image_pdfimage_print

Di CAPP ALLON – 4 Febbraio 2022

Una vasta tempesta invernale si è estesa in tutti gli Stati Uniti portando a “situazioni di emergenza” e “Dichiarazioni di catastrofi” in molti stati. Vengono anche segnalate interruzioni nella viabilità e interruzioni di elettricità diffuse, poiché un fronte artico continua a scaricare volumi record di neve e ghiaccio che vanno dal New Mexico al New England.

Giovedì, secondo FlightAware, sono stati cancellati circa 5.000 volifinora le interruzioni di elettricità hanno superato le 300.000 utenze, la maggior parte delle quali sono in Tennessee e Ohio, anche se i numeri stanno aumentando a New York, Pennsylvania, West Virginia, Kentucky, Arkansas e Texas, secondo PowerOutage.US.

Pubblicità

Per quanto riguarda i record di neve infranti, sono stati molti, ma ho compilato solo un’istantanea di seguito, a partire dal 2 febbraio, in MI:

Lansing, la capitale del Michigan, ha ricevuto 34 cm (13,3 pollici) di neve mercoledì, secondo il NWS. Questo è stato il giorno di febbraio più nevoso di sempre in città (nei libri risalenti al 1863), battendo il vecchio record di 33 cm (13 pollici) del 28 febbraio 1900.

Diretta verso sud, la nevicata a Wichita, Kansas ha battuto un record di 109 anni per il 2 febbraio. I 15 cm (5,9 pollici) misurati all’aeroporto nazionale Wichita Dwight D. Eisenhower hanno battuto il record precedente di 13,2 cm (5,2 pollici) stabilito nel 1913, che nei libri meteorologici dobbiamo tornare indietro al 1888.

Con un totale di 7,6 cm (3 pollici), l’area di Oklahoma City ha stabilito un nuovo record per la neve in un solo giorno per il 2 febbraio, superando i 6,3 cm (2,5 pollici) del 1913. Anche la neve ha continuato a cadere fino a giovedì e la città ha ufficialmente battuto il suo secondo record storico di nevicate in altrettanti giorni in cui il Will Rogers World Airport aveva ricevuto 7,6 cm (3 pollici) di neve entro mezzogiorno, battendo il vecchio record del 3 febbraio, 2,5 cm (1 pollice), sempre del 1913. E la neve non è ancora finita, con ulteriori fiocchi previsti durante la notte di giovedì e fino a tutto venerdì.


I 18,5 cm (7,3 pollici) di giovedì hanno stabilito un nuovo record per la città di Indianapolis, battendo il precedente record di 16,5 cm (6,5 pollici) del 3 febbraio 1982. Nelle ultime 24 ore ci sono state segnalazioni di un assestamento di 30,5 cm (1 piede) nell’Indiana centrale e, di conseguenza, la maggior parte della regione è attualmente sottoposta a Travel Watch o Travel Warning, con le forze dell’ordine locali che sconsigliano tutti a restare fuori dalle strade prima dell’ora di punta di venerdì mattina, tuttavia non sono sicuro che questi ragazzi abbiano ricevuto il promemoria:

Le scuole nelle principali aree metropolitane come DallasSt. Louis Indianapolis sono state chiuse nella giornata di giovedì, con molte cancellazioni per il resto della settimana. Le autorità avvertono che viaggiare potrebbe essere pericoloso per i giorni a venire poiché gli accumuli di ghiaccio diffusi permangono a causa delle temperature che non dovrebbero salire sopra lo zero fino a dopo il fine settimana.

Il freddo è stato davvero pervasivo, ha attraversato i continenti e ha battuto moltissimi record. La nazionale di calcio statunitense ha giocato in Honduras in un gelido mercoledì sera a St. Paul, MN. E la partita, una vittoria per 3-0 per gli Stati Uniti, sarà ricordata soprattutto per le condizioni estreme. Al calcio d’inizio i gradi sotto lo zero erano 16,5°C (2°F), che accompagnate da un vento gelido faceva percepire una temperatura di -27°C (-16°F), secondo la NWS. Ciò l’ha resa la partita più fredda di sempre nella storia della squadra nazionale di calcio maschile degli Stati Uniti. “Non è per divertirsi, è per soffrire”, ha detto l’allenatore dell’Honduras Hernan Dario Gomez guardando due dei suoi giocatori costretti a lasciare il campo per ipotermia all’intervallo. Gomez ha detto dopo la partita che alcuni dei suoi giocatori soffrivano” a causa delle “condizioni climatiche estreme”.

Proprio il mese scorso, i meteorologi del Climate Prediction Center della NOAA dicevano che gran parte degli Stati Uniti avrebbe avuto un caldo febbraio, ma quella previsione è stata smentita. Si prevede che gran parte del paese, in particolare l’est e il sud, avrà temperature al di sotto della media per almeno le prossime due settimane, poiché i modelli a lungo termine mostrano ulteriori invasioni artiche fino a tutto il 20 febbraio.

