image_pdfimage_print

Di CAPP ALLON – 6 Maggio 2020

Un flusso di corrente a getto meridionale (ondulato) – associato alla bassa attività solare è in piena oscillazione, trascina aria polare brutale in modo anomalo verso sud/nord.

Record (a volte storico) di FREDDO sta attualmente colpendo in vaste regioni del globo, dal Nord America all’Australia, dall’Europa all’Africa meridionale. Dovete davvero farlo sapere alla cabala del riscaldamento globale – anche di fronte a tali estreme probabilità – e logica – stanno perseguitando ostinatamente la loro assurda retorica del “mondo in fiamme”:

Pubblicità

Sebbene sia facile dipingere un’immagine del genere quando hai il controllo dei colori. L’utilizzo di modelli climatici sfatati e set di dati sulla temperatura fraudolenti ti consentiranno di arrivare a qualsiasi conclusione desideri: è davvero semplice.

Ignorare l’effetto UHI (Urban Heat Island), come fa l’IPCC, e quindi estrapolare quelle letture della temperatura cosmopolita nel resto del pianeta, ovviamente distorcerà il quadro generale. Quando la vegetazione naturale viene sostituita da edifici, marciapiedi e fonti di calore spurie come unità di condizionamento dell’aria, automobili e camion dei gelati, il microclima attorno ai siti dov’è posizionato il termometro la temperatura cambia.

Ad esempio, come sottolineato dal Dr. Roy Spencer, questa volta lo scorso anno l’aeroporto internazionale di Miami ha stabilito un nuovo record di temperature elevate di 98 F per il mese di maggio. Il termometro in questione si trova all’estremità ovest della pista sud dell’aeroporto, al centro della Miami-Ft. Metropolitan di Lauderdale:

Analisi della temperatura superficiale GFS intorno alla mezzanotte, 28 maggio 2019.

Inoltre, l’agenzia governativa statunitense NOAA sta adattando i dati più freschi e rurali per adattarli ai dati urbani, anziché viceversa.

E oltre a quell’offuscamento ed estrapolazione fraudolenta, in cui non esiste alcuna copertura di stazioni termometriche – quindi la maggior parte del pianeta – i nostri amici NOAA più semplicemente “colmano le lacune”.

Con queste congetture l’agenzia, in collaborazione con alcune piccole frazioni di altre organizzazioni (come il Goddard Institute for Space Studies della NASA), è riuscita a creare una tendenza della temperatura completamente innaturalmente lineare  che si presume sia in corso per fornire alla Terra una “catastrofe climatica senza precedenti “Nei prossimi mesi/anni/decenni – nessuno può essere d’accordo sul periodo di tempo in cui dovrebbe accadere …

E per coloro che ancora acquistano la retorica e sono felici di citare il precedente grafico sull’anomalia della temperatura come prova dell’imminente catastrofe indotta dal calore, perché la pausa multidecadale in continuo aumento delle temperature tra il 1940-1980 …? Le emissioni di CO2 sono aumentate notevolmente durante questo periodo …? E se quell’innocua domanda ti fa male alla testa, è perché la risposta è il Sole – una forzante che l’IPCC si rifiuta di prendere in considerazione anche nei loro modelli.

Il pianeta nel suo complesso si è sostanzialmente raffreddato per almeno 5 anni – anche i set di dati NOAA lo confermano.

E quella tendenza di raffreddamento sta continuando fino a maggio 2020, proprio mentre l’emisfero settentrionale raggiunge una fase di crescita chiave. Aspettati grandi perdite di raccolto andando avanti. Mitigali aumentando il tuo. Ora è giunto il momento di sporcarti le mani.

NORD AMERICA (10 MAGGIO)

SUD AMERICA (7 MAGGIO)

EUROPA (13 MAGGIO)

AFRICA MERIDIONALE (11 MAGGIO)

AUSTRALIA (21 MAGGIO)


La verità è là fuori, per coloro che sono disposti a cercarla.

TEMPI FREDDI stanno tornando in linea con l’attività solare storicamente bassa , i  raggi cosmici che nuclizzano le nuvole e un flusso di corrente a getto meridionale.

Perfino la NASA concorda, almeno in parte, con le loro previsioni per questo prossimo ciclo solare (25) rivelando che sarà “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in relazione i precedenti arresti solari con periodi prolungati di raffreddamento globale qui.

Fonte: ELECTROVERSE

Pubblicità