27 luglio 2018 - 7:00 am Pubblicato da
image_pdfimage_print

Autore: Guido Guidi
Data di pubblicazione: 25 Luglio 2018
Fonte originale: http://www.climatemonitor.it/?p=48893

Pare che non riescano a farsene una ragione. Il clima cambia, anzi, si disfa, e, contro tutte le aspettative (cioè in barba a previsioni, anatemi, allarmi et similia), la gente non muore. Nello specifico, ci scuseranno i cugini iberici, non muoiono gli spagnoli di una serie di città prese in considerazione da uno studio che, temperature in aumento alla mano, pensava di trovare la fila alle pompe funebri, e invece ha trovato una diminuzione della mortalità per eventi di onda di calore.

Decline in heat-related deaths in Spain despite rising summer temperatures

Ancora una volta senza curarsi del proprio destino segnato, l’essere umano ha fatto quello che fa da sempre, si è adattato e, ove non fosse stato possibile adattarsi, si è dotato degli strumenti utili a rimandare l’appuntamento a cui nessuno vorrebbe arrivare puntuale.

Però, però, nonostante la (brutta ?!?) sorpresa nel confronto tra realtà e immaginazione, quest’ultima è identificabile ovviamente nelle previsioni di disastro climatico, l’articolo uscito su PlOS Medicine ci ricorda che ci lasciano comunque più le penne le donne che gli uomini, per cui la questione, da climatica si fa di genere, fornendo ampi spazi per futuri approfondimenti in chiave sociologica.

Enjoy.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
(8 voti, media: 4,75 su 5)
Loading...