image_pdfimage_print

Di Teo Blašković – 3 Settembre 2019

L’evento improvviso di riscaldamento stratosferico (SSW) è in corso sul Polo Sud, con temperature in aumento di oltre 40 ° C (72 ° F) al di sopra della norma.

“Questi eventi sono significativi, poiché il riscaldamento e la rottura del vortice polare alla fine si fanno strada verso la troposfera e possono causare un cambiamento nei modelli meteorologici”, hanno riferito i meteorologi di Severe Weather Europe.

Pubblicità

“Questi eventi possono portare un tipo di clima più freddo e nevoso a basse latitudini, ad esempio Australia e Nuova Zelanda. Molto dipende dalle dinamiche meteorologiche attuali poiché gli effetti di questi SSW possono essere a volte abbastanza dinamici e durare per periodi di tempo lunghi. Il grafico sotto mostra l’altezza dei geopotenziali di 10 MB, dove possiamo osservare il vortice polare spostato dal suo centro e l'”anticiclone” stratosferico (livello polare) che spinge contro di esso “, ha affermato SWE.

Un SSW si verifica quando la temperatura della stratosfera (30-50 km / 18-31 miglia dal suolo) sul Polo Sud aumenta di oltre 25 ° C (45 ° F).

Tali eventi sono rari nell’emisfero meridionale, con solo due eventi registrati in Nuova Zelanda da quando si registrano questi dati – uno nel settembre 2002 e l’altro nel settembre 2010, ha detto il meteorologo di NIWA Ben Noll.

Dopo il SSW nel 2002, la Nuova Zelanda ha vissuto il suo ottobre più freddo da 20 anni con temperature inferiori alla media che si registrarono in gran parte del paese e frequenti gelate al suolo. Nel 2010 – che è classificato come evento minore – ci furono diversi record di pioggia che furono infranti con sole ben al di sotto della media e temperature molto fredde in alcune zone dell’Isola del Sud.

“A circa un mese dopo il SSW, le masse d’aria polari, note come streamer, possono staccarsi dal vortice indebolito e spostarsi verso la Nuova Zelanda. Non garantisce condizioni meteorologiche insolite o estreme, ma può accadere”, ha affermato Noll.

Credito immagine in primo piano: EarthNullSchool

Fonte: The Watchers

 

 

Pubblicità