image_pdfimage_print

Di P. Gosselin 1 Maggio 2019

In un nuovo video informativo su FMD’s TV-Channel, lo scettico Günther Aigner, esperto di riscaldamento del clima, analizza le temperature invernali in quattro stazioni di montagna tedesche ad oltre 1.000 metri di altitudine in diverse località della Germania.

Die kalte Sonne here.

Pubblicità

Le stazioni si trovano a Feldberg (1.493 m) nel sud-ovest della Germania, Brocken nel nord della Germania (1.152 m), Fichtelberg nella Germania orientale (1.215 m) e Großer Arber nel sud-est della Germania (1.456 m). Queste 4 stazioni sono situate lontano dalle influenze urbane.

Tendenza variabile

Aigner evidenzia chiaramente la forte variabilità delle temperature, che vediamo non correlare affatto con l’aumento delle concentrazioni di CO2 nell’atmosfera.

La tendenza chiaramente oscillante osservata nelle quattro stazioni negli ultimi decenni probabilmente ha molto più a che fare con i cicli oceanici naturali AMO e NAO, che influiscono direttamente sui modelli climatici invernali dell’Europa occidentale.

Oggi fresco come 40 anni fa!

La tabella presentata di seguito mostra la temperatura media invernale delle 4 stazioni combinate. La curva verde è il livellamento di 10 anni.

Grafico ritagliato qui

Oggi vediamo che le temperature invernali della Germania sono come lo erano 40 anni fa e che la tendenza lineare che mostra un leggero riscaldamento è “statisticamente insignificante”.

Le montagne tedesche si sono raffreddate negli ultimi 30 anni

Aigner conclude che negli ultimi 30 inverni, le quattro stazioni montane hanno mostrato un raffreddamento di 0,8 ° C. La stazione di Feldberg nella Foresta Nera non ha visto alcuna tendenza al rialzo negli ultimi 50 anni.

Aigner osserva che il cambiamento climatico non ha avuto alcun impatto sull’industria sciistica tedesca e che “c’è stata una crescente differenza tra la percezione pubblica e i dati ufficiali e che questo deve essere studiato.

Riscaldamento tedesco dovuto a più ore di sole

Aigner ricorda, tuttavia, che la temperatura media annuale della Germania risulta in aumento, ma che il fenomeno è dovuto alle estati più calde che sono correlate con un numero considerevolmente maggiore di ore di sole.

La Germania non si è riscaldata a causa della CO2, ma perché i modelli meteorologici che cambiano naturalmente hanno portato a più ore di sole in un paese che è altrimenti noto per il suo clima grigio e triste. La maggior parte dei tedeschi gradirebbe questo cambiamento e non ci vedrebbe nessuna catastrofe.

Fonte: No Tricks Zone

Pubblicità