagare su ciò che i burocrati stanno dicendo loro. E una volta che il burocrate convince il politico di una posizione, è improbabile che il burocrate ammetta che ciò che hanno detto è sbagliato.

Tuttavia, un paio di leader mondiali li hanno sfidati. L’economista ed ex presidente della Repubblica ceca, Vaclav Klaus, ha riassunto le sue scoperte nel suo libro, “Blue Planet in Green Shackles”. Il sottotitolo dice tutto, “What is Endangered: Climate or Freedom”.

L’altro leader è il Primo Ministro Narendra Modi dell’India. Un gruppo di investigatori gli ha consigliato che il costo della gestione del presunto riscaldamento globale causato dalla CO2 superasse di gran lunga i benefici. Ha afferrato l’alto livello morale dei sostenitori dell’AGW affermando che i presunti benefici della riduzione di CO2 non compensano il fatto che milioni di indiani soffrono la fame e siano privi di elettricità. Per generare quella elettricità sarà necessaria una maggiore produzione di energia a carbone, una delle principali fonti di emissioni di CO2.

I burocrati sono il cavallo di Troia di qualsiasi governo: sono il nemico all’interno. La sfida per Trump, e alla fine Macron quando li affronta su altre questioni, è come li ritengono responsabili? Pochi leader hanno avuto successo.

Dr. Tim Ball, consulente ambientale ed ex professore di climatologia all’Università di Winnipeg in Manitoba. Tom Harris è il
direttore esecutivo di Ottawa, in Canada, International Clima.

Fonte: Principia Scientific International

Enzo
Attività Solare

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
(16 voti, media: 4,75 su 5)
Loading...