Se esperti del calibro della NOAA possono essere così lontani dalle previsioni per i prossimi 14 giorni, allora perché qualcuno dovrebbe comprare le proprie proiezioni per i prossimi 50 o 100 anni? È una domanda chiave. Sfortunatamente, però, è una cosa che le masse doverose sentono di non poter osare chiedere: ci devono essere delle complessità in gioco qui che non capisco … devo che sia più facile per me proiettare a lungo termine che a breve termine … Ebbene, sì e no, e no. La scienza è un velo facile dietro cui nascondersi, con essa puoi sedurre e stupire la gente comune; ma in fin dei conti, la scienza moderna è un’indulgenza, in gran parte – molto raramente è corretta, e ancor più raro dovrebbe essere usata come strumento per spaventare le masse facendole accettare misure di rimodellamento della civiltà come quelle proposte per “combattere ” Il riscaldamento globale antropogenico catastrofico.

Sebbene io stesso sia stato costretto attraverso il moderno sistema scolastico, ne sono uscito con la mia capacità di pensare in modo critico con tatto (pura fortuna, tra l’altro). Le agenzie governative, come la NOAA, non possono sbagliare per così tanto tempo e continuano a guadagnarsi il nostro rispetto. Potete mettere in discussione l’autorità, gente – in realtà è vostro dovere di cittadino responsabile farlo, in particolare quando tale autorità è stata così drammaticamente sbagliata su argomenti così cruciali per DECADES ora, e ancor di più quando detti poteri sembrano essere 1) raddoppiare un tale disprezzo così palese per le persone e 2) censurare TUTTI coloro che osano mettere in discussione le narrazioni ufficiali, inclusi altri scienziati e medici.

Ci sono brave persone che lavorano alla NOAA/NASA ecc., persone fantastiche, in effetti, ma è molto tempo che sono cresciute una spina dorsale e hanno difeso la verità, perché se un numero sufficiente di loro lo fa, è tutto: il corso della storia è cambiato, per sempre. Possiamo fare la nostra parte esercitando pressioni ogni giorno, denunciando ostinatamente gli errori, le contraddizioni e le bugie, e al loro posto inserendo i fatti.

Democrazia e libertà non si regalano, si conquistano.

IL GIORNO DI FEBBRAIO PIÙ FREDDO DI DELHI IN 19 ANNI

Alla lunga lista di record di freddo che Delhi ha battuto negli ultimi anni, alcuni dei quali ho compilato qui, ci sono quelli caduti durante l’inverno eccezionalmente gelido del 2021-2022.

Dopo aver sofferto un freddo anomalo sia a dicembre che a gennaio, l’India è ora entrata a febbraio con la stessa vena gelida.

È stato così freddo, infatti, che la capitale nazionale ha appena vissuto il suo giorno di febbraio più freddo degli ultimi 19 anni (dopo aver osservato il suo giorno di gennaio più freddo in un decennio la scorsa settimana). Giovedì, la temperatura di Delhi è calata fino a raggiungere un massimo di 14,4°C (57,9°F), una lettura di circa 8°C al di sotto della norma e, secondo l’India Meteorological Department (IMD), il giorno di febbraio più freddo della città dai 14,3°C (57,7°F) osservato nel 2003.

Ieri è stato anche il quarto giorno di febbraio più freddo della storia di Delhi, dietro al 1° febbraio 1970 (12,3°C); 21 febbraio 1954 (13.9°C); e 1 febbraio 2003 (14.3°C). E con le condizioni fredde dell’India previste che persisteranno e si intensificheranno, per il resto del mese, quei benchmark più vecchi sembrano sotto minaccia.

ALTROVE

Negli ultimi tempi il freddo record ha attanagliato gran parte del Nord America, incluso il Canada, dove attualmente si registrano minime anomale di circa 22°C al di sotto della media stagionale.

Mercoledì, nel centro di Winnipeg, il “familiare” Kirkwood Block su Portage Avenue è stato sventrato da un incendio. Le squadre sono state chiamate nell’edificio a due piani subito dopo le 9:30 per trovarlo avvolto dalle fiamme. Dopo aver estinto l’inferno, la struttura storica era ancora in piedi e subito dopo è stata incapsulata nel ghiaccio a causa delle temperature estremamente fredde: la facciata dell’edificio si è congelata in poco tempo:

E infine in Europa, le scorte di gas francesi potrebbero esaurirsi prima della fine dell’inverno e gli operatori devono continuare a importare il carburante per soddisfare la domanda in caso di una ondata di freddo, ha affermato il capo della principale rete di trasporto del gas del Paese.

“Probabilmente saremo vicini allo zero verso la fine di marzo e rimaniamo vigili su questo argomento”, ha detto giovedì il capo di GRTgaz Thierry Trouve in una presentazione a Parigi, mentre il lancio delle energie rinnovabili in Europa e la miope mancanza di investimenti nei combustibili fossili (o anche il nucleare) continuano a mordere.

Fonte: ELECTROVERSE

Pubblicità