31 Dicembre 2018 - 14:45 pm Pubblicato da
image_pdfimage_print

Ho evocato spesso in questi giorni la grande ondata di gelo del 1985 perchè più di qualche parametro meteoclimatico appare sorprendentemente simile a quello che accadde più di trent’anni fa. Ci sono però delle differenze che potrebbero, di fatto, rendere vano lo stratwarming che in queste ore si ferma a pochi gradi dal record del 31 dicembre del 1984. Per capirci, proponiamo le mappe dei geopotenziali, del 31 dicembre 1984 e quella della scorsa mezzanotte, la stessa dunque, a distanza di 34 anni.

Le mappe sono quasi sovrapponibili, stessa manovra a tenaglia delle alte pressioni in zona aleutinica e atlantica, una sola enorme differenza: gli effetti dello stratwarming nel primo caso è evidente e circolettato, la anomala intrusione calda in zona polare, individuata proprio il 31 dicembre dal Colonnello Baroni nella sua mitica trasmissione che tempo fa di 34 anni fa, che riproponiamo

Nel 1984 gli effetti dello strawarming determinarono una saldatura tra l’anticiclone delle Azzorre e l’anticiclone a nord delle Svaalbard, che determinò, in seguito l’entrata diretta del vortice polare sull’Europa. Oggi la situazione appare ben diversa, un’analoga figura anticiclonica appare sulla Siberia a determinare il blocco che convoglierà masse di aria gelida sull’Est Europa e marginalmente sul nostro paese, con particolare riferimento al centro-sud, dove confermiamo la fase di maltempo a carattere nevoso tra il 4 e il 6 gennaio. Dunque tutto sfumato? Non direi, concludo questo articolo con una previsione a 10 giorni, dunque a bassa affidabilità di ECMWF di questa mattina.

Anticiclone in pieno artico, leggermente spostato verso nord-ovest rispetto al 1985, anticiclone delle Azzorre in elevazione, possibile saldatura con il suddetto anticiclone polare e altrettanto possibile discesa del nucleo gelido siberiano sull’Europa; per il momento solo una ipotesi, una suggestione, da monitorare attentamente. Seguiteci per capire come si evolverà la situazione per il momento non posso che augurarvi un felice 2019 a nome di Progettoscienze.

Fonte Web: COSA CI MANCA PER UN NUOVO 1985

Fiorentino Lubelli, Roberto

Lo Staff di Attività Solare, Augura a Tutti un Felicissimo 2019

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
(18 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...