1

Il Flusso di Lava a Fagradalsfjall aumenta del 70% a causa dell’Eruzione in corso, Islanda

Il flusso di lava nel sito di eruzione di Fagradalsfjall sulla penisola islandese di Reykjanes è aumentato di circa il 70%, secondo gli ultimi dati dell’Istituto di scienze della terra (IES) dell’Università dell’Islanda. Gli esperti hanno anche notato che non ci sono segni che l’eruzione vulcanica in corso si fermerà presto. Nonostante i pericoli, molti visitatori si sono avventurati vicino al perimetro per assistere alla spettacolare vista dei geyser di lava.

I dati raccolti il ​​10 maggio hanno mostrato che il flusso di lava all’eruzione del Geldingadalir è aumentato in modo significativo nell’ultima settimana, da 8 a 13 m 3 al secondo (da 282 a 459 piedi cubi al secondo).

Sebbene sia stato applicato un perimetro di sicurezza per proteggere le persone dai rischi della caduta di rocce calde, molti locali camminano vicino al vulcano per assistere a enormi geyser di lava.

“Non capita tutti i giorni di andare a vedere un vulcano così vicino. È semplicemente fantastico e così bello”, ha detto Freyja Wappler-Fridriksdottir, che era tra le oltre 2500 persone che hanno visitato il sito nel fine settimana.

Secondo l’ufficio meteorologico nazionale, alcuni geyser di lava hanno raggiunto altezze insolite oltre i 460 m (1 500 piedi).

A partire da lunedì 10 maggio, le autorità hanno chiuso il sito dell’eruzione a causa del rischio di incendi. La polizia ha inizialmente ricevuto una segnalazione di un incendio a Laugarnestangi, che si è rivelato un caso isolato.

“L’aumento del flusso è andato di pari passo con l’aumento delle fontane di lava e un potente avanzamento di lava nella valle del Meradalir”, ha detto l’istituto in una dichiarazione rilasciata martedì 11 maggio. “L’eruzione è ora due volte più potente di quanto lo sia stata per la maggior parte del il periodo attivo. “

Il volume di lava emessa, che dura da quasi otto settimane fino ad ora, ha ora raggiunto più di 30 milioni di m 3 (1 miliardo di piedi cubi).

L’eruzione del Geldingadalir è particolarmente eccezionale in quanto la stragrande maggioranza delle eruzioni diminuisce di intensità dopo l’inizio. 

“Un aumento nel tempo indica che il canale si sta allargando, probabilmente a causa di una rottura nelle sue pareti. Non si può vedere che la pressione nella sorgente è diminuita in una certa misura e quindi il flusso aumenta nel tempo man mano che il canale si espande, “ha scritto IES. 

“Al momento non c’è modo di prevedere quanto durerà l’eruzione o se i flussi di lava continueranno ad aumentare”.

Riepilogo geologico

Il sistema vulcanico Krýsuvík-Trölladyngja è descritto dal Catalogo dei vulcani islandesi come uno sciame di fessure composito lungo circa 50 km (31 miglia) che tende a circa N38 ° E, compreso uno sciame di fessure lungo 30 km (18 miglia), senza vulcano centrale .

È uno dei sistemi vulcanici disposti a scaglione lungo la penisola di Reykjanes a ovest del lago Kleifarvatn.

Gli sciami di fessure di Fagradalsfjall e Krýsuvík sono considerati spaccature o sciami secondari del sistema vulcanico Krýsuvík – Trölladyngja.

Piccoli vulcani a scudo hanno prodotto una grande porzione del volume eruttato all’interno del sistema.

Dall’insediamento dell’Islanda si sono verificate diverse eruzioni, inclusa l’eruzione di un grande flusso di lava basaltica dalla fila del cratere di Ogmundargigar intorno al XII  secolo.

L’ultima eruzione, individuata attraverso la tefrocronologia, è avvenuta nel XIV  secolo.

Credito immagine in evidenza: Copernicus EU / Sentinel-2, TW. Acquisito il 9 maggio 2021

Fonte Web: Lava flow at Fagradalsfjall increases by 70 percent amid ongoing eruption, Iceland