11 Dicembre 2018 - 19:30 pm Pubblicato da
image_pdfimage_print

Nella giornata di oggi è stato aggiornato dalla NOAA il valore del mese di novembre 2018 dell’indice AMO, (Atlantic Multidecadal Oscillation) indice oceanico tra i più importanti ai fini climatici europei, ma che non coinvolge soltanto quello europeo.

L’indice è sceso nel mese di novembre 2018 a -0.121, una drastica diminuzione rispetto al mese precedente di 0,264. Ottobre era risultato a 0.143. Inoltre un valore così basso non si registrava dal marzo 2015 con un valore di -0.129 



L’indice AMO è un’oscillazione multidecennale dell’Atlantico ed è uno schema climatico del Nord Atlantico che indica la temperatura superficiale (SST) del tratto di oceano compreso tra l’equatore e la Groenlandia. Un indice AMO negativo, porta a un aumento dell’estensione delle superfici glaciali marine in Artide oltre che a una diminuzione delle temperature europee e a un aumento della piovosità.


L’AMO index nella zona raffigurata con il colore fucsia


Per capire il clima dobbiamo capire prima il comportamento degli oceani. Gli oceani, i laghi e i fiumi coprono oltre il 70% della superficie terrestre e l’acqua è un dissipatore di calore altamente efficace, che immagazzina oltre 2.000 volte l’energia presente nell’atmosfera. Cambiamenti molto piccoli dell’energia negli oceani significano cambiamenti molto grandi al relativo bilancio energetico tra gli oceani e l’atmosfera. Inoltre sono gli oceani che scaldano l’atmosfera, e non viceversa.

Proprio su questo ultimo aspetto basterebbe osservare i due grafici sotto.

Il primo grafico si riferisce all’AMO index, mentre il secondo alle temperature globali rilevate da satellite. Si nota bene come le temperature si muovano in modo stupefacente al riscaldamento o raffreddamento delle acque dell’Atlantico.

Altro aspetto importante da non sottovalutare è l’attività solare. In questi anni risulta più bassa della media degli ultimi decenni che se aggiunti ad altri  feedback, potremmo ipotizzarne nei prossimi anni un clima volto al raffreddamento in chiave europea, ma che non coinvolgerà solo l’Europa ma un po’ tutto l’emisfero settentrionale.

Dati indice AMO

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
(23 voti, media: 4,78 su 5)
Loading...