30 aprile 2018 - 20:17 pm Pubblicato da
image_pdfimage_print

Scritto da: Dr. Tim Ball – 16.01.2018

 

Molti anni fa, misi a confronto l’affermazione che la CO2 antropica che stava causando il riscaldamento globale era analoga nel determinare ciò che stava causando il non funzionamento dell’automobile. Per semplificarvi l’analisi, hanno deciso di non guardare il motore, la trasmissione, il cambio, l’albero motore, il differenziale, l’asse e la ruota, per focalizzare l’attenzione su una parte della filettatura di un bullone della ruota posteriore destra.

La Figura 1 rappresenta lo schema dei sistemi dell’atmosfera e dei processi atmosferici.

Sembra complesso, ma è, in realtà, una semplice rappresentazione. Le persone che hanno creato l’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) hanno deciso che questo sistema, analogamente alla vostra auto stava vacillando. Attraverso la loro definizione del cambiamento climatico come solo quei cambiamenti causati dall’uomo, hanno ristretto la ricerca alla CO2 antropica. Nel diagramma, si tratta del filetto di un bullone nella sezione etichettata “Composizione atmosferica”. Questa sezione comprende tutti i gas dell’atmosfera e i miliardi di tonnellate di particolato. Questi gas e particelle influenzano la radiazione solare in entrata e l’energia termica in uscita a onda lunga. Inoltre variano nel tempo, ma non abbiamo praticamente alcuna idea delle quantità o della variabilità. Di tutti i gas che comprendono la composizione, i cosiddetti gas a effetto serra (GHG) comprendono circa il 4 percento. E di quel 4 percento totale, l’anidride carbonica (CO2) è del 4 percento, e la CO2 antropica è di circa il 3,4 percento. È un filetto di un bullone di sistema complesso. La quantità effettiva di CO2 prodotta dall’uomo aggiunta al sistema è una stima prodotta dall’IPCC.
È, come tutti gli altri numeri usati, un’ipotesi appena istruita presentata con l’autorità che è accurata e reale.

Figura 2

Il primo utilizzo di CO2 per un programma politico è stato di Margaret Thatcher. Voleva rompere il sindacato dei minatori di carbone che stava trattenendo il paese per il riscatto e anche per promuovere l’energia nucleare. Ha usato Sir John Houghton, capo dell’Ufficio meteorologico del Regno Unito, per produrre la scienza. In seguito è diventato il primo co-presidente dell’IPCC. Houghton era un candidato ideale perché credeva che lo sviluppo industriale antropico fosse un peccato e scrivesse articoli sull’argomento. Ha diritto alle sue opinioni personali, ma la scienza deve essere amorale e apolitica, ma, a quanto pare, non si applica a Houghton. Più tardi nella vita Margaret Thatcher, a suo credito, accettò che l’ipotesi del riscaldamento globale antropogenico (AGW) fosse una teoria errata, ma fu imposta a un pericoloso precedente.

Il precedente era quello di mantenere la menzogna che la CO2 fosse un gas pericoloso. Hanno ignorato fin dall’inizio il suo ruolo come fonte di vita per le piante, senza le quali non c’è ossigeno o forma di vita. Un presupposto importante era che un aumento di CO2 avrebbe comportato un aumento della temperatura. Nel 1990 fu prodotto il nucleo di ghiaccio antartico che sembrava mostrare conferma (figura 3).

Figura 3

In 5 anni è stato dimostrato che il grafico mostrava come la temperatura aumentava prima della CO2. Sostenevano che il tempo di permanenza nell’atmosfera di CO2 che producevano gli esseri umani era di 100 anni. L’argomento era che anche se avessimo fermato la produzione ora, il problema sarebbe rimasto per un periodo molto lungo. Inoltre, la mancata interruzione avrebbe prolungato il problema. Non ci è voluto molto per dimostrare che il tempo reale di residenza era al massimo di 6 anni. La figura 4 mostra un confronto tra le misure di ricerca indipendenti rispetto a quelle dell’IPCC.

Figura 4

Prima che l’anidride carbonica diventasse oggetto di attenzione, veniva prestata maggiore attenzione al metano (CH4). Questo è stato spinto da gruppi che combattono l’industria del bestiame. Jeremy Rifkin ha scritto un libro e ha condotto una campagna dal titolo “Beyond Beef”. L’affermazione di base era che i bovini erano la causa di praticamente tutti i mali, sia ambientali che socio-economici, che affliggono il mondo. Hanno convenientemente ignorato i 210 milioni di “vacche sante” in India che non producono generi alimentari. La sfida più grande ha riguardato il fatto che il metano, sebbene sia un gas serra, rappresenta solo lo 0,36% di tutti i gas serra in termini di volume e solo lo 0,00017% di tutti i gas atmosferici. Confronta questo con il vapore acqueo (H2O) che è il 95% dei gas serra.

