image_pdfimage_print

Di Robert Felix – 11 Luglio 2020

“Sta diventando freddo nella mesosfera. Molto freddo “, ha scritto il Dr. Tony Phillips all’inizio di giugno.

Questo raffreddamento sta causando la formazione di nubi nottilucenti (NLC) che dall’Artico scendono anche alle medie latitudini.

Pubblicità

“Aspettavo da anni di vedere le nubi nottilucenti, e finalmente le ho viste!” ha riferito Phil Halpert da Londra, Inghilterra. Le ha notate con le loro increspature blu elettrico sui tetti locali, precipitandomi fuori per fotografarle su Clissold Park.

“Il 2020 si preannuncia come un anno freddo e umido nella mesosfera”, afferma Lynn Harvey del Laboratorio di fisica atmosferica e spaziale dell’Università del Colorado.

“Le temperature, in particolare, sono  molto fredde”, afferma Harvey. “In effetti, le temperature a media latitudine (35N-55N) a fine maggio (DOY 142-148) sono state le più fredde tanto da stabilire dei veri e propri record AIM”, vale a dire dal 2007, quando il veicolo spaziale AIM della NASA ha iniziato a osservare monitorando le nubi.

Non ho idea di cosa significhi per noi quaggiù sulla superficie del pianeta, vero?

Vedi articolo completo e foto:
https://spaceweatherarchive.com/2020/06/09/record-cold-in-the-mesosphere/

Succede ancora il 6 luglio. Molte foto
Esplosione di nubi notturne importanti sull’Europa
https://watchers.news/2020/07/06/major-noctilucent-clouds-outbreak-over-europe/

Grazie a Benjamin Napier, Stephen Bird e molti altri per questi link

Fonte: Ice Age Now

Pubblicità