Hanno cercato di gonfiare l’impatto di CH4 introducendo una scala di efficacia. Ciò ha affermato, senza prove, che il potenziale di riscaldamento globale (GWP) di CH4 era 50 volte maggiore della CO2. Il GWP è diventata una designazione ufficiale, ma anche con il moltiplicatore, l’effetto reale è una frazione di quello per la H2O. Tutto quello che devi sapere è che le stime dell’EPA (Environmental Protection Agency) per il GWP e per il CH4 sono tra 28 e 36. Il GWP è diventato importante ancora più tardi quando l’attenzione si è spostata dalla CH4 alla CO2 perché è stato sottolineato che la CO2 è solo del 4% del GHG totale. L’IPCC includeva una tabella GWP per tutti i GHG, quasi tutti sono elementi creati dall’uomo, ma non includono la H2O. Questa è una manipolazione statistica del tipo peggiore e centrale per le stime del GWP è il tempo di residenza, che abbiamo già discusso. Questo processo è una pratica standard della rivendicazione dell’AGW. Non esistono praticamente misure reali di qualsiasi cosa, tra cui temperatura e precipitazioni, ma soprattutto gas serra. Quello che fanno è produrre dati in un modello computerizzato separato e quindi usarli come dati reali in un altro modello. Questa pratica è la base per i dati su cui sono costruiti i modelli climatici globali (GCM). Non abbiamo dati meteorologici reali per l’85% della superficie terrestre e meno dell’1% sopra la superficie. Creano dati in un processo chiamato parametrizzazione e li usano come dati reali per costruire il GCM.

Quando iniziò l’inganno, presero l’aumento della CO2 e la temperatura era illimitata. Molto presto venne dimostrato che l’atmosfera era virtualmente saturata dalla capacità della CO2 di rallentare la velocità di fuga del calore nello spazio. Lo descrivo usando un’analogia della vernice nera. Se vuoi fermare la luce che passa attraverso una finestra, applica una mano di vernice nera. Quel mantello è equivalente alla quantità attuale di CO2 nell’atmosfera. Aggiungi una seconda mano di vernice e solo una piccola frazione di luce viene bloccata. Questo è lo stesso procedimento di aumentare la quantità di CO2 nell’atmosfera. La Figura 5 mostra gli aumenti stimati della temperatura per il raddoppio della CO2 da parte di 3 diversi scienziati. Il fatto che siano in disaccordo usando la fisica mostra quanto sia imprecisa la comprensione delle dinamiche.

Figura 5

In risposta a questo problema, è stato proposto un feedback positivo. Ciò ha affermato che un aumento di CO2 ha causato un aumento della temperatura e questo ha aumentato il tasso di evaporazione. Un livello più elevato di H2O nell’atmosfera migliorerebbe il riscaldamento iniziato dalla CO2 che continuerebbe.

Il primo problema è che con più H2O nell’atmosfera aumenta il potenziale di nuvole che agisce come feedback negativo di raffreddamento. In secondo luogo, non ci sono nemmeno misurazioni approssimative della quantità di H2O nell’atmosfera, quindi è impossibile determinare l’effetto di un’aggiunta antropica. In terzo luogo, le misure della quantità di CO2 nell’atmosfera sono anche stime molto approssimative. Ad esempio, due delle principali fonti naturali di CO2 sono gli oceani e la vegetazione in decomposizione. L’errore della stima della produzione annuale di entrambe queste fonti supera l’importo lordo stimato per la produzione antropica.

Infine, l’IPCC afferma che l’attuale livello atmosferico di CO2 è di 400 parti per milione (ppm). Al Gore e altri faranno credere che questo sia il più alto livello di sempre. Persone come Bill McKibben di un’organizzazione chiamata 350.org si uniscono a Gore chiedendo una riduzione di tale livello. Il loro nome implica che questo è un livello ottimale. Mettiamolo nel contesto guardando a una ricostruzione dei livelli di CO2 e di temperatura desunti da una varietà di fonti geologiche e biologiche (Figura 6).

Figura 6

Alcuni punti importanti;

  • Il livello attuale sul lato destro mostra 400 ppm ed è stato abbinato solo a 300 milioni di anni fa.
  • La lettura più alta è 7000 ppm.
  • Circa 438 milioni di anni fa, con la CO2 atmosferica a 4500 ppm, si è verificata l’era glaciale di Ordoviciano.
  • Per la maggior parte degli ultimi 300 milioni di anni, il livello di CO2 era in media di 1200 ppm.

L’ultimo punto è importante perché la ricerca di Sherwood Idso e altri mostra che questo è il livello ottimale per la crescita delle piante. Negli ultimi 100 anni è stato confermato dalle serre commerciali che hanno iniettato questo livello per ottenere una resa quattro volte maggiore.

Quindi, sistema quella automobile e continua a guidare perché la CO2 che produci non sta causando alcun riscaldamento globale ed è essenziale per la flora e la fauna (che include te) sul pianeta Terra.

 

Ancora sul Dr. Tim Ball
Il Dr. Tim Ball è un rinomato consulente ambientale ed ex professore di climatologia all’Università di Winnipeg. Ha lavorato in numerosi comitati locali e nazionali e come presidente di consigli provinciali per la gestione delle risorse idriche, le questioni ambientali e lo sviluppo sostenibile. L’ampio background scientifico del Dr. Ball in climatologia, in particolare sulla ricostruzione dei climi del passato e l’impatto dei cambiamenti climatici sulla storia umana e sulla condizione umana, lo ha reso la scelta perfetta come Chief Science Adviser con l’International Climate Science Coalition.

Fonte: Technocracy.news

Enzo
Attività Solare

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
(13 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...